La guida definitiva per difenderti dai tentativi di truffe online nei siti di incontri

Come nel mondo reale anche il mondo virtuale è ricco di insidie: imparare a riconoscere le situazioni di pericolo può esserti d'aiuto per evitarle.

Il mondo virtuale di Internet è enorme e per quanto sia immenso ed intangibile, incappare in un abile truffatore/truffatrice (o scammer) è una possibilità più che concreta: questo non significa che si debba avere paura di Internet, ma al contrario si deve sapere cosa e come può succedere, proprio per evitare di rimanerne vittima.

 

Le frodi online

Le truffe "sentimentali" sono quelle che capitano più frequentemente sui siti di incontri online. Abbiamo creato questa guida per renderti partecipe di come Lovepedia lavora costantemente per arginare il fenomeno, ma anche di come tu puoi aiutarci nella lotta ai truffatori imparando a riconoscerli e segnalandoli al sito. 

Le truffe di cui parliamo iniziano generalmente con un contatto da parte dello scammer che tramite un messaggio, nel quale ti dice di provare un forte interesse per te, ti invita a contattarlo a sua volta. I modi che utilizza possono essere diversi: ti invia la sua e-mail già dal primo messaggio o la richiede a te, oppure a volte ti invita a lasciare Lovepedia per indirizzarti su altri servizi come Skype o Chat terze dove si sente più sicuro e noi non possiamo proteggerti. Una volta ricevuta la tua risposta, inizia un periodo di reciproco scambio di e-mail o messaggi e dopo aver conquistato la tua fiducia, ti domanderà di inviargli dei soldi con una scusa che ti sembrerà più che plausibile, come ad esempio un improvviso bisogno di denaro o un viaggio per incontrarti o un familiare che necessita di cure improvvise: l'invio di denaro di solito avviene tramite conto bancario o molto più spesso con un trasferimento di contanti tramite Western Union. Una volta entrati in possesso del denaro generalmente spariscono. In alcuni casi invece, può anche capitare che non avvengano richieste di denaro dirette, ma lo scammer si servirà dei dati che tu stesso gli avrai fornito per poi ricattarti o utilizzarli ed ottenere comunque dei soldi (furto di password, etc..).

 

Come riconoscere lo scammer

Riconoscere uno scammer non sempre è facile, ma ci è possibile darti delle linee guida che ti permettano quanto meno di porti delle domande e farti tenere gli occhi ben aperti o di allontanarti qualora notassi qualcosa di strano.

I tratti distintivi di uno/a scammer che saltano subito all'occhio sono tre: 

- La fotografia, che di solito è scaricata da internet, raffigura una bella ragazza giovane e avvenente o un uomo di mezza età ben vestito e dall'aria rassicurante.

- Il profilo. Lo scammer non bada moltissimo ai dettagli ma si preoccupa di descrivere se stesso in modo da sembrare perfetto oppure di informarti che vive situazioni molto dolorose, come la perdita di un familiare quando non dell'intera famiglia, dicendo di puntare proprio su di te per rifarsi una vita, ma se farai bene attenzione ti accorgerai che quasi sempre le descrizioni che gli scammer fanno di sé sono tutte molto simili tra di loro e spesso sono scritte in un inglese nemmeno grammaticalmente corretto.

- Il messaggio d'aggancio. Esso di solito non è di molto diverso dalla descrizione che fanno di sé nel loro profilo e anche questo è un messaggio scritto in un inglese evidentemente tradotto da un'altra lingua per mezzo di un traduttore automatico: di solito contiene un invito piuttosto precoce ad inviare loro dati sensibili (ad es. e-mail, numeri telefonici) dandogli direttamente il tuo indirizzo di posta elettronica o inviando loro una mail con le tue fotografie, adducendo la scusa di conoscervi meglio e la promessa di ricevere in cambio foto ed informazioni più dettagliate sulla sua vita.

 

Come evitare una truffa online

Beh, le regole d'oro che ti permettono di evitare o comunque diminuire il rischio di cadere nella trappola dello scammer, ma senza privarti della serenità di cercare in tutta tranquillità e sicurezza l'anima gemella su Lovepedia o del piacere di contattare le altre persone sono tre e la più importante è:

- NON rispondere mai positivamente a delle richieste di denaro di qualsiasi natura né ovviamente inviarne mai.

- Inoltre è bene NON comunicare dati sensibili se non sei più che sicuro dell'identità o comunque della genuinità dell'utente con cui stai comunicando.

- E ultima ma non meno importante, segnala IMMEDIATAMENTE l'utente allo staff, tramite il link "Segnala un abuso" contrassegnato su ogni profilo utente da un triangolo giallo, fornendoci le prove in tuo possesso e tutte le informazioni che potranno esserci utili.

Facciamo del nostro meglio per investigare su ogni singola segnalazione ricevuta ed impedire che i tentativi di frode online possano andare a buon fine.

Adesso non ti resta che divertirti in tutta tranquillità, ma ricorda di tenere sempre gli occhi ben aperti... come nella vita reale del resto!

124 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
HS2013

HS2013

56 anni, Genova (Italy)

Appoggio pienamente quanto detto da Elita. Ragazzi le donne so donne e bisogna fiutarle, se sono disposte ad assecondare i nostri approcci bisogna capirle al volo, i cetrioli o le zucchine a trombetta sanno benissimo scegliersele da sole, a me la milf o la gilf grassottella coi tatuaggi può scegliere altri ....
00
aurevoir

aurevoir

59 anni, Genova (Italy)

Elita,
aspetta che prendo nota:
1) funghi
2) cappuccetto rosso + lupo cattivo
3) caffè e cellulare ( beh, queste sono le basi...)

Abito al mare, ma la tengo in considerazione. Tu tieni aggiornato questo spazio con le tecniche di abbordaggio che ti vengono rivolte. In fondo fai un servizio utile.

Ps: e premiane uno ogni tanto, quello più originale....nel senso, bevilo un caffè...oltre non mi spingo, fai tu... :joy: :joy: ;P ;P
Ciao e grazie.
00
dimipunk

dimipunk

43 anni, Trieste (Italy)

Come sottolineato da Aurevoir, una che è al supermercato, è lì per fare la spesa, non per essere importunata; e poi, come si fa a sapere se è libera e disponibile? ha un cartello sulla schiena?
Inoltre, c'è un piccolo particolare, che sfugge sempre a tutti, specialmente quelli che si mettono, la sera, a fare sedute di psicoanalisi su altri utenti assenti: per potere fare "avances", qualunque cosa voglia dire - e non riesco minimamente ad immaginarlo - bisogna poterselo permettere ossia, bisogna avere il fisico adatto. Da quando in qua, un dodo può permettersi di volare come un condor?

No, i posti come LP dovrebbero essere ideali per un certo tipo di problematiche.
Solo che, iscrivendomi, avevo fatto i conti senza l'oste: ho pensato che almeno qui, le iscritte, dovessero essere sufficientemente sfigate da non potersi permettere atteggiamenti da principessa e fare le schifiltose; sbagliavo. Non avevo tenuto conto di quanto, il virus della pagliaccite avesse scavato in profondità.
00
Elita1

Elita1

54 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Uomini, non abbiate paura di fare figure del caiser! Non avete niente da perdere, ogni luogo è giusto per fare avance.
Io ho assistito anche alle avance di uno, con una cassiera del supermercato. Ero dietro a fare la fila nella stessa cassa , facendo una gran fatica a trattenere le risa! !!
10
Elita1

Elita1

54 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Aurevoir, in effetti al supermercato si hanno degli approcci alquanto " ortaioli " di doppio senso , come i tuoi zucchini a trombetta. Io l ' ho preso con il sorriso, qualcun ' altra sicuramente si sarebbe apparentemente indignata nel sentirsi dire certe frasi, ma sotto sotto scialava. Ma per passare da puritane e tutto d ' un pezzo fanno finta di scandalizzarsi a certe " richieste".
Sta di fatto che nei pressi del banco degli ortaggi , stavo guardando dei funghi, mi si avvicina un uomo e mi disse che mi invitava ad andare a funghi con lui e che in genere andava per boschi. Perché comprarli al supermercato , quando avrei potuto coglierli freschi? Mi giro , lo guardo in faccia senza riuscire a trattenere un gran sorriso,rispondendogli che nei boschi avrei avuto paura del lupo e di non voler fare la fine della nonna di Cappuccetto rosso! Al che si mise a ridere anche lui e continuando, aggiunse che mi avrebbe potretto dal lupo cattivo ! Si presenta , e facendo qualche altra battuta ,mi invita a prendere un caffè al bar del centro commerciale , dopo che avessi finito con la spesa. Lo ringrazio dicendogli che non gradivo nessun caffè e che avevo fretta.Al che mi disse se avremmo potuto scambiarci il cellulare, per potersi vedere con calma anche il giorno seguente o quando sarei stata disponibile. Lo liquidai sorridendo , dicendogli che non mi interessava e lui: " Peccato, sei simpatica e carina !"
Dopo alcuni mesi lo rivedo dentro al solito supermercato . Mi sorrise salutandomi e strizzando l occhio. Ovviamente ricambiai il saluto sorridendo anch'io.

Questo è uno dei tanti aneddoti, ma ce ne sono stati molti altri, anche all ' interno di negozi di casalinghi o per la strada.
Se una donna è in cerca e disponibile , ma sai quante occasioni si trovano in giro!?
10
Mustaine

Mustaine

46 anni, Roma (Italy)

Forse che si, forse che no...mi insospettisce un poco l'intervento di Kassiopeo...
00
supermaffepro

supermaffepro

53 anni, Milano (Italy)

Emmolina, ho letto, ma non so se è colui che dici ..dici? ;P
00
emmolina

emmolina

50 anni, Venezia (Italy)

Ossignur ragazzi, andate a leggere il commento di Jane 111, è tornato alla grande :joy: :joy: :joy: :joy: :joy: :joy:
00
aurevoir

aurevoir

59 anni, Genova (Italy)

Impossibile è sicuramente esagerato.
Il supermercato è comunque un bel territorio: immagina la scena. Vedi quella bella milf 50enne un po'in carne ma che compensa esponendola, tette in evidenza, tatuaggi da ragazza, scarpe da ginnastica a far pensare che cura il fisico, ciglioni da predatrice. Siete al reparto verdura e tu, che noti che sta acquistando gli zucchini, ti avvicini fiero e comprtente e le sussurri: "se posso consigliarla ( io passerei subito al tu, tra over fa più figo e crea intesa ) la qualità più pregiata e che da soddisfazione sono le zucchine trombetta". E intanto la guardi intensamente.

Se non succede niente , si gira e se ne va, pazienza. Vai dal tabacchino e compra un gratta e vinci. Se ha capito l'allusione dei trombetta, mi raccomando niente gesti con le mani ad indicare trombetta, potresti beccarti un vaffanculo, uno sguardo di commiserazione, la risposta lei ( tu) segui masterchef,un invito a pranzo.
Nelle percentuali rispettive del 50%, 45%, 4,5%,0,5%.
Percentuale quest'ultima da non trascurare.
Fai 200 spese, usi 200 volte la tecnica e porti a casa il risultato.

Fai una tessera fedeltà mi raccomando, se non trombi almeno prendi i punti e dopo un bel set di vaporiere, trovassi buoni tu gli zucchini trombetta.

Non ringraziarmi, sai che ci tengo.
00
dimipunk

dimipunk

43 anni, Trieste (Italy)

Ma e' ciò che dico spesso; conoscere donne nel reale è pressoché impossibile; non sei nulla per nessuno.
Qui, invece, non dovrebbero esserci equivoci di sorta e, come dice Aurevoir, una cerca quello che cerchi tu.
Anche per questo, trovo inaccettabile e sconvolgente il silenzio ad oltranza delle contattate.
00
HS2013

HS2013

56 anni, Genova (Italy)

Non saprei Arriv io non progetto, quando capita capita e sono spontaneo, se piacio e mi piace prosegue ma poi bisogna sviluppare.. notte a tutti
00
aurevoir

aurevoir

59 anni, Genova (Italy)

Hs,
la foto era un esempio. Come un esempio è quest'altro: vado al supermercato e noto una che mi piace. Mi attacco al suo carrello e con un po' di faccia da culo posso anche riuscire a conoscerla. Con un enorme dose di culo potrei anche piacerle, sapere che è libera oppure capire che vuole trombare. Penso che se uno sta all'erta è meglio di dormire, ma ci vedo troppe variabili in questo progetto. Soprattutto, se è l'unico modo che ho di conoscere donne poi ,lo trovo scarso di risultati positivi sul lungo periodo. Non mi reputo uno sfigato ma nemmeno brad pitt con il carrello e l'euro dentro.
Su lovepedia in teoria ( sottolineo, in teoria) una donna è qui come me , iscritta come me, ad aspettare ciò che aspetto io. Quella del supermercato è uscita per fare la spesa. E non per conoscere me. Tutto qui.
00
HS2013

HS2013

56 anni, Genova (Italy)

Se ricordi la avevo messa a profilo intero ma non cambia molto la foto, per le donne, almeno credo così mi è sembrato, così l'ho tolta, per altri motivi non certo perché ho qualcosa da nascondere. Mi sono assentato per un certo periodo perché avevo conosciuto una persona con la quale sono stato insieme per qualche mese, non conto frottole, chi mi conosce quá può confermare. Non vorrei passare per quello che critica chi è qua o altrove, me ne guardo bene! ci sono anche io e penso che ognuno sia libero di fare la propria vita sempre che lo faccia nel modo più limpido possibile, come la maggioranza di noi
00
aurevoir

aurevoir

59 anni, Genova (Italy)

Hs,
io ho la mia foto qui e su ogni sito di incontri dove mi sono iscritto. Forse sei tu ad essere imbarazzato perché invece non l'hai messa.
Perché non la metti? Non mi dire il lavoro, tutti abbiamo un lavoro, e tutti abbiamo parenti, conoscenti, vicini di casa, persone che possono riconoscerci.
Per me non è un problema farmi riconoscere e nemmeno devo dare giustificazioni a qualcuno se mi trovo qui. Evidentemente invece chi la foto non la mette teme qualcosa, che è poi la solita cosa. Il giudizio degli altri ( gli altri chi?).
E cosa pensano questi famosi altri? Che se uno è iscritto qui è uno sfigato della vita e della società. E deve essere una convinzione che in fondo ce l'hanno anche molti iscritti, vergognandosi di mettere la faccia.
Se mi chiedono, e finora non è mai capitato, perché sono qui o altrove io rispondo in questo modo: perché è il modo più facile per me di conoscere persone. E credimi, oppure non credermi,fai tu. Non ho mai avuto problemi a conoscere persone, ci siamo parlati ma non so se sai che lavoro faccio. Di lavoro conosco gente.
Quindi non ho problemi a relazionarmi ne problemi di identità, specialmente con le donne. Ho fatto una bella vita prima di conoscere il virtuale, che e' una cosa degli ultimi anni.
Penso solo che qui è più facile. Per me. E penso anche a come sono fortunati i ragazzi di oggi a possedere questi mezzi. Poi, come dici tu non siamo tutti uguali. Ma io resto convinto che molte persone iscritte ai siti in fondo non ci credono, o si imbarazzano, o non trovano il modo giusto. E pensano sia colpa del mezzo. Il mezzo è quello, uguale per tutti. Ma appunto non siamo tutti uguali.
Io l'ho scritto 1000 volte, se dovessi trovare una donna in discoteca probabilmente farei il frate. Ma di una cosa sono certo: prima di essere frate prendevo 1000 facciate, ovvero ci provavo. Puo'essere che diventavo Travolta e magari rivedevo la cosa.
Qui sento tanta gente che nemmeno ci prova.
Non mi riferisco a te perché non lo so, quello che so è quello che leggo sul blog. Pochi fatti e solo critiche. Sempre colpa di ipotetici altri/altre, mai di se stessi.
Ciao.
00
HS2013

HS2013

56 anni, Genova (Italy)

Mustaine é una dote comune a quasi tutti ;)
00
Lovepedia utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze e mostrarti pubblicità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui. Chiudendo questo avviso, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.