82 commenti sul Magazine
Sono assolutamente d'accordo con voi.
Forse un sinonimo neppure lo merita.
Il vero sinonimo è che queste cazzate "fioriscono" specialmente in società in fase decadente. Il disordine sociale si riflette, inevitabilmente, in disordine espressivo. Oppure ricorriamo alla lingua dell'impero (forse ancora peggio).
@NickDrake: complimenti per il nome scelto. Se qualcuno in più amasse ANCHE i suoi testi, sicuramente aiuterebbe l'inglese a perdere un po' della sua disturbante presenza quotidiana.
@Luna782: perchè dovrei mentire? un esempio forse mi aiuta: hai in mente una tipologia di tratti del viso che ti fanno dire subito: "animo non dei migliori...." , e poi noti con il tempo che NON ti sbagliavi....ognuno di noi penso abbia provato questa sensazione nella vita...forse pregiudizio? no, penso piuttosto a qualcosa di più "primitivo" in noi che ci mette allerta ....non so alla fine dare un senso conclusivo al mio "istinto". Quindi, in quel caso, guardare la tua lista nell'ordine è tempo perso. Nel caso contrario, penso senza mentire, che gli occhi siano il migliore inizio della nostra personale percezione dell'altra/o. Naturalmente non sto negando il mio interesse a tutta la lista, ma, per mia esperienza, se parti male, rimane poca roba anche il resto. Ciao.
@Luna782: la lista che hai tu è molto realistica. Ma, credimi, qualcuno guarda ancora gli occhi, per primi. Credimi. Gli occhi: è vero.
@Luna782. Concordo al 100%. La stupidità, l'ignoranza e l'arroganza nei comportamenti è, purtroppo, trasversale ai generi. Ma chi la sa riconoscere, uomo o donna che sia, ha già compiuto un grande passo verso l'emancipazione.
@timidocurioso: grazie per la semplicità, la sensibilità nell'ascoltare le vittime. Negare, dimenticare: impossibile ed ingiusto. Una educazione, si spera, la riceviamo: di quale sostanza sarebbe fatta, se non di amore, solidarietà per guarire, nel limite del possibile, quelle orribili ferite?
....negare è semplicissimo: ad esempio, io dico che, in base alla ricostruzione del KGB e della Stasi (mai ascoltati nelle sedi pubbliche, perché dico di sospettare un complotto della CIA), Stalin fece uccidere pochissimi oppositori e che i gulag, nelle dimensioni descritte dagli occidentali, non sono mai esistiti. Vorrei accedere anch'io ai testi revisionisti bulgari e tedeschi orientali.
Prova a negare questi argomenti con dati di fatto, non con impostazione ideologica che vale come la mia e come quella del mio idraulico (con tutto il rispetto per la categoria)
Ammetto di essere l'unico che scrive pipponi.
Le tue sono, per fortuna nostra, perle linguistiche di stile e di fondatezza storica. Ma si sa, la confusione regna sotto il cielo dei molti, la luce illumina solo pochi fortunati.
....leggeri spostamenti di latitudine, 15 giorni di differenza..... eh, insomma , qui abbiamo un chiaro caso di contaminazione dei dati! Quindi, direi che è un ottimo motivo per non dire un c***o, il ragionamento non fa una piega...o meglio, negare, sport in voga, chissà perché ora più che mai ....??
a quando veder negare l'entità dell'Olocausto perché il Diario di Anna Frank , secondo qualche "accreditato storico insospettabile e balbettante" dice che fu scritto con una biro?
Comunque.... no New York , no Chicago, questa benedetta Festa facciamola pure nascere nella Cina comunista (!?) o nei gulag sovietici, ma la realtà dello sfruttamento delle donne e dei bambini (e degli uomini) nell'affermarsi della rivoluzione industriale (e della loro morte, più o meno accidentale) è un dato storico.
Nella peggiore delle ipotesi, una penna biro in giro la troviamo sempre. Auguri a tutti.
leggenda? mah, anche non fosse vera (ma ne dubito) la strage di new york, certo non ne mancano 1000 altre nella memoria storica dell'emancipazione femminile in Occidente (senza contare il terzo mondo e l'attuale situazione in paesi svilluppati "amici" come Arabia Saudita, Cina....). Quindi condivido la tua idea di origini antiche, storicizzate e critiche della realtà odierna, sia produttiva che socio/culturale. Ciao
@Mustaine: grazie per il consiglio. Vado subito a caccia.😉
scusate...mi intrometto nell'argomento "serial tv"....vi consiglio caldamente "true detective" (sono arrivati in Italia alla 3a stagione, thriller di grande atmosfera con ottimi attori; a mio giudizio migliori la 1a e la 3a stagione (a giorni l'ultimo episodio in italiano).
Poi, se posso aggiungerne un'altra molto, molto bella (ovvio a mio parere) "FARGO", che continua, in qualche modo, il capolavoro omonimo dei fratelli Coen. Spero di avere dato una dritta utile 😊