"È stato un momento di debolezza": come confessare un tradimento

Ecco quali sono le motivazioni che portano a confessare un tradimento e le conseguenze che potrebbero derivarne

Chissà quanti di voi dopo avere tradito si sono trovati nella condizione di non potere più chiudere occhio durante la notte a causa del rimorso e del senso di colpa e sono giunti alla decisione di vuotare il sacco e confessare la propria colpevolezza.

 Ma cosa si nasconde dietro la volontà di ammettere un tradimento? E soprattutto qual è il modo più indolore per poterlo confessare?

Prima di tutto è utile capire quali sono le motivazioni che ci spingono alla confessione: vogliamo farlo per rendere pulita la nostra coscienza e continuare a vivere in tutta serenità la nostra relazione? Oppure per vendicarci del nostro partner, innescando in lui un profondo senso di gelosia? O ancora, è forse la inconscia volontà di mettere definitivamente fine alla nostra relazione che ci porta a rivelare il nostro segreto? In qualsiasi caso bisogna certamente essere consapevoli che le conseguenze di una rivelazione di questo tipo possono essere le più disparate.

Ammettere le proprie colpe non porta necessariamente ad ottenere il perdono da parte del partner, ma può anzi innescare in lui una mancanza di fiducia e un pregiudizio nei vostri confronti che potrà essere utilizzato contro di voi nella vostra vita futura. Nel caso in cui lo scopo della vostra confessione è quello di adottare una strategia per farvi lasciare o per vendicarvi del partner, pensate che proprio in quel momento potreste ottenere da lui il perdono e ricevere molta più comprensione di quella prevista. Se volete confidarvi con qualcuno prima di parlarne apertamente con il partner, evitate assolutamente gli amici in comune e assicuratevi che la persona che vi sta ascoltando sia davvero fidata. Se pensate che ammettere di avere tradito in uno stato di incoscienza possa alleviare le conseguenze vi sbagliate: l'altro potrebbe avere serie difficoltà ad accettare una vostra perdita di controllo. Se, infine, siete dei traditori incalliti, è inutile porre il vostro partner di fronte ad una mezza verità, piuttosto potrebbe essere utile valutare concretamente il vostro rapporto e prendere la decisione più giusta per entrambi.

E voi? Avete mai confessato un tradimento? Quali sono state le conseguenze?

30 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

40 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Quando lo saprò. Te lo dirò,.
Per adesso nulla.
Tranquille
00
Miguel62

Miguel62

61 anni, Lecce (Italy)

Con tutta sincerita' e franchezza se uno ha avuto il cosidetto " momento di debolezza " , l'ideale sarebbe quello di non rivelarlo al partner , come dire occhio non vede cuore non duole ; se si vuole invece rilevare il fatto , il massimo che si puo' ottenre dal partner e' un perdono ( non totale ) , perche ' il partner non dimentichera' mai anche se dira' va beh nessun problema ; oppure nella peggiore delle ipotesi si viene lasciati *.
00
Luna782

Luna782

28 anni, Milano (Italy)

Il dradimento per gli uomini è come mangiare un piatto di spaghetti invece per noi donne lo facciamo solo quando il rapporto è diventato quasi "fraterno o paterno" solo per abitudine.
00
relaurino

relaurino

60 anni, Milano (Italy)

@Solitude, non prendertela per la battuta di prima era solo uno scherzo, penso invece che Inomma abbia centrato in pieno il bersaglio, se uno non crede che si possa amare per sempre, se uno parte con "tanto poi finisce" non ci mette tutte le energie necessarie a mantenere vivo il suo rapporto. questa naturalmente è un'opinione, fa niente se poi non concorda con altre di altre persone, ma io ci credo.
notte a tutti
00
inomma

inomma

61 anni, Roma (Italy)

L'impegno, dovendo investire enormi energie, è per ottenere l'optimum. non so se ...si riesce a dare il meglio e tutto ciò che si può, se già si sa in partenza, che non dura, che può finire... secondo me, parte dell'entusiasmo, si perde per strada. questo non significa che se un amore finisce , ci si debba suicidare ma che, anche se il tradimento esiste, non si può convivere col pensiero che... tanto adesso finisce...adesso mi tradisce ... non mi mette al corrente della sua crisi...o meglio ancora, sto tranquilla, tanto se mi tradisce, onestamente ....me lo confesserà!
rispetto le opinioni di tutti e... ci metto anche la mia!
;bye ;bye
00

solitude

@relaurino...colpa di questo forum e di Mozzilla in aggiornamento...(stavolta a lavoro) :@ m ail webmaster dov'è?
Cmq GIURO non ti considero vecchio...ma decisamente nel mio target di età.... ;ahah ;ahah

@Inomma...certo che si DEVE essere fedeli...il problema è accettare che NIENTE dura per sempre e che capirlo, può aiutarci a migliorare come esseri umani...senza vestirsi di stereotipi. Tutto qui ;bye
00
semplice181

semplice181

48 anni, Treviso (Italy)

roger83 condivido pienamente quello che hai scritto l'ha penso come te :) e sono contenta che c è qualcuno che sà cosa vuol dire amare..chi ama veramente una persona non tradisce perchè la rispettae gli vuole bene , sono tutte storie che non reggono chi dice: che si una scappatella ci può stare..tanto poi c è il tonto o la tonta di turno che ci ama veramente e ci perdona ..chi pensa questo non sà cosa vuol dire amare veramente e non rispetta l'altra persona assolutamente.
poi c è gente che è ammalata di sesso allora consiglierei un bravo dottore forse potrebbe curarli non sò se è possibile ma si prova..viva il vero amore.. quello che non tradisce e poi ritorna al branco quello non è amore
00
inomma

inomma

61 anni, Roma (Italy)

tutto cambia....tutto evolve ma, un tradimento è tradimento!
...scuse e scusanti a parte....si fa perchè lo si vuol fare e poi in qualche caso... ci si pente!
non si ha rispetto per se stessi e il proprio compagno/a.
poi se questo è considerato un modo vecchio stampo, essere moderni significa accettare che non ci siano più valori, famiglia, correttezza, rispetto? accettare questo significa "fare" esattamente tutto questo, giustificandosi e perseverare(è diabolicus!)....tanto è moderno!!!!
ma fate come ve pare, ma non dite in giro che i valori non ci sono più, solo perchè... a qualcuno stanno stretti!
;bye ;bye
00
relaurino

relaurino

60 anni, Milano (Italy)

@Solitude, ho capito che mi consideri veccchio e decrepito, ma non era il caso di ripetermelo tre volte, la prima volta bastava e se non ci credevi aggiungevi una riga con scritto rileggere tre volte ahahahahah
Sto scherzando naturalmente.
ciao
00

solitude

@Relaurino infatti io ho detto che non ti vedo così....ma che vedo MOLTISSIMI uomini che lo sono. ;ahah ;ahah
Uomini che dietro a una bella e giovane donna perdono anche la dignità, oltre che la ragione ;umm
Per il resto TUTTI abbiamo paura di invecchiare, ma per una donna è ancora più difficile perchè ha a che fare con una società che la vuole bella e prestante ( NON PUOI DIRE IL CONTRARIO SARESTI POCO ONESTO).
Perchè la vecchiaia di un'uomo si risolve con una pillola azzurra, un portafoglio rigonfio e donne addestrate a vivere nell'unica idea di spennare il pollo, se non lo può sposare (credimi nelle cosidette società dove la donna è meno emancipata, fare la moglie è un lavoro, qualsiasi cosa si dica...prostituta con l'anello al dito). A loro quindi và bene anche di essere tradite...tanto quello che conta è essere sposate ;ahah
Non ci vuole neppure un portafoglio come il presidente, bastano 100 euro e per una sera sei a posto ;ahah
Per il resto, dopo 30 anni che vivi con una persona, puoi volerle bene...avere interessi in comune, obbiettivi in comune...ma la passione la vedo dura.
Credimi non per cattiveria, ma per biologia..che notoriamente è molto più lenta ad adattarsi della sociologia, ci vogliono millenni. La biologia ci ha fatto diversi, con esigenze differenti in base all'età. Purtroppo è sempre il solito discorso di restare in contatto con l'interezza del nostro essere, biologico e spirituale, che manca a certe analisi...o se vuoi del disconoscere il primato della biologia su una mente semplice, come quella della maggioranza delle persone. ;ahah
00
relaurino

relaurino

60 anni, Milano (Italy)

@Solitude, a volte penso che tu abbia paura di affrontare il tempo che passa, non sono un tombeur de famme, (per cortesia trombeur lascialo dire al nostro presidente del consiglio, è l'unico che può permettersi di sbagliare) in quanto a crescere, vivere ed invecchiare con la propria compagna mantenendo intatti alcuni sentimenti non penso che sia una cosa impossibile, non è una questione di vivere come 100 anni fà ma di correttezza e di continuare a nella vita ad alimentare quei sentimenti che ti hanno portato acondividerla con la persona che hai accanto.
un abbraccio
00
relaurino

relaurino

60 anni, Milano (Italy)

Caro supermaffepro, ma non ti passa per la testa che prima di scrivere una risposta occorre leggere e capire quello che uno scrive??
Io ho escluso a priori il tradimento programmato ed ho pure specificato che non credo alle scappatelle o ai momenti di debolezza, e che non si tratta di scaricare il peso che uno ha sulla coscienza. Tuttavia se dovesse capitare penso che la sincerità sia la cosa migliore.
spero di essere stato chiaro stavolta.
ciao
00

solitude

@Relaurino la tua sarebbe un'idea valida se si vivesse ancora come 100 anni fà e la vita media fosse di 45 anni 8-)
Purtroppo bisogna ammetterlo, certi concetti andavano bene quando la società era diversa, meno libera, competitiva e sopratutto...lunga. ;ahah
Non dirmi che tu credi fermamente che i bisogni di un ventenne siano uguali a quelli di un cinquantenne o settantenne? Perchè se così fosse, ti annovero nella schiera di chi vive alla giornata e non pensa la futuro. ;sigh Ma non ti ci vedo a correre dietro alla bella gnocca di 30 anni perchè non ti sei reso conto di non aver più il "phisique du role" del "trombeur" de femmes! ;ahah Come mi capita spesso di vedere in giro....NON CI CREDO CHE SEI COSI' :@ ;sigh
Crescere è un'impresa difficile, farlo in parallelo a un'altra persona è impossibile...quindi a un certo punto ti svegli e ti accorgi che l'idea che hai di te stesso nel cervello è frutto di dismorfismo, non della realtà. Da qui cominciano i guai o lo accetti, e ti fai un'idea nuova, oppure tenti di conservare inutilmente un passato che non esiste più (ammesso che sia mai esistito) ;sigh
Purtroppo dietro ai tradimenti, c'è proprio questo...l'incapacità di ascoltare i propri bisogni attuali e il rifugiarsi in bisogni conosciuti, perchè la novità di come siamo e di come diventeremo è troppo dura da accettare e ancora di più, da inventare ;smack ;bye
00
supermaffepro

supermaffepro

53 anni, Milano (Italy)

BRAVA @Solitude
BRAVO @Roger83, sono con voi

Per @Relaurino
Così ti tiri la zappa sui piedi ..xkè tradire se poi devi confessarlo? sei sicuro che poi non fai un doppio danno? cosa speri di ottenere se non bufera?

Se devi tradire, è xkè assieme a lei hai qualche problema, affrontandolo assieme se non si risolve meglio chiudere e spostarsi su altri lidi, vivere assieme deve essere una pace dei sensi, un'oasi dove sentirsi bene, altrimenti xkè tradire

SCUSA AMORE TI HO TRADITO CON UNA NUOVA AMICA

magari la sua migliore amica?

Ma vaaaa ..se mi capitasse di conoscere una nuova donna mentre gia ho una storia con un'altra, mettendo che nasca un certo interesse, dovrei prima fare i conti con me stesso e se così fosse meglio riflettere se si va incontro ad un guaio irreparabile, peggio se dovessi denunciarlo alla mia lei di turno, credo che mantenere l'armonia sia un dovere da rispettare e se mancasse, meglio lasciarsi ..poi se mai vai con la nuova coniglietta

Certo che se tradisci e poi glie le racconti, sei proprio in cerca di rogne

Non so voi ma X AMORE non riesco a stare assieme a + di 1 donna nella stesso tempo, già è un problema se ci si capisce poco (e questo già mi fa scappare via), devo forse complicarmici la vita con un'altra? Metti che poi tra loro si sentano

L'AMICA - CARA MI SON SCOPATO IL TUO GANZO
LA CORNUTA - OHOOO BHè NON FA NULLA, IO ME LO SON FATTO FIN TROPPE VOLTE

Come minimo le casca addosso il mondo E A TE TI TAGLIA A FETTE

AMARE significa anche non turbare, +ttosto stai con il tuo rimorso, prima o poi ti passa

Il vaso rotto anche se incollato non è mai il vaso di prima e se vuoi fare il passo di dire la tua scappatella hai finito, il perdono può forse esistere ma non sarà mai come prima ..CERCHI PROPRIO QUESTO? Rifletti ;sigh ;)
00
SweetGreenEyes

SweetGreenEyes

46 anni, Roma (Italy)

Buongiorno a tutti, leggendo i commenti vedo che si punta sopratutto al tradimento fisico, ma non è l'unico. Infatti esiste anche un tradimento mentale, stare con una persona mentre si pensa ad un'altra o peggio pensare perchè in quella situazione non ha agito in quel modo anzichè come quell'altro. Tradire molto spesso è un sinonimo di infedeltà coniugale, ma in senso ampio si può tradire un amico/a, un sogno, un amore (come già detto) anche se stessi. E' sicuramente un momento o troppo calcolato per convenienze personali e di solito egoistiche o impulsivo per stanchezza o per difficoltà materiali o spirituali. Dopo tutto siamo un misto di anima e corpo, di luce e ombre ed è il convivere con tutto ciò che ci rende speciali e unici.
00