Un "Chiuso per Corna" per denunciare l'infedeltà

L'infedeltà: una tendenza in rapido aumento che si diffonde a macchia d'olio e contagia tutti. Una soluzione? Meglio denunciare le "corna" di un intero paese

A volte denunciare un sopruso può dare soddisfazione, come per esempio rendere pubblica l'infedeltà dei cittadini di Nola.

Esistono diversi e svariati modi di denuncia, ma quello scelto da una loro compaesana sembra aver ottenuto l'attenzione desiderata e continua a far parlare di sé su tutto il web. La decisione di rendere pubblica la verità che accomuna molti residenti di questo paese nel napoletano è stata influenzata dal caso di un uomo che ha denunciato l'infedeltà della moglie inviando una lettera al giornale Corriere della Sera.

Prendendo a modello l'esempio di questo partner tradito, infatti, la donna di Nola ha deciso di usare un modo curioso per mettere su piazza tutti i suoi conoscenti colpevoli di aver iniziato una relazione extraconiugale. E così, ha ritenuto opportuno affiggere un cartello sulla saricinesca del suo negozio con su scritto "Chiuso per corna".

In questo modo, la donna ha voluto vendicarsi di chi in paese l'ha reputata una poco di buono, denunciando tutte le relazioni sentimentali non regolari e nascoste agli occhi dei cittadini onesti. Allo stesso tempo, la sua sete di vendetta l'ha spinta a redigere una lista con nomi e cognomi degli infedeli, opportunamente fatta recapitare nelle buche dei partner traditi, in modo da avvisarli dei misfatti.

In risposta, i presunti infedeli hanno esposto denuncia contro ignoti, mentre l'ancora anonimo mittente ride di cuore alle loro spalle, promettendo di colpire nuovamente e di completare la sua già lunga lista di colpevoli, riportando al suo interno i protagonisti di relazioni infedeli, di triangoli amorosi e di rapporti clandestini.

La notizia che ha messo in subbuglio l'intero paese e che ha esposto nomi noti e meno noti, è stata commentata da molti come scontata, visto che la situazione sentimentale di molti cittadini era conosiuta ancor prima della pubblicazione della galeotta lista. Ma, in molti altri casi, sono tanti i partner ignari di tutto che sono venuti a conoscenza dell'infedeltà del compagno proprio da questa denuncia e che ora non sanno proprio che pesci pigliare.

Beh, almeno ora potranno piangere da un solo occhio!

13 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

altruistaedolce

Ciao, Sally. Mi ritrovo sempre più spesso a condividere le tue idee! Hai perfettamente ragione: se si vuol fare la vita da libertino/a, perchè mettere su famiglia? E' un controsenso e porta solo complicazioni e sofferenza per sè e per gli altri, sopratutto se si mettono al mondo dei figli! Famiglia allargata? Ma stiamo sclerando proprio?

Ciao

00

Sally_59

Se si dichiarasse,  non si chiamerebbei infedeltà.. 

Non mi piace chi tradisce, specie chi lo fa normalmente,senza ritegno,pur affermando che ama chi ignaro/a si becca le corna; ma perchè (mi rivolgo ai traditori) non evitate di metter su famiglia e vi dedicate esclusivamente a ciulare all'infinito,senza impegno? evitate di far del male a chi crede in voi. 

Famiglie allargate, solo per gli/le ex, che civilmente cercano di mantenere un rapporto..ma non che moglie e amantei debbano unirsi in un  un puttanaio (francesismo puro  :O  )

 

00

tatabuffa

mi capita quando mi voglio trattenere, quando esercito l'autocontrollo, una lacrima mi scende da un solo occhio e in base al pensiero che mi affligge e all'episodio che sto considerando, l'occhio che piange è sempre diverso..eppure ne abbiamo solo due: capita,questo pensa tatabuffa,che tra nord e sud d'Italia la differenza stia solo in coloro che nelle corti  di nobili e don  monsignori, non ci si sono voluti sedere,senza però offendere quelle seggiole offerte, capita tanto spesso che all'amore e all'amicizia subentri anche la convenienza che rende più tollerabile e vivibile un rapporto a due, da lì di ritorna al proprio spazio di appartenenza, scuola,lavoro, famiglia,si ritorna nel gruppo, tra la gente, e spesso alcuni di noi, uomini o donne hanno bisogno di diventare infedeli, di trovare uno spazio di piacere in più...nel 2015 non vedo di cattivo occhio l'infedeltà, purchè sia dichiarata, sia resa nota tra le parti coinvolte, prima o dopo la relazione allargata se assidua diventa nota quindi bisogna solo fare la fatica di accettare o di rifiutare tali aperture....senza però far subentrare sentimenti di vendetta e poi d'odio..almeno lo dico per me..

00
niknay

niknay

50 anni, Imperia (Italy)

Chiusi per corna? ;umm

Non bastavano i CHIUSI PER FALLIMENTO? ;ghgh

Fatevi un buon caffè!  ;bye

00
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

L'ignota donna, che tanto sconosciuta non sembra essere riuscendo ad identificarsi nel titolare del negozio sulla cui saracinesca è stato affisso il cartello "Chiuso per corna" a Nola, ha pensato di vendicarsi di un torto subìto con un'azione equivalente.
Essendo stata additata come una persona poco di buono, la donna ha rivelato ai coniugi traditi compaesani di sua conoscenza di avere accanto un partner fedifrago, con le attendibili conseguenze.

In generale, il disonesto che reagisce con disonestà, in conseguenza dell'essere stato scoperto, non potrebbe meglio confessare la propria colpa.
Da qui, quella donna è stata smascherata, indicata in malo modo, umiliata al punto da indurla a scaricare tutta l'ira, per essere stata scoperta, contro altri analogamente colpevoli, secondo il detto "mal comune mezzo gaudio".
Ella era davvero una poco di buono e lo ha apertamente confessato.

In verità, chi fosse accusato ingiustamente di essere disonesto non lo potrebbe smentire di certo commettendo atti quanto meno altrettanto ingiusti.
L'onestà ripudia l'ingiustizia, per definizione, anche in sua difesa.
;bye
00

Emanuele_love

Il tradimento credo che non faccia bene a nessuno, di sicuro chi lo riceve non rimane proprio contento. Tanto meno credo che esporlo ad un paese intero sia ridicolo, ognuno i panni e meglio che se li lava in casa propria. Però al giorno d'oggi fanno parte della vita, questo comunque non giustifica tale gesto e ridicolizza chi lo fa cosa pubblica.

00
WileCoyote

WileCoyote

54 anni, Bologna (Italy)

No @shreeek, quello che ha scritto al giornale non c'entra nulla con la tipa di Nola. Lei ha agito così xché in paese si dicevano cose poco belle sul suo conto (immagina ora... ma vabbé!).
Comunque, come dice un vecchio adagio popolare, se tutti i cornuti avessero un lampione sai che luce ci sarebbe in giro. :-)
00
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

Approvo l'idea della fornitura di lime; i graffi sul soffitto non sono belli da vedere e, inoltre, eventuali ospiti potrebbero sospettare qualcosa.......

00
shreeek

shreeek

52 anni, Vicenza (Italy)

Buongiorno. Dunque : lui ha scritto sul giornale, lei ha fatto la lista affissa alla saracinesca e l'anonimo mittente chi sarebbe ?
Cmq l'eventuale lista dovrebbe comprendere diretti interessati e non terze persone , anche se tutti ne parlano.
Buonagiornata
00
Maccaja

Maccaja

53 anni, Milano (Italy)

Che dire: quoto SALLY.

Partendo dall'idea che i fatti degli altri (veri o presunti), non ci appartengono!

E se danno fastidio, se non si è i diretti interessati, vuol dire che si è solo che degli invidiosi rosiconi e pure vendicativi.  Ma da gente di tal fatta, che ci si può aspettare???

00

Sally_59

Oltre che ridicolizzarsi, ha messo di mezzo persone, facendo nomi e cognomi...questa e' pura cattiveria, oltre che pettegolezzo di terza specie.
Siamo alla solita ricerca di un attimo di notorieta'; sempre se la storia sia vera.
00
rambo50

rambo50

68 anni, Mantova (Italy)

Per chi ne è vittima, una bella fornitura di lime, almeno per passare dalle porte :) e cercare di rifarsi.

 

00
rambo50

rambo50

68 anni, Mantova (Italy)

Conosciute o nascoste...ognuno si tiene le corna sue, a che serve pubblicizzarle? ci sono sempre state e sempre ci saranno, è la natura umana.

00