123 commenti sul Magazine
Sono completamente d'accordo Dimi. In fondo, come ben si capisce dall'opera così ben interpretata, Florentino era un gaudente in quanto uomo istintivo e sensuale, ma capace anche di avere " un profondo " che inaspettatamente si tira dietro nel tempo, a dispetto di tutto. E' chiaro, è un'opera di letteratura, però delinea un personaggio molto vivo, particolare, che resta dentro anche lui.
Con buona pace degli amanti delle ovvietà e delle banalità.
Ma, se non ricordo male ( io ho visto il film tratto dal libro ), il buon Florentino aveva ingannato l'attesa.., ossia ci aveva piazzato innumerevoli avventure, storie o come le si voglia chiamare.
Certo, l'amore è amore, è altra cosa, rarissima, che può restare dentro davvero tanto in chi ama.
Per gli amorazzi non si aspetta, è ovvio, siamo nel campo del puro materialismo condito da sensazioni, che ci si autoillude siano amore. Ma non lo sono.
Il fatto è che l'amore, ossia la persona giusta, azzeccata, che ci fa star bene nella vita, non capita facilmente o a volte può non capitare proprio.
Al giorno d'oggi interessa sempre meno, o tanti/tante fanno mostra di fregarsene : per sembrare più disinvolte e a la page coi tempi.
Come leggeremo fra poco.
Già, è molto più difficile relazionarsi davvero. In un solo caso diventa magicamente facile : quando si incontra la persona giusta per sè, e allora tutte le paure, i dubbi, la difesa del proprio territorio, ecc., li si trova alle spalle come il passato. E non si pensa più, si vive.
In fondo ci si impapera nei discorsi, dei massimi o minimi sistemi, quando manca la vita.
O.k Tili. Mi sa che le restrizioni non dovremmo metterle, è brutto come atteggiamento( ma sto ragionando per me ). In fondo, chi non si vuol sentire basta smarrirlo ( termine nostro emiliano ). Ti scriverò, ma ora no xchè debbo uscire. Bye.G.
A questo punto vorrei proprio vederlo, il suddetto vestito.. Se lo fai, manda una foto. Se si può, ovvio.
Per Dimi : si, Dimi , esistono e magari hanno bisogno di apporti, di altra gente pensante e linfa nuova.
Ti risponderei in privato circa il forum di scrittura, ma...non ho l'accesso al tuo profilo, causa un qualche vincolo.Ciao, buona domenica. Giuliana
Ah, ma sei matta come un cavallo, ma...simpatica! E vai con RadioTili !!!!
Il problema secondo me è che il " vestito " da testicolo sarebbe un po' noioso e non facile da interpretare. Oppure no? ..
Oh quanto mi piacerebbe vestirmi per Carnevale, ma proprio bene, andare a Venezia e...fare una parte da soffocare dalle risa sotto alla maschera!
Ai bei tempi, con un amico, a Viareggio avremmo voluto vestirci da " Il gangster e la bionda " : dove io facevo il gangster e lui ( pelle scura e cotta dal sole ) naturalmente la bionda! ...
Era saltata, ahimè, ma vederlo far la donna coi riccioloni biondi, le calze a rete su gambe che lascio immaginare, il rossetto e roteando la borsetta con fare ammiccante... era una cosa da giù di testa. Splendido. Un'interpretazione da Oscar.
Peccato non averla messa in scena in pubblico.
Il Carnevale offre queste possibilità, ma la gente oggi è molto seria e si prende troppo sul serio. Insomma, una palla.