Spiritualità

acrobatadeltempo

Ora, tu sei uno che lavora per il tutto, sei uno che opera per l’avvenire.
Ricompense, d’altronde, non cercarne mai: anche senza queste, infatti, è
già insigne la tua ricompensa su questa terra: la tua gioia spirituale, quella
di cui solo il giusto entra in possesso. Non temere né gli illustri né i potenti,
ma bada ad essere saggio e a serbar sempre una bella dignità. Sappi la misura,
sappi il tempo di ogni cosa: acquista esperienza di questo. Quando poi
rimarrai in solitudine, prega. Abbi cura di prostrarti sulla terra e di stringerti
ad essa. Bacia la terra e ininterrottamente, insaziabilmente amala, ama tutti,
ama ogni cosa, tendi a questa esuberanza e a quest’estasi. Irrora la terra con
le lacrime del giubilo tuo, e amale, codeste lacrime tue. Né di quest’estasi
dovrai sentire vergogna: abbila in pregio, giacché è un dono di Dio,
un dono insigne, e tale che non a molti è concesso, ma soltanto agli eletti.

(Fëdor Michajlovič Dostoevskij,I fratelli Karamazov
00
Per rispondere a questa discussione effettua l'accesso oppure registrati.