Prende a Schiaffi la Fidanzata, ma viene Picchiato dalla Folla

Dopo un litigio con la sua fidanzata un barese rischia il linciaggio dopo averla colpita per mano della folla.

È successo a Bari qualche settimana fa una storia che finalmente possiamo vedere come segnale positivo contro il fenomeno dilagante della violenza sulle donne.

Dopo aver trascorso una piacevole serata in un locale barese un uomo di 30 ha rischiato di essere linciato dalla folla per aver preso a schiaffi e tentato di mordere la sua fidanzata.

Sembra che dopo essere stati a cena i due abbiano iniziato a litigare proprio come accade a tutte le coppie innamorate, la situazione però ad un certo punto sembra essere degenerata e l'uomo avrebbe iniziato a schiaffeggiare e avrebbe tentato di mordere la donna accecato dalla rabbia.

L'episodio è avvenuto in strada e i due hanno fortunatamente attirato l'attenzione di alcuni passanti che non si sono sottratti dal prendere le difese della giovane donna malmenando l'uomo a sua volta e chiamando la polizia.

Secondo alcune indiscrezioni l'uomo sembra non aver sporto denuncia contro le persone accorse in difesa della donna e sembra anche che la stessa non abbia sporto denuncia contro il suo fidanzato.

Il terribile fenomeno della violenza sulle donne è dilagante e sembra inarrestabile, ma una soluzione c'è: denunciare e non chiudere gli occhi davanti alla violenza.

22 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
999stellina999

999stellina999

54 anni, Milano (Italy)

siamo tutti pieni di contraddizioni, la vita stessa è una grande contraddizione. Ricordi la canzone Luna di Togni? "Son pieno di contraddizioni che male c'è, adoro le contraddizioni fanno per me"
00
WileCoyote

WileCoyote

54 anni, Bologna (Italy)

@Stellina sono assolutamente d'accordo con te dalla prima all'ultima parola, particolarmente quando dici "se agissimo sempre in maniera così solidale molti violenti si darebbero una regolata" (ed infatti avevo scritto che aiuterei volentieri questi genitori a randellare ben bene il soggetto). Ma comunque tra farsi giustizia da soli e quello che dici tu, cioè intervenire per difendere un'altra persona in pericolo o in difficoltà, c'è una bella differenza.

Ma, mie contraddizioni a parte (lo so, sono pieno di contraddizioni), la mia era una risposta all'affermazione di @dimi che accusava la giustizia italiana, volevo fare notare che questo principio (cioè non ci si fa giustizia da soli) è valido ovunque.
00
999stellina999

999stellina999

54 anni, Milano (Italy)

Caro Willy Coyote, i principi stanno al principio appunto. Poi cammin facendo si devono incarnare nella situazione. Nessuno qui dentro sta sostenendo che ci si debba fare giustizia da soli ma solo che spesso, un'azione collettiva solidale, funge da deterrente alla violenza. Il problema è che questa azione collettiva solidale non si verifica quasi mai. In genere ognuno si fa i cavoli suoi e lo scenario più conosciuto è quello di persone che vengono ferite, violentate, uccise anche (e non parlo solo di donne) e nessuno muove un dito. Quindi la situazione qui raccontata è quella di un'azione in controtendenza, assolutamente auspicabile e da valutare positivamente. Poi nessuno sta dicendo che quello schiaffeggiatore doveva essere ammazzato, ma sicuramente se agissimo sempre in maniera così solidale molti violenti si darebbero una regolata, non credi? E poi i principi assoluti lasciamoli nelle alte sfere, che spesso vale di più una sana accettazione della rabbia che alberga dentro ciascuno di noi, quando assiste ad ingiustizie e atti violenti. Basta porsi questa semplice domanda: "Se ad essere schiaffeggiata fosse stata mia sorella o mia figlia, come mi sarei comportato? Avrei fatto appello agli inviolabili principi o mi sarei scagliato contro l'assalitore per difendere il familiare? Vedi, così tutto diventa più semplice, e non occorre più scomodare i principi assoluti e inderogabili...Buona serata a tutti, Stellina
00
dimipunk

dimipunk

43 anni, Trieste (Italy)

I principi intoccabili esistono solo sulla carta. Se lo stato non esiste oppure, parteggia per i delinquenti, come nel caso da me citato, farsi giustiziati da sé non è solo un diritto, ma un dovere.
01
WileCoyote

WileCoyote

54 anni, Bologna (Italy)

Non solo la giustizia italiana @dimi, in qualunque paese civile puoi intervenire solo per legittima difesa (e nel caso che ha raccontato @elita non c'era pericolo). Personalmente nel caso di un pedofilo aiuterei volentieri questi genitori a randellare ben bene il soggetto, ma che non ci si può fare giustizia da soli è un principio intoccabile.
10
dimipunk

dimipunk

43 anni, Trieste (Italy)

Ora, seguendo la logica demenziale della giustizia italiana, manca solo che i genitori dei bambini siano denunciati per "maltrattamenti" e, costretti a pagare i danni al pedofilo.
Un po' come quello che e' capitato a quel tipo, denunciato per "sequestro di persona", per aver bloccato nella propria abitazione, dei ladri sorpresi sul più bello.
Ad infima
01
Elita

Elita

54 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Una scena del genere , l ho vista qualche mese fa ,un sabato sera a ballare. Ad un tratto un grandissimo str. . nel mezzo della pista ha dato uno schiaffone alla compagna, al punto da farla barcollare ,ma nessuno è intervenuto in difesa.
Questa persona è un emerito imbecille, in quanto , uno di quelli che va a fare la classica mano morta , per sfiorare il posteriore a qualche signora presa di mira durante il perlustramento. Non di limita a fare quel gesto solo quando gira per il locale, ma anche mentre balla , approfittando del braccio che tiene a penzoloni, mentre con l altro guida la donna nel ballo.Quindi sarebbe lui da prendere a schiaffi e non solo, appenderlo per i gioielli di famiglia, non sarebbe male, dopo due bei calci nel sedere.

Un " genio" invece è stato salvato dai carabinieri mentre la folla cercava di dargliele . Ma la "vittima" in questo caso , non era una donna. È accaduto sul lungomare in una città marchigiana.
In quanto , un uomo mentre era parcheggiato all interno della sua auto, si masturbava, guardando un gruppo di ragazzini che giocavano in spiaggia. .Un uomo che passava di lì è stato attirato dai gemiti che provenivano dall interno di una macchina, guarda dentro, e scopre la squallida scena. Siccome la stessa persona che ha notato la scena, era anche il papà di una ragazzina del gruppo, quale oggetto di fantasia del pervertito, non ha esitato un attimo ad avvertire gli altri genitori ed altre persone.
Quando il pervertito si accorse che un gruppo di adulti , avanzavano nella sua direzione, cercò di mettere in moto alla svela per svignarsela. Lo circondano e riescono ad afferrarlo e farlo scendere dall auto, dato che aveva ancora il finestrino aperto , andando prima ad urtare anche contro un auto in sosta.
Come dicevo , è stato salvato dai carabinieri , che nel frattempo qualcuno ha pensato di avvisare.
Ma qualche randellata l ha presa sicuramente.
Peccato che i carabinieri, non si fossero concessi prima dell ' intervento un caffè al bar, lasciando almeno un quarto d ' ora , il pervertito in mano alla folla incazzata.

Ora questo non c'entra con l ' articolo, ma era solo per raccontare un triste aneddoto.
01

roxyblu

scommetto che il tuo nik lhai scelto perche da piccolo, cioe fino adesso, giocavi al giochino dell idraulico supermario, nelle macchinette dei bar....hahahaha
00
supermaffepro

supermaffepro

53 anni, Milano (Italy)

Roxy, non sei di Bari e non pensi come un barese e, dato che hai l'idea, xkè non ti trasformi nel giustiziere della notte che ti do una mano? Se vuoi anche 2 ..AHAHAHA
Bella idea ma come sempre non fai una mazza di tuo
Ci Vorrebbe Ci Vorrebbe ..Che paroloni uheeee
Che dici apriamo un comitato x una giustizia privata come in USA?
Se mi dai il tuo indirizzo porto la firma, la mascherina ed il mantello del SuperMaffePro, tu che porterai se non solo palle?
Vecchio sarai tu ..Ciao Vecchio ..AHAHAHAHA
00

roxyblu

stellina ha ragione, avete visto il film , il giustiziere della notte, ci vorrebbe anche a bari dove abito io, ci sono delle bande tipo i guerrieri della notte, non so se vi ricordate il film...fu un cult , ma credo di si visto che siete abbastanza vecchi...
00
999stellina999

999stellina999

54 anni, Milano (Italy)

hanno sbagliato a menarlo infatti, perchè' l' hanno picchiato troppo poco e troppo piano...
00
Miguel62

Miguel62

60 anni, Lecce (Italy)

E' una cosa assolutamente da evitare , alzare le mani a un'altra persona , pero' a volte se ci si pensa un po' sopra le cose , non trovo giusto che persone assolutamente sconosciute facciano giustizia a modo loro , violenza sulla violenza , potevano fermarli , resarguire il ragazzo , parlargli , trovo sbagliato che abbiano reagito cosi' e se fosse stato il contrario? , premesso che non e' mai bello assistere a certe cose , ma io no alla reazione di quelle persone .
00

roxyblu

io mi sono separata perche mio marito voleva che io camminassi 3 passi dietro a lui sulla destra, non potevo uscire di casa sola, ma solo accompagnata da un membro maschio della famiglia, se non ubbidivo erano botte con la cinghia e senza mangiare....
10
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

Tralasciando le incongruenze e le contraddizioni presenti nella notizia qui pubblicata, l'episodio descritto appare strumentalizzato al fine di rivendicare la violenza gravissima e gratuita ai danni delle donne per responsabilità degli uomini.
Di certo, al culmine di un litigio schiaffeggiare e tentare di mordere la propria fidanzata non è propriamente da veri gentiluomini. Tuttavia, pur stigmatizzando la violenza e l'idea di poterla ritenere un'opzione possibile nella risoluzione delle controversie con chiunque, da questo genere di episodio passare al femminicidio, termine a dir poco antipatico, per mano dell'uomo ce ne corre!

La questione potrebbe essere assai sviluppata, coinvolgendo temi diversi.
Per brevità, condividendo l'idea che in generale la violenza come soluzione sarebbe biasimevole ed inefficace, ritenere che il triste e doloroso fenomeno delle violenze fisiche e psicologiche su chiunque si possa risolvere semplicemente attraverso la denuncia è davvero ridicolo.
In simili frangenti, di fatto la denuncia sporta rappresenta solo una comunicazione ufficiale di ipotesi di reato, non il primo passo verso la soluzione e non la soluzione.
Infatti, a ben riflettere la violenza è frutto della maleducazione, per la latitanza o il cattivo comportamento della famiglia di appartenenza innanzitutto ed anche della scuola e della collettività sociale. Da qui, la violenza scaturisce direttamente dalla cultura sociale. Solo attraverso l'educazione a convivere con gli altri a tutto tondo, attraverso la consapevolezza serena ed indiscutibile di essere uguale agli altri anche apparendo diversi, è possibile riconoscere il valore individuale di ciascuno, nel doveroso rispetto da osservare anche nel caso di divergenze.
Inoltre, la sola emersione del fenomeno è inefficace se non seguita dall'applicazione di leggi opportune per efficacia e pronto ristoro delle vittime.

Si sa, tra il dire ed il fare c'è di mezzo il mare...
...ma se si possedessero i giusti mezzi lo si potrebbe attraversare con una certa celerità ed in sicurezza.
;bye
00
supermaffepro

supermaffepro

53 anni, Milano (Italy)

SCRIVO LA MIA, APPLAUDENDO ADRIANO CELENTANO E SPOSANDO TOTALMENTE LA SUA DICHIARAZIONE
Adriano Celentano scrisse poco tempo fa ai giornali le seguenti parole...........
---------------------
"Quando si prenderanno dei provvedimenti seri verso chi uccide le donne? A partire dalle varie questure che, come giustamente diceva Parisi dalla Gruber, non basta scrivere la denuncia per poi farla morire in un cassetto. Per cui è giusto che anche un Sindaco si prenda cura di indagare e controllare che la questura non stia ferma", scrive il Molleggiato. Che poi continua e rincara la dose: "La prima cosa che dovrebbe fare un Presidente del Consiglio appena insediato è fare una legge sulla certezza della pena, ossia mettere i cittadini in sicurezza da una violenza sempre più crescente sulle donne. E non soltanto questo: ma anche educare le donne a non denunciare il fatto quando sono già morte. E ancora di più, a educare gli uomini ad essere uomini quando una moglie o una fidanzata ti lascia. Ma che uomini di merda siete se di fronte a un abbandono non avete neanche il pudore di soffrire un po’? Tutti siamo stati lasciati, forse anche più di una volta. E spesso è proprio dalla sofferenza che si rinasce. Ma voi no. Voi preferite uccidere e se mai, suicidarvi… illudendovi di porre fine a tutte le vostre sofferenze… MA NON è COSÌ…"
---------------------
Ecco, se qualche IDIOTA MASCHIO non ha capito che basta lasciare la FEMMINA che lo aizza ad incazzarsi, dico che, x sentirsi SERENI c'è solo da scappare lontani e chi non lo fa, è un oMo di Merda
Non metto la U, xkè caro omo x essere Uomo, la maiuscola te la devi guadagnare
TU oMo del cz, che picchi le donne xkè non seguono o non fanno quel che tu vuoi, o che sembra che loro stesse lo fanno apposta x farti incazzare, TU oMo non hai capito un cz di che significa vivere, cosa significa amare e cosa significa la PACE
Un problema o un pericolo va affrontato o raggirato, se affrontiamo da incazzati non risolviamo nulla, anzi, lo complichiamo fino a causare l'irriparabile
Una donna quanto l'uomo, sono persone fatte di ossa e carne, non sono fatte di ferro le donne e se vuoi sfogarti, picchia pure contro il muro e vedi se si fa male lui o te ..Miiiiii, ma quanti oMMini scemi abbiamo in Itaja?
Ma le mamme di questi LURIDI, cosa gli abnno insegnato? A picchiare le donne?
oMo se quella grida e tu NON hai colpe, scappa all'istante ma, SE DI COLPE NE HAI, Zitto e impara, altrimenti, ognuno x la sua strada!!
In AMORE, da entrambi i lati si deve essere INTELLIGENTI e simili nel BENE, non nel MALE e, chi ancora OGGI dice "L'Amore non è bello se non è litigarello" è un Coglione QUANTO LEI, una Cogliona, SCUSATE I TERMINI ma, quando ci vuole ci vuole, xkè sei x quello che scegli
Certo, esistono anche donne pazze, fuori di melone, violente e tutto il mondo marcio che si vuole guardare, MA QUI, un uomo che si sceglie una PAZZA "NON è DIVERSO DA LEI e viceversa" Detto questo se giriamo questa frase al FEMMINILE, tu donna, che ti scegli un uomo del genere E continui a stargli accanto perdonandolo e mai DENUNCIANDOLO, forse HAI TANTO ANCORA DA IMPARARE SU COSA SIA LA TUA DIGNITA'
Mai sceglierò una donna che non sappia distinguere il bello dal suo brutto inteso come DENTRO e di queste poverette che non sanno distinguere, ce ne sono tante x quanto mamma e papà gli hanno insegnato
PROVOCAZIONE A SCEMI E SCEME
L'uomo scemo non è scemo solo x colpa sua ma, lo è grazie all'educazione ricevuta da mamma papà e la sua società scema che si contorna, se sua mamma non lo metteva al mondo, non sarebbe nato nessuno scemo, però purtroppo, esistono anche le donne sceme nate da mamme che non hanno insegnato a loro a comprendere una beneamata minkia, x ciò, cari scemi e sceme, x imparare com'è la vita è da fare, sceglietevi fra voi scemi che siete proprio SIMILI e se non vi bastasse l'idiozia che vi portate dentro, prendetevi anche a mazzate che tanto, di + non potete imparare

Cercasi Donna Simpatica, Buona, Intelligente e Trombona ;P NON una scema che non sa cosa sia Dignità e rispetto, se invece lo sai, dico ..che aspetti? Evviva le donne intelligenti ;love poi x le sceme, Amen :scream: madre natura vi ha fatto uno scherzo :joy:
Ciao , fa caldo e si sbrocca e comunque evviva l'intelligenza :* :joy: :*
01
Lovepedia utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze e mostrarti pubblicità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui. Chiudendo questo avviso, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.