7 commenti sul Magazine
Grazie, isolepersempre 🙏
In effetti ne ho fatti di brutti incontri, mi hanno fatto maturare una certa misogenia, ora m'è tornata la voglia di relazionarmi col mondo femminile, come dimostra il fatto di essermi iscritto a questo sito, un passo forse preso perché mi sento "difeso" da un ambiente digitale...
Si, ilsolepersempre, qualcuna si salva, statisticamente potrebbero essere ancora la maggioranza, ma quella parte di voi donne, per ipotesi 40%, di aggressivo e prepotente, si fa ben sentire, promuove istanze non condivisibili (evito esempi per non rischiare lunghe polemiche) e condiziona il comportamento di noi uomini, che, diciamo la verità, stiamo rischiando di essere noi il "sesso debole"! 😳
Purtroppo è una valida considerazione, le donne d'oggi (perdonate la generalizzazione) hanno perso dolcezza, gentilezza e pazienza, sono più aggressive e prepotenti! Danni creati dal femminismo, che se ha portato alla ribalta giuste istanze, ha portato anche estremismi negativi 😥
Ci sei iscritto anche tu, fai parte della categoria? 😉
Comunque devo dire, a difesa di questo sito, che è di quelli più seri, forse fin troppo... I siti da segaioli sono ben altri, anche perché hanno pressoché esclusivamente profili falsi 😱, statene alla larga da tutti, nessuno escluso.
Io mi sono iscritto solo ad uno e non ho trovato nessun appuntamento (perché quello volevo, giusto per dire che non cercavo solo immagini in cui "crogiolarmi"...) 👋
In merito al punto 2, nell'articolo hanno parlato del collo e delle spalle della donna.
Grazie per le tue osservazioni, si sente che parli con cognizione di causa... Ne farò tesoro 😜
Credo che la difficoltà maggiore sia nel cadere nella tentazione di andare al dunque abbandonando bruscamente i preliminari.
Ritengo che un buon trucco sia pensare che non stai facendo un atto per il tuo piacere, ma per quello della tua partner (e viceversa per le donne).
Da considerare uno dei commenti, cioè il rischio di avere a che fare con una partner che ha "un solo colpo in canna". Capirlo richiede molta attenzione verso di lei, sensibilità, empatia e anche rispetto e, ancora, può essere di aiuto quanto ho detto sopra.
Ho sempre pensato che il "ti voglio bene" possa valere di più del "ti amo"! Quest'ultimo, infatti, spesso scappa fuori di bocca sull'eccitazione del momento o sull'emotività generata dall'innamoramento (che spesso è irrazionale, di certo non è amore). Il "ti voglio bene", invece, implica la volontà (voglio) di bene verso la nostra compagna, volontà che viene dalla profonda conoscenza e consapevolezza di chi si ha vicino e dei nostri sentimenti nei suoi confronti.