Pillola per il cambio di sesso, a breve il via anche in Italia

L'Agenzia Italiana del Farmaco da l'autorizzazione per l'intervento medico nei confronti di tutti quegli adolescenti che soffrono di Disforia di Genere

Sono numerosi i giovani che soffrono di Disforia di Genere, ossia la sofferenza di non riconoscere la propria identità di genere con quella che si è avuta alla nascita.

In questi casi oltre al supporto psicologico è previsto anche un trattamento farmaceutico per “la sospensione della pubertà”.

Questo disturbo infatti, si presenta in giovanissima età comportando molte volte l’isolamento sociale e discriminazione.

Oggi l’intervento medico è finalmente autorizzato anche dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA): questo significa che la triptorelina, utilizzata solitamente nelle cura di alcuni tipi di tumore, potrà essere prescritta agli adolescenti gender variant, così da inibire lo sviluppo degli ormoni.

La richiesta all’AIFA è stata effettuata da alcuni eminenti specialisti in campo medico, la cui intenzione è quella di limitare, quanto il più possibile, atti di bullismo omotransfobico e di isolamento sociale.

Non solo: come evidenziato all’interno del quotidiano La Verità che ha riportato la notizia, lo psichiatra e presidente di Amigay, Manlio Converti, propone di rendere la somministrazione del farmaco gratuita. In Italia infatti, il percorso ormonale per la transizione e il mantenimento delle persone transessuali, è a pagamento: questo alcune volte induce taluni soggetti alla prostituzione o a degli atti criminali pur di pagarsi le cure necessarie.

 

 

 

54 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

Il trattamento farmaceutico per “la sospensione della pubertà” approvato dall'Agenzia Italiana del Farmaco appare poco chiaro, non riuscendo a definirne l'obiettivo finale a valle del percorso.
Così rimango perplesso sulla sua utilità, soprattutto in prospettiva per il giovane paziente, a meno che venga deciso il cambio di genere definitivo.

In ogni caso, che piaccia o no, indiscutibilmente la disforia di genere si presenta come malattia, venendone curata la manifestazione con farmaci.
Da qui, trattandosi di questione squisitamente medica, discuterne mi appassiona ben poco.
👋
70
Oni77

Oni77

40 anni, Teramo (Italy)

Argomento forse troppo delicato x essere discusso in un sito x incontri. Nn ho nulla da dire sulle coppie omosseuali. Ma sinceramente intervenire sul corpo con una pillola mi fa strano.
50
emmolina

emmolina

50 anni, Venezia (Italy)

La disforia di genere è considerata una malattia psichiatra a tutti gli effetti. Credo sia anche l unica che si ritiene curabile anche con la chirurgia.
Si manifesta quando un bimbo nn si riconosce nel suo sesso e questo porta a enfatizzare i comportamenti del sesso a cui si sente di dover appartenere.
Ovviamente nel tempo porta a depressione, nervosismo, iperattività, sintomi di un malessere interiore xche un bimbo nn riesce a darsi spiegazioni su quello che gli sta succedendo
Purtroppo in Italia c è ancora troppa disinformazione e troppi pregiudizi su questo argomento molto importante e delicato. I bimbi nn hanno mai colpa, forse chi punta il dito nn ha ben chiara la sofferenza che patiscono, tanta e tale che spesso arrivati ad un età consapevole, molti tentano il suicidio.
A mio avviso catalogarla come "malattia" nn è la cosa più giusta , nn vorrei si tornasse indietro nel tempo, quando nei manicomi venivano rinchiuse persone che avevano solo piccoli problemi, risolvibili in maniera più delicata e tranquilla, invece nn uscivano più da quei luoghi mostruosi.
Impariamo dagli errori
61
JimmyXXX

JimmyXXX

58 anni, Trieste (Italy)

Argomentazione troppo complessa per la maggioranza della fauna che frequenta questo forum.
90
timidocurioso

timidocurioso

38 anni, Potenza (Italy)

..votati all'eliminazione
del dolore..
..si ripongono nell'aspetto
innocuo delle pillole..
..le speranze
di una società analgesica
prossima all'anestizzazione
del cuore
per gli effetti collaterali
dell' amore.


... ricordo com'era..
il mondo
..con meno pillole
e tanti baci.
21
tantonontelado

tantonontelado

29 anni, Torino (Italy)

Caro Mario Converti, ma quale "sospensione della pubertà" potrebbe essere cosa lecita? Come recita il tuo cognome è ora di convertire il tuo cervello...se vuoi ti prescrivo una pillolina...gratuita, ovviamente!
05
umtol

umtol

47 anni, Isernia (Italy)

La genialità dei medici,somministrare un farmaco per la cura del cancro a bambini per evitare atti di bullismo omotransfobico è qualcosa di grandioso.Immagino i test clinici sui bambini di 5,10 anni già effettuati con scontato esito positivo sull'organismo e sulla psiche.Il blocco della produzione degli ormoni sessuali avrà reso questi bambini felici e contenti e non soggetti a bullismo
04

NELL1

" DOVE L'IGNORANZA URLA , L'INTELLIGENZA TACE"......
(probabilmente ad oltranza).
32

Any79

Buondì Manu ....Se alla base c'è sofferenza..c'è un non riconoscersi..un nn accettarsi...io sono favorevole..la somministrazione del farmaco..che deve essere gratuita...certamente deve essere supportata da una forte e valida assistenza psicologica...xchè la sofferenza e il dolore che ci sono dietro questi percorsi e cambiamenti immagino sia notevole.. Namastè 🙏💛😊👋 Seren¥ and Stay tuned..@@@@
23
dimipunk

dimipunk

43 anni, Trieste (Italy)

Ma scherziamo? Moltissime persone devono pagare di tasca propria dei medicinali salvavita e, qualcuno si sogna di rendere gratuite......pillole che bloccano la pubertà in vista di un cambio di sesso?
Ah, certo, la proposta viene da uno "psichiatra" presidente di camarilla di froci, cosa ci si poteva aspettare.

Chi non si riconosce nel proprio sesso va CURATO, non incentivato a cambiarlo, come se i propri organi riproduttivi siano un amnenicolo da sostituire come fosse un cambio di biancheria.
321

massi765

No comment
04