Violenza sulle donne: il rapporto choc dell'Unione Europea

Una ricerca, pubblicata dall'agenzia dell'Unione Europea per i diritti fondamentali, rivela come una donna su dieci sia stata vittima di violenze sessuali

Una donna su dieci è stata vittima di violenze e molestie sessuali: è quanto rivelato da una ricerca pubblicata dall'agenzia dell'Unione Europea per i diritti fondamentali, la più grande che è stata eseguita fino ad ora, a livello mondiale, che ha visto coinvolte 42.000 donne appartenenti al tutto il continente,1500 per ognuno degli Stati membri.

tyle="margin-bottom: 0cm;">L'indagine, presentata il 5 marzo al Consiglio Europeo a Bruxelles, è stata condotta face to face ed ha coinvolto donne dall'età compresa tra i 18 e i 77 anni: i colloqui sono durati dai 25 minuti alle 2 ore permettendo alle vittime di poter rompere finalmente il loro silenzio.

I dati emersi sono agghiaccianti: 62 milioni di donne, vale a dire un'europea su tre, ha dichiarato di aver subito una violenza sia fisica che sessuale dall'età di 15 anni, e che nel 22% dei casi ero lo stesso partner ad averla compiuta. Il 43% ha invece affermato di aver subito violenza psicologica, mentre il 18% delle rispondenti è stata vittima di stalking. Una donna su 10 inoltre, ha confessato di avere subito uno stupro da parte di uno sconosciuto, mentre un cospicuo 33% ha risposto di aver ricevuto violenze fisiche e/o sessuali durante il periodo dell'infanzia.

Uno dei dati più gravi riguarda il numero di coloro che hanno preferito non confessare le violenze e l'umiliazione subita, denunciando, lì dove fosse possibile, il loro carnefice: parliamo del 67% di donne che non hanno mai esposto episodi di questo genere né alla polizia né tanto meno ad associazioni apposite.

Il quadro in Italia appare ancora più drastico: nel Bel Paese infatti c'è paura a denunciare l'accaduto, e le donne sono più propense a risolvere tutto in famiglia. Solo il 27% ha dichiarato di aver subito una violenza dopo i 15 anni, contro il 52% della Danimarca, il 47% della Finlandia e il 46% della Svezia, i Paesi europei, non per nulla, considerati maggiormente maschilisti. È una fotografia allarmate se si considera che le donne italiane, insieme alle inglesi, occupano il terzo posto delle classifica di coloro che pensano di come la violenza di genere sia un problema comune nel loro Paese, e che vede al primo posto le portoghesi, seguite dalle croate.

Il 55% delle intervistate ha inoltre confessato di aver subito delle molestie sessuali, e il 32% ha rivelato di come queste arrivino principalmente dal loro ambiente lavorativo. Le percentuali salgono quando è la donna a ricoprire delle alte cariche: per il 75% le molestie diventano più frequenti. Ma le violenze arrivano anche dal web: l'11% infatti ha confessato di essere stata molestata sessualmente attraverso riferimenti espliciti per mezzo di posta elettronica, social network e anche sms.

L'obiettivo principale della ricerca svolta è quello di sensibilizzare la massa in merito il problema, di spronare le vittime a denunciare i loro aggressori e a non chiudersi nel proprio silenzio.

126 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

Raflesia_

E' la piu' grande delle infamie .  E chi abusa merita solo la pena capitale .

00
romeo972

romeo972

47 anni, Bari (Italy)

Indubbiamente i dati forniti dalla ricerca pubblicata dall'agenzia dell'Unione Europea per i diritti fondamentali appaiono molto preoccupanti.
Al di là della loro rispondenza alla realtà, per eccesso o difetto, i dati emersi sulla violenza alle donne europee sono sintomatici della realtà socio-economica e di quella culturale locali.

L'analisi dei tanti aspetti da valutare attorno all'argomento potrebbe essere molto dettagliata, lunga e persino noiosa, nonostante tutto, rivelando l'importanza dell'unico filo conduttore capace di legare ogni aspetto tra loro: il senso civico.
A ben guardare, il miglior approccio per dipanare i tanti problemi umani sarebbe la riqualificazione del rapporto sociale nell'àmbito del diritto; cogliere l'importanza strategica, la centralità del rispetto della sacralità del diritto degli altri, inteso come il diritto di tutti, rappresenterebbe la chiave di svolta definitiva nel trovare il percorso umanamente più appropriato da seguire per avvicinare, anzichè allontanare, gli interessi e così il bene di tutti.

La violenza sulle donne rappresenta uno degli annosi ed irrisolti problemi che la società umana sia riuscita sino ad ora a generare, incapace di "vedere" finalmente con occhi nuovi sè stessa.
Finchè la società umana non riuscirà al suo interno a neutralizzare i prepotenti sarà sempre e sola ...società a delinquere!
;bye
00
supermaffepro

supermaffepro

54 anni, Milano (Italy)

;ahah ;ahah ;ahah @Mach ;ok Bella battuta, ma è vera vera ;ahah ;ahah ;ahah

00

machegonadi

ehm, veramente mi riferivo all'omicidio della lingua, buhahahaha 

ma quanto mi amo  (L)

00
supermaffepro

supermaffepro

54 anni, Milano (Italy)

@Brill, forse @Mach sta parlando dei politici che ammazzano l'uomo italiano con certe leggi medievali

Oppure, l'uomo italiano divorziato e ucciso dalla sua stessa famiglia, sempre grazie a leggi medievali

Si dice ..è giusto quel che è giusto, ma x quel che è del mondo maschile, sappiamo che non è visto da quello femminile e viceversa, proprio xkè non c'è 1 legge dichiarata giusta ma, solo di parte e questo x metterci uno contro l'altra E VICEVERSA

Quanto Amore esiste nel popolo italiano e in ognuno di noi? Siamo sempre in guerra

X me la punizione che dice @Mach si può interpretare anche in altri modi, ma se non da voce lui, a tutto possiamo pensare

@Mach, spiega meglio xkè la tua freddura è troppo sintetica

00

brillantenotte

*-) questa nn l'ho capita 8-)

00

machegonadi

e a chi ammazZa l'italiano che pena possiamo dare?  ;em36

00

brillantenotte

:( e' la legge che nn funziona,,,,,,,,,,,chi ammazza merita di essere ammazato,,io sn x la pena di morte,,in modo che gli assassini ci pensano 2 volte prima di sbagliare

00

AntonioPatamia

Il guaio è che questa sembra divenuta ormai una moda, una moda nociva che purtroppo per colpa di qualcuno si è diffusa nel 2010 e si sta finendo di diffondere a "macchia d'olio" quasi come fosse un diritto, diritto di chi non dice più: al contrario, diritto di chi ormai si sente autorizzato a dire (e fare): così se gli va bene si rifà anche una vita, e la povera disgraziata e malcapitata di turno putrefa sotto terra, o dove viene buttato il corpo da questi individui!

Che schifo, il mondo arriverà presto all'autodistruzione!

00

azzurro2210

Sono assai dispiaciuto cara profumo, posso solo dirti che alcune persone, pensano di risolvere il tutto con modi poco garbati, è cercano di essere i forti della situazione, ma debbo dirti che mantenendo la calma è possibile capirli è soprattutto evitarli, quando si sentiranno esclusi, non daranno più fastidio. ciao buona giornata anche a tè..Un bacio..
00

Dottore1963

Gentile profumo di donna, le confesso che non ho capito il suo messaggio, abbia pazienza, se potesse riassumermi la vicenda, grazie.

00

profumo-di-donna3

Dottore la ringrazio della sua risposta,pensi che le ragazze tutti i giorni vedono questo ragazzo sul pullman.. Le guarda da commenti sotto voce... E io ieri me lo sono trovato davanti, si è fermato e come l altra volta mi ha parlato. Era già buio non c era più mlt gente in giro cmq mi sono fermata e lo ascoltato, devo dire che con me non ha mai usato tono di minaccia ma lui sostiene che sono le ragazze che lo avrebbero insultato e picchiato. Sono stata calma e le ho risposto che non doveva andare via dal pronto e farsi visitare. Ma anche li ha insultato la mamma dell' altra ragazza e dato una spinta a un infermiera , quindi un altra denuncia. Mantenere la calma non è stato facile, ma violenza genera violenza,e non mi va da persona adulta scendere a quei livelli ..
00

azzurro2210

;umm Dire no alla violenza deve essere un gesto civile, *-) che noi esseri umani dobbiamo conbattere, spero che tali cose possano svanire, senza dover sentire sempre queste schifezze è notizie ai tg.. ;ok spero che possiate trovare ognuno di voi, le vostre felicità, che indifferentemente non possa mai accadere nulla a nessuno, o tanto meno che si eviterebbero... ;smack Un bacio, buona gionrata... ;^^

00

Dottore1963

Gentile profumo di donna, sono intervenuto unicamente per prestare soccorso all'anziano e chiamare il 118.Non le nascondo che la voglia di redarguire i passeggeri presenti era davvero grande, ma a cosa sarebbe servito?Ognuno ha o dovrebbe avere una coscienza.

 

La saluto cordialmente.

00

brillantenotte

:( super,,lo sai bene che ti dico le cose nn x attaccarti ma perche' tvb,,,quindi,,,se tu e faf siete incompatibili nn vi commentate addosso...punto

nn si puo' essere simpatci a tutti nn credi?,,, ;umm

con questo e' tutto,,,ti prego,,nn scrivermi un'altro libro.

00
Scrivi un commento