Chirurgia plastica: cresce la clientela maschile

I ritocchi preferiti dagli uomini riguardano lo sguardo, da valorizzare e ringiovanire con varie e diverse tecniche.

Potrebbe sembrare un'affermazione un pò strana, ma è proprio vero che il maschio è sempre più narciso della femmina. Usa creme per il viso, cura la pelle e le mani, segue diete ferree, e quando serve non esita a ricorrere al medico estetico o addirittura al chirurgo.

I ritocchi preferiti dagli uomini riguardano lo sguardo, da valorizzare e ringiovanire con varie e diverse tecniche, soprattutto quelle mini-invasive. Secondo i dati dell'Asaps (American Society for Aesthetic Plastic Surgery), nell'ultimo anno vi è stato un incremento di questi trattamenti, da parte degli uomini, pari all'11,4%.

Le tecniche più utilizzate vanno dai filler all'acido ialuronico per cancellare le rughe e ridefinire i volumi di fronte, labbra e zigomi, alla blefaroplastica per contrastare l'abbassamento della palpebra, o ancora il lifting endoscopico per modificare la forma delle sopracciglia. L'offerta di trattamenti è vastissima, ma i prezzi sono ancora molto alti. In questi casi il nemico più grande diventa il fai-da-te, o gli interventi low cost che non offrono le garanzie più basilari per la tutela della salute. Altro rischio sono i viaggi appositamente organizzati con pacchetti all-inclusive che comprendono pure iniezione filler o addirittura alcuni party all'insegna dell'iniezione di bellezza. Quindi possiamo dire che è indispensabile affidarsi solo ed esclusivamente a mani esperte per poter aver un buon risultato e non rischiare danni permanenti o addirittura la vita.

10 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

stella-lucente

confermo ultimamente la percentuale maschile che ricorre alla chirurgia plastica ,,,, è aumentata e di parecchio rispetto a quella femminile.

00

sociologyman

...e che dovrei dire io che una annno fa, innamorato pazzo, mi sono trovato di fronte, per il primo approccio, ad un mio partner con uno 'strumento' post industriale dell'ultima generazione, probabilmente con la garanzia in scadenza...si è rotto e non ha avuto nemmeno la decenza di chiedere scusa...la chirurgia plastica genera violenza!!!!!
00
inomma

inomma

61 anni, Roma (Italy)

peccato che tra i ritocchini e sistematine ...non è contemplato anche quello di dare un'occhiatina ai pochi neuroni che vagano...raggrinziti e rugosi alla ricerca di una casa accogliente,che possa prendersene amorevolmente in cura! ;bye
00
veruska

veruska

75 anni, Distrito Federal (Brazil)

Normale... tutti hano diritto alla felicità. Se le donne fanno questo perchè gli uomini non? i diritti sono uguali!
00
very65

very65

53 anni, Roma (Italy)

Soli 34 anni e già una...testa in grado di "stracciare" la gran parte di tuonanti imbecilli, uomini e donne, che calcano il palcoscenico di questa stupida e povera (in ogni senso) epoca. Complimenti sinceri, caro Libero-Fra, da una donna che, per sua fortuna, non ha (per ora) alcun bisogno di...ritocchini o di...somatoline.
00
dolceveleno1

dolceveleno1

60 anni, Torino (Italy)

BRAVIIII.............QUALCUNO NE HA HA DAVVERO BISOGNO..........
00
LiberoFra76

LiberoFra76

42 anni, Perugia (Italy)

Poveri uomini..!!! Innamorati dei sogni dicevano i tiromancino... MA io mi domando una cosa.. Ma 50 anni fa, l'uomo e la donna, avevano questo desiderio di ritoccare se stessi?. Capisco che il discorso può essere antiquato ma alla fine, a cosa portano tutti questi ritocchi, se poi dentro non è quello che sembrano?.. Maledetta tv con modelle e veline che rovinano la testa delle persone. Gente sveglia... Non è questa la strada per vivere felici.. Almeno che non hai un naso a gobba o talmente osceno che ti fa sentire brutto..!!! ;)
00
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

La notizia non è una novità, francamente. E' ben noto che dagli anni 80 sempre più uomini si cimentano in interventi anche plastici contenitivi e ricostituenti di varie parti del corpo, proprio come la donna da molto più tempo.

Questo processo, tendente a valorizzare l'aspetto fisico anteponendolo a quello morale oltre che interiore, sembra inarrestabile ormai per chiunque, forte del mito della bellezza come ideale di vita. La nostra società fondata sull'immagine, su ciò che mostra attraverso i lineamenti fisici idealizzati, i colori e gli stili degli abiti cool e firmati, la postura del corpo di chi imita anche l'altro sesso (pur di apparire più simile, più amico e solidale), il linguaggio verbale uniformato nelle parole e nei contenuti, le scelte personali più degli altri che proprie, rende inevitabile la deriva e la disgregazione del vecchio pensiero del "bello perchè diverso".

Conseguenza ultima ne è la convinzione latente di piacersi perchè si piace, omologando la propria essenza di essere umano; così la rivoluzione industriale ha costruito il suo ultimo stampo, il più diabolico, sfornando il prodotto finale: la persona uniformata in serie.

Da qui, la preferenza individuale viene a rispondere a decisioni degli altri, vincolandone le condizioni e schiavizzandone il diritto d'espressione.

In verità, la libertà è essere in grado di scegliere in autonomia per assomigliare soltanto a sè stessi!
;bye
00
LisbethSalander

LisbethSalander

43 anni, Milano (Italy)

i rischi ci sono sempre e comunque....e dappertutto... altrimenti perche mai donne che entrano in ospedale in Italia per partorire non escono vive ??? tra tutti i rischi, dei viaggi per cure mediche all'estero, quelli veramente accertati sono quelli dei professionisti italiani che non prendono un becco di un quattrino ... che per difendersi sono costretti a diffamare i colleghi e strutture che lavorano in altre paesi...
00
inomma

inomma

61 anni, Roma (Italy)

tutti possono fare tutto, nel rispetto degli altri e di se stessi!
una persona che cura il proprio aspetto esteriore dopo aver coltivato la mente e lo spirito...perchè no?
un'aspetto gradevole è apprezzato da molti...è l'esagerazione , il troppo, la fissazione che sa di poco sano...ma questo non vale solo per gli uomini....per tutti indistintamente...
la donna (alcune) , si è un pò "mascolinizzata", caratterialmente e l'uomo (alcuni) si è un pò "femminilizzato", non solo esteticamente....l'equilibrio ancora sussiste...almeno per un pò...poi.....ai posteri l'ardua sentenza!
00