Riconosciuti ad una scimpanzé gli stessi diritti dell'uomo

La sentenza della giudice Maria Alejandra Mauricio concede la libertà alla scimpanzé Cecilia riconoscendole per la prima volta gli stessi diritti dell'uomo

Cecilia, una scimpanzé di 19 anni dello zoo di Mendoza in Argentina, è finalmente libera. Lei che viveva tutta sola in una gabbia, ha vinto la causa contro la sua detenzione e adesso potrà stare insieme ad altri cinquanta scimpanzé presso una grande riserva in Brasile.

Secondo la giudice argentina che ha emesso la sentenza, Maria Alejandra Mauricio, i primati, come gli scimpanzé, sono essere senzienti e per questo soggetti a "diritti non umani": insomma non sono oggetti di esposizione.

Per la prima volta è stato applicato su un primate diverso dall'uomo il principio giuridico fondamentale che nel diritto anglosassone tutela l'inviolabilità della persona.

La causa per Cecilia era stata aperta da una Ong locale perché la scimpanzé, a seguito della morte di due suoi compagni, viveva da sola nella gabbia dello zoo e questo le aveva causato anche una brutta depressione.

Una sentenza ben accolta dalle associazioni animaliste che evidenziano come "anche i primati non umani hanno diritto a leggi specifiche che li proteggano dalla commercializzazione e dagli affari dei giardini zoologici riconoscendo i loro diritti di base".

Leggi anche...

29 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
gianlucasydney

gianlucasydney

50 anni, Milano (Italy)

😃
00
romeo972

romeo972

45 anni, Bari (Italy)

La sentenza emessa dal giudice Maria Alejandra Mauricio è potenzialmente rivoluzionaria.
Infatti, apre una questione cruciale nel trattamento degli animali e nel rapporto tra questi ultimi e gli esseri umani.

In particolare, liberare definitivamente una scimpanzé, trasferendola dalla gabbia alla libertà tipica di una riserva naturale a lei consona, perché ritenuta essere vivente senziente per cui sofferente, equivarrebbe a riconoscerle la dignità di essere vivente con diritti inviolabili alla libertà di vita. Da qui, ritenendo ragionevole poter estendere tale motivazione di base a tutti gli altri esseri viventi senzienti, nessun animale potrebbe essere mantenuto dall'uomo negli zoo come nei circhi, negli acquari, nei canili e così via. Se il principio è salvo, non disponendone del consenso certo alla propria detenzione, va applicato agli animali senza distinzioni di sorta. Anzi, lo stesso principio dovrebbe essere applicato pure ad ogni altro essere vivente come insetti, vegetali, funghi, batteri, dimostrato che essi possono soffrire certe privazioni o situazioni sfavorevoli di vita causate dall'uomo.
Ma potrebbe essere così?

La disquisizione complessiva al riguardo è di certo assai complessa ed articolata, per cui di non poco conto.
Ampliare la trattazione a tutto ciò che è considerabile "in vita" sulla Terra come nell'Universo, anche senza alcuna detenzione forzosa, è, a questo punto, doveroso.
Ma potrebbe essere così?

A dirla tutta, affrontare la questione con l'approccio umano, ovvero dal punto di vista dell'uomo, rischierebbe maggiormente di sollevare dubbi piuttosto che di addivenire a chiarimenti giustamente auspicati. I concetti di vita, diritti, tutela, rispetto sarebbero alla base di un processo d'approfondimento del tema che è di fatto molto variegato nel concreto, al punto da generare facili equivoci ed eccezioni oggettivamente discutibili.
Ma potrebbe essere così?

In verità, considerando tutto, l'approccio rivendicato in punto di diritto dal giudice Maria Alejandra Mauricio, che prevede i soggetti viventi con gli stessi diritti umani, appare quanto meno parzialmente valido se non del tutto inopportuno.
Generalmente, è corretto partire dalla condivisione dei diritti di base per poi procedere all'applicazione di specifici regolamenti in loro stretta osservanza. Ciò sarebbe in effetti giusto ma a patto che di base si stabilisca come intendere la realtà che l'uomo va a regolare nel suo rapporto con gli altri esseri viventi.

Com'è noto, risultato incerto nella bontà finale, come in tutti i casi di autoregolamentazione ...degli altri!
👋
00
Mustaine

Mustaine

45 anni, Roma (Italy)

Mi accodo...buone feste in famiglia o con gli amici, ovunque vi troviate! 😄
10
HS2013

HS2013

55 anni, Genova (Italy)

Purtroppo può accadere, castoro.. buona Pasqua a tutti 🐣
00
castoro56

castoro56

63 anni, Gorizia (Italy)

HS, per applicare "il buon senso" spesso bisogna ricorrere ai tribunali, per poi scoprire che molto spesso i magistrati non sappiano nemmeno cosa sia.
00
castoro56

castoro56

63 anni, Gorizia (Italy)

ciao super,
vedo che allarghi l'argomento con un ambientalismo a 360 gradi, non si può che darti ragioni su considerazioni più che giuste. Sull'argomento dei 44 stati USA dove non era vietato il commercio di carne di cane, fino a un anno fa, ti posso dire solo che la ho letto sul web. Se fai una ricerca dovresti trovarla. Ma si tratta solo di una legge che prima mancava, non risulta che negli states mangiassero cani, forse a parte probabilmente le varie comunità asiatiche. Comunque non avere questa legge nei codici evidenzia una certa mancanza di sensibilità.
La carne di cani è consumata prevalentemente in Asia , Cina, Taiwan, Corea, Vietnam, ma anche in Oceania. Ho letto che Taiwan la ha messa al bando recentemente, con pene fino a 2 anni di carcere e multe fino a 8000 euro. La Cina, dove esiste una sagra dedicata a questa carne, con decine di migliaia di cani uccisi, ha smesso da tempo di sovvenzionare questa manifestazione, che però resiste.
Un particolare raccapricciante è che nei paesi asiatici si usi uccidere i cani lentamente, la tecnica maggiormente in uso è il fuoco, Procurando loro più dolore e stress possibile, nelle carni aumenta la quantità di adrenalina, che viene considerata un afrodisiaco in grado di migliorare le performance maschili.
Di consumo di carne canina si parla anche presso popolazioni esquimesi del nord della America, e della Russia.
Il quotidiano "Il fatto quotidiano" ha pubblicato mesi fa che la carne di cane sarebbe stata ammessa anche in Italia, fortunatamente si è trattato di una bufala, in cui quei grandi giornalisti ci sono caduti dentro con tutte le scarpe.
00
HS2013

HS2013

55 anni, Genova (Italy)

Basterebbe un po'di buon senso e civiltà per risolvere questioni così banali quanto tragiche per un animale, senza necessità di rivolgersi ad un tribunale 🐵🐵🐵
00
supermaffepro

supermaffepro

52 anni, Milano (Italy)

Ciao Castoro, ma sei sicuro che della carne di cane non sia la Cina?
Sebbene nutro di tante letture, è la 1°a volta che vengo a sapere dellUSA e la carne di cane ..faccio ricerca, xkè se hai ragione, è un'altra tacca da mettere al disgusto di questi guerrafondai e comunque caro Castoro, sono della tua stessa idea al fatto che sarebbe ora di dare pace agli animali e aggiungo "anche ai vegetali" dato che senza loro, non avremmo ossigeno, ma insisto, ognuno di noi, è potenziale x l'inquinamento di aria e acqua, cosa che se ci pensiamo, al posto dell'auto x fare 3km, cio sarebbe la bicicletta o gente che elimina l'olio esausto di qualsiasi tipo, direttamente nel water, ma anche a coloro che dipingono casa e che pur di non portare il restante della tolla in discarica, la sversa nel cesso o nei tombini
Bhe, la lista delle cazzate e del menefreghismo umano è senza fine ..se questa società deve essere vista civile, proprio non torna
X Dimi dico Bravo Bravissimo..vedo che con passione sei abbonato a "focus.it"
Forte quella della gazza Giapponese e le sue noci e aggiungiamo anche i polpi ma anche i maiali, oche, Elefanti, cavalli, delfini, orche e tantissimi animali di cui l'intelligenza non manca affatto
Bhe, che l'intelligenza non sia di tutti è ormai scientifico, che della stupidità ne siamo tutti provvisti anche, poi c'è chi ne ha di + in senso smisurata e chi di meno ..ecco, sono questi ultimi quelli che cerco e che apprezzo, degli altri/e, si possono anche impalare
Mi dispiace, non credo al natale e meno ancora alla pasqua, x ciò, Buon Weekend 😉 👋
00
dimipunk

dimipunk

42 anni, Trieste (Italy)

Giustissimo, Castoro; agli animali, va data la dignità e il rispetto che spetta loro in quanto esseri senzienti, senza usare come metro di giudizio i diritti degli umani.
00
castoro56

castoro56

63 anni, Gorizia (Italy)

Una corte di appello di New York ha sentenziato nel 2014:
"A differenza degli esseri umani, gli scimpanzé non hanno alcun obbligo, non sono soggetti ad alcuna responsabilità sociale e non possono essere ritenuti legalmente responsabili per le loro azioni", spiegano i giudici. "Pertanto, essi non possono rivendicare gli stessi diritti come gli esseri umani".
Questo ci fa vedere come in giurisprudenza i giudici siano abbastanza liberi di pensarla come pare a loro e differentemente l'uno dall'altro.
Più che altro io auspicherei che venga finalmente riconosciuto il diritto dagli animali a vivere una vita decorosa e priva di sofferenze causate soltanto dal desiderio umano di sfruttarli, o divertirsi con spettacoli che snaturano gli animali stessi. Quindi non animali con i diritti umani, ma stabilire quali siano i giusti diritti da animali, e poi la voglia di farli rispettare.

Intanto in Alaska è stata liberalizzata completamente la caccia a volpi e orsi e ai loro cuccioli, in 44 stati USA fino a un mese fa era consentito cibarsi di carne di cane, In sudafrica è ripresa la caccia ai rinoceronti per ricavarne il corno........

Buone feste a tutti, e non abbuffatevi troppo, che poi mi state male.........

Quando realizzeremo di essere anche noi degli animali, finalmente potremo cominciare a essere uomini.
Giorgio Celli
10
dimipunk

dimipunk

42 anni, Trieste (Italy)

Con tutta la simpatia per Cecilia, questo potrebbe creare un precedente giuridico di non poco conto. Riconosciamo ai primati i diritti e i doveri della specie umana? Diamo loro il diritto di voto e facciamo pagare loro una tassa per occupazione della giungla?

E, perché solo ai primati? Gli altri animali possono essere esposti negli zoo?
Ha pienamente ragione il Super, i giardini zoologici andrebbero aboliti, qui ed ora.

In base a quali parametri, si è deciso che i primati debbano godere di un diritto umano? A quelli dell'intelligenza? In questo caso, dovremmo estendere queste garanzie giuridiche anche ai polipi che, in base ai suddetti parametri, sono estremamente intelligenti, addirittura di più che non i primati.
Dovremmo estenderle anche agli orsi che, hanno imparato a mettersi i loro piccoli sulle spalle, affinché prendano gli zaini che, i turisti dei parchi nazionali, appendono sui rami alti degli alberi, oppure a quelle gazze giapponesi che, attendono il rosso dei semafori per far cadere in strada le noccioline, affinché le auto rompano i gusci poi, quando segna verde, scendono e si pappano il contenuto dei frutti......

Presto, potremmo sedere a teatro con uno scimpanzé, o farci difendere in tribunale da un gorilla.......forse, lo scrittore Pierre Boulle, si sta rivelando un profeta postumo e noi, lo capiamo solo ora,,,,,,,

Bah, belli o brutti, buona Pasqua a tutti e....... NON MANGIATE AGNELLI!!!!!

P.S. Sally, bella la nuova foto, rischi di fare strage di cuori.
00
supermaffepro

supermaffepro

52 anni, Milano (Italy)

Secondo la giudice argentina che ha emesso la sentenza, Maria Alejandra Mauricio, i primati, come gli scimpanzé, sono essere senzienti e per questo soggetti a "diritti non umani": insomma non sono oggetti di esposizione
PORKO MONDO ..Nessun animale ha da essere messo dietro le sbarre e abolirei tutti gli Zoo del mondo
E' UNO SCHIFO dover sentire ancora nel 2017 certi trattamenti ..Amo gli animali, non xkè uio sia uno sfegatato animalista, volendo magari male al genere umano, ma xkè i viventi, sono tutti consenzienti
Gli zoo esistono semplicemente x un giro d''affari e dico a VOI MAMME e PAPA', che è vostra la 1°a responsabilità se quanto avviene a queste bestiole
Chi porta i figlioletti allo Zooo? Xkè? Qual'è il motivo?
Qualsiasi sia, è da STUPIDI!!!
A voi che fate questi cz di safari di MERDA, sarebbe da mettervi dietro alle sbarre x qualche anno, xfarvi comprendere l'effetto che fa ad un animale innocente ..la libertà è cosa sacra x tutti ma, a quanto pare, x voi è giusto che siate liberi voi e, non uno scimpanzé, leone, giraffa o tigre che sia ..strappati alla loro terra e ai loro simili, x poi essere deportati come criminali dietro sbarre, di cui contenti voi che andate a far visita, peccato che chi soffre non siate voi
Animali imprigionati all'interno di una piazzola, di max 3mq, ma anche se fossero 100, è disgustoso
La differenza fra il regno animale e l'essere umano è che il 2° fa + Bestia del 1°
20
Mustaine

Mustaine

45 anni, Roma (Italy)

Buona giornata a tutti...buon pranzo a chi si accinge a pasteggiare! Buone feste a chi si sente cattolico...buone feste a chi non è cattolico ma comunque passerà qualche giorno con i propri cari...

p.s. evviva i CAPELLONI! 😜
00
Michelotto967

Michelotto967

50 anni, Genova (Italy)

Bene! E giusto che vivano nel loro ambiente con i loro simili! BUONA PASQUA A TUTTI CAPELLONI CHE NON SIETE ALTRO!!! 😄 😃 😀 😜
00
resiliente59

resiliente59

58 anni, Genova (Italy)

Evviva ! 👏 👏 👏
00
Lovepedia utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze e mostrarti pubblicità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui. Chiudendo questo avviso, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.