2.809 commenti sul Magazine
Tutto vero.
Intanto a me è svaporata la voglia di rimanere qui sopra. Mi congedo a tempo indeterminato.
Un saluto a quasi tutti, divertitevi ed accoppiatevi felici, finché siete in tempo.
Se tornerò qualche volta a leggervi fatemi trovare roba interessante.
Allegri per sempre.
Assolutamente il contrario Must.
Da parte mia ho dato tutto in mano all'avvocato di fare partire la querela. Non ho idea se avrà successo, vedremo.
A me del blog non me ne frega un cazzo, nel senso di salvare o meno la mia faccia qui sopra.
Fino a ieri per me è stato un gioco.
Il fatto di mettere in piazza una mia vicenda privata, che qui sopra non doveva comparire, mi ha creato problemi personali al di fuori di questo blog di merda.
E questa cosa , non voluta da me, e condita oltretutto da insulti nei miei confronti, ora qualcuno la pagherà.
A costo di portare in tribunale tutto il blog.
Partito per conto suo.
Mancava: quei molto pochi di quei pochissimi che hanno una vita sessuale.

E mancava:

Allegri.
PRENDI IL SESSO COME UNA FORMA DI DIVERTIMENTO PRIVO DI IMBARAZZO E NON TROPPO SUL SERIO.


È dunque certificato che in questo blog molto pochi hanno una vita sessuale soddisfacente.
Allora, visto che tutti vanno dall'avvocato oggi ci sono andato pure io.
Per la cronaca ne ho tre. Un civilista, un penalista, uno del lavoro. Visto che sono un morto di fame.
Ci vediamo in tribunale, da parte mia non ci sono problemi.
Finalmente qualcuno ascolterà la minaccia che mi è stata fatta a voce di portare tutto sul blog, e che la cosa sarebbe continuata a lungo.Nonostante io non fossi d'accordo ovviamente.
E qualcuno valuterà se i termini merda, accattone, mantenuto, sono o meno lesivi e si possono usare riguardo ad un soggetto noto sul blog.
Verrà valutato se il confidare un fatto privato , e permettere che venga usato da terzi pubblicamente e in modo offensivo , sia legale. Alla faccia della privacy.
Vedremo se, dopo 50 interventi, non fatti da me ma contro di me, fatti da tre soggetti con nick name che si replicano, sia così fondamentale che il 51esimo che spiega tutto sia così decisivo. Magari sarà chiarito quanti altri interventi sarebbero seguiti, se io non fossi intervenuto a mia difesa. Forse al 1000esimo si chiudeva.
E vedremo se pure le battute a sfondo sessuale si potevano fare, in quanto evidentemente riferite sempre allo stesso soggetto noto del blog.
Ed essendo queste fatte su un sito di incontri, dove la componente sessuale conta, possono risultare a loro volta lesive.
Ci saremo in tanti di qui, e faremo notizia.
Da parte mia nessun problema e nessuno scheletro da nascondere.
Vedremo gli altri.

Detto questo ringrazio Elita, Dimi e Rapunzel.
Senza conoscerci direttamente, Dimi un po'di più, avete compreso la mia parte e il mio ruolo in questa fogna.
La persona che avrebbe dovuto farlo, quella che io, unico, avevo difeso e con cui ero stato solidale qui sopra, mentre veniva etichettata come intossicata di psicofarmaci, è quella che etichetta me con gli insulti.
Il tutto mentre lei litigava, forse in modo più aspro di ora, con la sua migliore amica. Ed io mi ero schierato con lei.
Lo so, sono un coglione. Sono giorni che l'ho capito.
Errori che si fanno nel dare fiducia alle persone.
Ma sempre errori sono.

Allegri.
Personalmente la parola fine io l'avevo già messa, ma qualcuno invece la fine non la desidera.
Oggi qualcuno se ne è accorto, in realtà sono ormai quasi due mesi che si va avanti, e se sul blog si continua, figurarsi in privato quanto si è andati avanti.
Detto questo un adulto può decidere cosa fare.
Da parte mia sono consapevole dell'errore umano fatto riguardo a questa persona, accettando di conoscerla e di farla entrare nella mia vita.
Se questo errore , oltre alle conseguenze già accadute, mi porterà in dote altre situazioni tipo tribunali ci andrò dietro. Non sono mie scelte.
D'altra parte non potevo immaginare nulla al riguardo.

Se mai diventeremo un prossimo articolo di blog voi scrittori già presenti sarete avvantaggiati.
Io li conoscevo bene, potrete scriverlo.
Per me fine totale della vicenda in questo spazio.

Allegri.
Perfetto.
Vedremo se il tuo stalkerizzare privato nei miei confronti, che è durato settimane, era una cosa legale e giustificata. Oltre a quello pubblico sul blog.
Così come raccontare a terzi le mie vicende personali, facendo diventare pubbliche pure queste.
Elita e Dimi.

Vi chiedo un enorme piacere.
Dimenticate questa storia e dimenticate il mio nome collegato ad essa.
Non so più come scriverlo, è andata all'opposto di come quella persona descrive la cosa.
Se leggeste i primi 10 messaggi che mi ha inviato dopo, già a casa, capireste che non ho esagerato parlando di una mitomane con pluri personalità.
Riporto solo il primo, che non svela nulla di nuovo, salvo confermare ciò che scrivo dal primo minuto.
(In risposta al primo mio, che era un saluto ed un ringraziamento per la bella giornata, non certo un vaffanculo).
" Anche per me sarà un bel ricordo,un bacio, stragnocco, ti voglio bene."

Se questo è un congedo di una donna che fugge da un figlio di puttana allora viva i figli di puttana.

Logicamente il messaggio è vero e verificabile.

Per cui tutto ciò che quella persona ha affermato su di me è totalmente falso.
Ha voluto , per motivi suoi, stalkerizzarmi, dopo un giorno e per settimane, in più raccontando cose nostre e cose false pure ad altri. Che ne hanno pure approfittato per cavalcare l'onda.
O è malata o è cattiva. In ogni caso per me non esiste più a livello umano.
Quindi, per favore, stop per sempre.
Grazie.
Furious, ogni cosa che scrivi è corretta, è l'applicazione che è sbagliata.
La donna selezionatrice della specie?
Perfetto, ma falle queste selezioni, impegnati, fai dei colloqui, non solo di teoria.
Furious, oggi 58enne, ti viene fame.
Tu, sapiente navigatore, conosci i mari, e decidi che ti sazierai con un branzino al sale, e magari due muscoli ( noi qui li chiamiamo così).
Il Furious lattante avrebbe chiesto il caffelatte , anzi, l'ovomaltina, con i biscottini mellin.
Il progetto si modella nel tempo, moderato e ponderato da ciò che nel frattempo si conosce e si diventa.