Le figlie femmine migliorano la vita dei padri

Dei nuovi studi hanno messo in evidenza come l'avere una figlia femmina possa rendere migliore la vita di un padre sia dal punto di vista lavorativo che affettivo

Le figlie femmine sono un vero toccasana per la famiglia, soprattutto per i papà: a dirlo è un nuovo studio condotto dalla Harvard Business School.

In base allo studio delle dinamiche relazionali che sono state prese in esame, una figlia rende il padre longevo, arricchisce il suo spirito e lo rende anche un buon marito.

Questo accade perché una figlia è in grado di far vedere al padre la vita dal punto di vista femminile, inoltre il tipo di rapporto può influenzare positivamente anche la sua carriera lavorativa, oltre ad apportare ulteriori effettivi positivi anche in termini affettivi.

I ricercatori hanno seguito 50 padri mentre interagivano con i loro bambini, sia maschi che femmine. Da questo hanno notato come ben il 60% passava più tempo a rispondere alla bimbe che ai maschietti. Cantavano e parlavano molto di più con le figlie alle quali mostravano in modo più aperto le loro emozioni.

Questo accade perché "mentre con i figli maschi i padri possono rimanere più chiusi e sfidarsi su un piano psicologico, con le femmine devono imparare a negoziare" illustra lo psicoterapeuta Phillip Hodson.

Come premesso, i benefici dell'avere una figlia femmina sono visibili anche in termini lavorativi, rendendo ad esempio un padre meno avaro presso la sua impresa. Secondo infatti un'ulteriore studio, condotto dalla Aalborg University in Danimarca, le donne che lavorano in aziende con amministratori delegati che hanno figlie femmine guadagnano di più: la differenza di stipendio tra dipendenti uomini e donne si aggira sul 2,8% nel caso in cui il capo sia padre di una figlia sola, mentre scende allo 0,4% se le figlie femmine diventano due.

Basta guardare agli uomini potenti di oggi per trovare un grande riscontro con quanto messo in evidenza dalle ricerche.

91 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
romeo972

romeo972

47 anni, Bari (Italy)

Lo studio condotto dalla Harvard Business School è privo di senso.

In generale, va da se che ogni esperienza diversa arricchisce la persona che soprattutto la vive direttamente. Non a caso l'essere mano è tipicamente portato ad imparare realmente attraverso la pratica in senso lato, se non altro perché non tutto potrebbe essere immaginato.
Così, l'esperienza rafforza la conoscenza che arricchisce la cultura che influenza le scelte ed i comportamenti personali.
Da qui, avere figli maschi, femmine, omosessuali, diversamente abili, pur forse in modo impercettibile, determina una visione differente della realtà, anche in ambiti diversi da quelli familiari.

Circa lo studio indicato nella notizia, gli effetti benefici elencati sono facilmente riconducibili non tanto all'avere una figlia ma alla diversità insita nelle donne rispetto agli uomini. E' facile immaginare quanto la diversità possa arricchire positivamente ciascuno, non per acquisizione come propri degli elementi differenti ma per comprensione consapevole delle diverse esigenze. E' di fatto questo alla base della corretta integrazione culturale tra popoli.
L'esperienza di vita insegna che un uomo con stretti rapporti con le donne, a qualsiasi titolo, ha più possibilità di comprenderle nella loro generalità, migliorandone il rapporto.
Dunque, nulla di nuovo nel risultato della ricerca, di cui sono invece discutibili i processi causali che vi conducono.

Mi rammarica molto continuare a leggere notizie tra queste pagine con contenuto anche velatamente femminista, dipingendo immeritatamente ed in modo irriverente l'uomo come una razza inferiore rispetto alla donna, alle prese con la vita reale.
L'uomo e la donna sono uguali in dignità e diritti e le loro naturali differenze devono essere sempre considerate innate e capaci di arricchire gli altri.
I tanto vituperati "difetti" della persona sono soltanto "pregi diversi", qualità meno gradite da taluni ma sempre utili a chi le sa cogliere.

Denigrare gli altri, alla lunga, non aiuta a farsi più belli!
;bye
01

lisavia

Mi è capitato di osservare padri che trattano in modo diverso le figlie rispetto ai figli. Non credo siano consapevoli di farlo. La differenza è nel linguaggio più emozionale. Questo significa maggiore attenzione alle esigenze emotive delle figlie. Di contro con i figli maschi il comportamento è meno attento agli aspetti emozionali. Credo tutto parta dall'assunto che figli e figlie abbiano esigente emotive differenti. Questo può avere un'implicazione nella vita pratica: un padre che ha un buon dialogo con la figlia è un modello positivo anche per gli altri. Penso che le donne che hanno avuto un buon dialogo con il loro padre, crescendo siano donne più equilibrate. Quando un padre parla ad una figlia deve uscire dalla "comunicazione prettamente maschile". Significa un arricchimento umano che si riversa nella vita privata e professionale.
30

Cosmo1971

Ho un maschio, non credo una femmina mi avrebbe arricchito, forse poteva aiutarmi a limare qualche modo burbero che posso avere :smiley:
L'unione famigliare e quello che fa la differenza lavorativa e non. I figli crescono sereni e sicuri di loro senza complessi, arricchendo a loro volta i genitori.
20
supermaffepro

supermaffepro

54 anni, Milano (Italy)

Le figlie femmine migliorano la vita dei padri?
DIPENDE SEMPRE, chi è la figlia femmina ..se ti usciva la mia amica di infanzia del 3° piano, vedevi tu papà che Mega incazzatura :tongue:
Anche le femmine possono essere portatrici di guai ..ma guai grossi :D :D :D
DAI RETTA A ME, fatti un nodo al "Picio Cavallo" e non mettere al mondo disgrazie :scream:
Il mondo ringrazia ;P
20
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

Tipico articolo da ombrellone, tirato per i capelli; allora, i figli maschi, sono un toccasana per le mamme?
Chi ha dei figli, voluti e desiderati, li considera dei valori aggiunti, maschi o femmine che siano. Poi, come sottolinea la Emmo, dipende dal carattere individuale del genitore o della genitrice.

Personalmente, piuttosto che avere dei figli, mi taglio il monchio e, lo metto in un barattolo sott'aceto.
23
Michelotto967

Michelotto967

52 anni, Genova (Italy)

Non ho figli, quindi non posso esprimere giudizi diretti, i miei genitori hanno avuto un figlio ed una figlia in un sol colpo, contemporaneamente, quindi ce stato un equilibrio totale e non saprei quanto possa avere influito nella vita di entrambi per quanto riguarda gli aspetti affettivi e lavorativi... proverò a chiedere, però mi viene da pensare al fatto, che tali aspetti possano essere influenzati dal semplice e naturale, in genere, ma non sempre, prediligere per la figlia, da parte del padre, e per il figlio da parte della madre! :smiley:
21
fusow

fusow

55 anni, Modena (Italy)

io sono un papa' separato con 2 figlie e in casa faccio tutto io loro non muovono un dito lavo stiro cucino pulisco le porto a scuola alle visite ,ho un lavoro ,e faccio io le manutenzioni a casa e auto .sarebbero un toccasana per me se riuscissi a dormire almeno 7 ore al giorno ,preso dalle 3000 cose che devo fare. . pero penso che ne vale la pena sempre e comunque . ieri ho fatto loro un minicorso di sicurezza domestica ideato da me .
speriamo che quello scritto nell'articolo sia vero
00

massi765

un figlio maschio ed una figlia femmina arricchiscono la vita dei genitori ognuno alla sua maniera. credo che l'ideale sia avere tutte e due le esperienze. poi certo se lavori e hai una figlia femmina è normale che guadagni di più, ma quale capo non si accorgerebbe che avendo una figlia femmina, hai la gatta da pelare come si dice, cioè si hanno scarpe, vestiti e quant'altro da comprare ogni 5 minuti in ogni giorno della tua vita. si spinge il capo alla commiserazione con figli femmine, non sono mica tutti col cuore duro come una pietra per fortuna ;P
01

alella91

questo articolo lo devo far leggere a mio padre! :)
41
am2001

am2001

62 anni, Latina (Italy)

Io ho una figlia femmina, sono contento e felice di averla. Stando all'articolo la mia vita dovrebbe essere stata una passeggiata al lavoro, nei rapporti ......
Separato due volte perso lavoro tre volte ..........
Vabbè facciamo che i figli poco c'entrano che la amo lo stesso! ;)
20

Mustaine

Vero o non vero, da scapolo che non appartiene al proletariato (mi mancano i requisiti fondamentali ;P ), avendo avuto tre fratelli maschi, posso dire che a mio padre figlie femmine male non avrebbero fatto. Se mai fossi stato padre avrei tanto preferito figlie femmine... :D
10

resiliente59

Giustamente come dice emmo, dipende dal carattere

Poi la foto, non ci azzecca una mazza...
Il fatto che abbia 2 femmine ha fatto di lui un grande??
00
emmolina

emmolina

51 anni, Venezia (Italy)

Puo anche essere vero, come puo esistere la rivalità tra madre giovane e figlia ventenne, accentuata dal fatto che oggi le mamme quarantenni sono spesso piu belle delle figlie.
Credo però che dipenda dal carattere, piu che dal sesso. Un genitore "chiuso", lo sarà indipendentemente da figli maschi o femmine. Cosi come in ambito lavorativo, dipende dal lavoro e dalla posizione ricoperta.
Dubito che Obama sarebbe stato molto diverso con due figli maschi...la differenza spesso la fa la moglie.
20