David Bowie e Amanda Lear: tanto amore oltre la morte

A pochi giorni dalla sua morte, il ricordo di David Bowie aleggia ancora nell'aria, lasciando nostalgia di un passato ricco di musica e di tanto amore

La notizia della morte di David Bowie è arrivata pochi giorni fa come un lampo a ciel sereno e ha lasciato un alone di tristezza e ha fatto versare anche qualche lacrima.

T

ra chi incredulo e chi cosciente della scomparsa del grande cantante, c'è anche chi, con il sorriso sulle labbra, preferisce ricordarlo come un abile e sensuale amante, con la quale è stato bello trascorrere alcuni anni della propria vita. E la voce che si è innalzata per descrivere quel tempo passato con lui in modo nostalgico è quella della sempre giovane Amanda Lear, affascinante donna dello spettacolo con la quale il defunto poeta ha avuto una relazione.

Dalle sue dichiarazioni è venuto fuori un David Bowie romantico, passionale e vero, non tanto come mostrato dai media in questo ultimo periodo, ma quanto piuttosto come un uomo dalle mille abilità seduttive che le è stato accanto per ben due anni e che l'ha fatta sentire simile ad una regina.

Secondo Amanda infatti, David è riuscito ad essere diverso dagli altri "cantanti rock dai capelli lunghi e i jeans sdruciti: finalmente aveva portato in quel mondo un look diverso, dandy e raffinato. Era splendido". Incontratisi dopo una breve telefonata, i due si sono avvicinati grazie anche all'aiuto dell'amica Marianne Faithfull che ha permesso loro di conoscersi. E da quanto confermato dalla stessa Amanda "pochi giorni dopo ero a casa mia con Bowie", la stessa sera in cui sua moglie lo chiama al telefono.

Quell'occasione è stata inizialmente traumatica per la soubrette francese che ebbe subito dei dubbi sulla sincerità di David, ma solo dopo si è rivelata l'opportunità che da tempo stava aspettando. Fu in un secondo momento infatti che scoprì che la relazione coniugale del cantante con la moglie era sull'orlo della crisi e che i due stavano decidendo di separarsi.

L'amore per David ha spinto Amanda a seguirlo in varie città importanti, fino a quando le sue dipendenze le hanno fatto cambiare idea sul suo conto. E così non condividendo più il suo stile di vita, ha scelto di allontanarsi da lui, da quello stesso uomo che l'ha incitata a cantare e che lei ha amato davvero con tutta se stessa.

Ancora oggi lo ricorda con affetto e nostalgia, non per far audience ora che lui non può risponderle, ma perché è a lui che deve molto, visto che è stato David a lanciarla verso il successo e che le ha permesso di vivere un amore vero, sincero e passionale. Questo è il sentimento da lui mostrato e cantato che, sebbene non sia riuscito a salvarlo da altre dipendenze, lo ha spinto a trasmetterlo al mondo intero attraverso la sua musica.

Ed è in questo modo che vogliamo ricordarlo, per dargli il nostro ultimo saluto e per sottolineare l'importanza che un sentimento forte può avere anche dopo la morte.

45 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
PeggyPenPal

PeggyPenPal

53 anni, Verona (Italy)

Bello.........
00

Markordyou

Let's Dance riempiva le piste in disco. Big Bowie addio duca della mia gioventù!
:sleepy: :sleepy: :sleepy: Possa viver sempre la tua musica! :sweat_smile:
00
Alberto_FC

Alberto_FC

57 anni, Rimini (Italy)

"Ragazzo solo, ragazza sola".
E' la versione in italiano sulla base musicale della celebre Space Oddity cantata dallo stesso David Bowie. Venne pubblicata su singolo in Italia nel 1969 e poi nell'album compilation "Bowie Rare" (1982). Testo del nostro grande paroliere Mogol.
Un mio applauso ad entrambi.
00

resiliente59

Grazie mogano ^_^
00

mogano

per te Sally, Jon Fogerty oggi

https://www.youtube.com/watch?v=rMhpImiLJj8
00

mogano

Sally, stai parlando di una leggenda, i CCR. Nel 2014 ho visto il concerto dal vivo di John Fogerty, il leader dei CCR, impressionante davvero, a quasi 70anni ha ancora la stessa voce e stessa energia di 40anni fa.

Big wheel keep on turnin'
Proud Mary keep on burnin'
Rollin', rollin', rollin' on the river

Turn it up :)
00

mogano

vedi Godai? In qualche cosa siamo d'accordo :)
00
Godai5

Godai5

39 anni, Mantova (Italy)

Io mi divertivo con la batteria mogano, e devo dire che, ad eccezione del country, abbiamo preferenze simili in fatto di musica, chi l'avrebbe detto?
00

resiliente59

Vi ricordate i CCR ? Proud Mary. .... ( non so se ho scritto giusto)
00

mogano

Frey...Tequila Sunrise, Take It Easy e Smuggler Blues, tratto da un suo CD solista che è stato colonna sonora di un episodio di Miami Vice, c'era anche Glen come attore, ma introvabile su youtube. Bonfanti? Un grande come Rudy Rotta e il mio caro amico Fabio Treves, gente che, come dici giustamente tu, fosse nata negli States avrebbe fatto faville.
00

resiliente59

Non potrei immaginare la vita senza musica
00
aurevoir

aurevoir

59 anni, Genova (Italy)

Visto che questo spazio è dedicato agli scomparsi,recenti e non, il mio pensiero va a Glenn Frey,leader degli Eagles.
Negli stupendi anni '70 ho festeggiato parecchie ore serali sulle note della sua Tequila Sunrise, bevendo in suo onore appunto molti tequila sunrise. Il mio fegato, la mia forma fisica e il mio portafoglio ringraziano ancora oggi,ma del resto qualcosa bisognava pur farla....
Mogano, magari ci incontreremo ad un concerto di Paolo Bonfanti, uno che se non fosse nato a Genova ma negli Usa sarebbe il boss o giù di lì.
00

mogano

sono un chitarrista da circa 30 anni godai, in gioventù ho suonato con tante band dal rock,country, southern e il blues, il mio genere preferito. Ora suono solo per diletto quando il tempo me lo permette, dopo mio figlio è la mia grande passione, imparare a suonare uno strumento, non importa se si è bravi, bravissimi o mediocri, fa un gran bene all'anima e alla mente. La musica è vita.......senza di lei non sarebbe la stessa cosa.
00
Godai5

Godai5

39 anni, Mantova (Italy)

Tu adori la chitarra vero mogano?
Prima la citazione dei Lynyrd Skynyrd e ora Stevie Ray Vaughan...
00

resiliente59

A me piaceva molto
00