Calo del desiderio femminile: non tutte lo sanno

Non tutte le donne sono consapevoli del fatto che anche loro possono essere soggette ad un calo del desiderio. Una ricerca spiega come affrontare il problema

Le donne (non tutte però) sono convinte di non essere soggette ad un calo del desiderio e che questo si mantenga immutato e costante nel tempo: niente di più errato.

Avere invece una consapevolezza di questo tipo, determinata anche da sbalzi d’umore e ormonali, può aiutare a gestire il problema affrontandolo in modo adeguato.

Ciò è quanto dimostrato da una ricerca condotta da Uzma S. Rehman, professoressa di psicologia all'università di Waterloo e di Siobhan Sutherland, dottorando nell'ateneo belga, per la quale sono state intervistate 780 donne americane di diverse etnie ed età.

Il risultati hanno dimostrato che le esponenti del gentil sesso consapevoli della variabilità della loro libido e di provare eccitazione affrontano il problema con meno negatività. Chi invece è convinta che il desiderio sia immutabile è meno predisposta a superare i problemi legati al calo del desiderio.

"I nostri risultati suggeriscono che ritenere che il desiderio possa cambiare nel tempo può proteggere le donne dal rispondere in modo impotente ai loro problemi sessuali", ha spiegato Sutherland. "Acquisire una migliore comprensione di come le convinzioni delle donne influiscono sul modo di affrontare le sfide del desiderio sessuale può aiutare a perfezionare gli interventi psicologici per i problemi delle donne con il desiderio sessuale".

115 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

Harriet12

Ogni coppia è un caso a sé, se manca il desiderio manca anche altro,complicità ,stima stabilita,divertimento,amore...Non credo sia un problema fisiologico né per le donne né per gli uomini . 🙋
112
Windsun

Windsun

50 anni, Avellino (Italy)

Buongiorno , letto solo il titolo e visto la foto.
Mi viene spontaneo dire " cari siete messi male ".
Alcune volte quanto riguardo questi articoli tutti insieme penso che chi il pubblica deve avere seri problemi.
Mai un articolo che tutto va bene, ma solo tegole sulla capoccia.
39
timidocurioso

timidocurioso

38 anni, Potenza (Italy)

..si sfiorano
le corde ,
I tasti..
..un tocco
per sentire
i suoni inutili..
..un'altro
per ricordare
le melodie..

Non sono un musicista.

..le donne sono uniche e diverse..
..si accarezza la pelle
per conoscere
i suoni del piacere condiviso..

..il sesso non è un obbligo.
22
dimipunk

dimipunk

43 anni, Trieste (Italy)

Calo del cosa?

L' unico desiderio femminile è quello di spettegolare per ore, mettere a soqquadro i negozi di scarpe, vestiti e cosmetici e, consumare la specchiera di casa a forza di riflettercisi dentro, lamentando l' ineluttabilità della bella stagione e frignando per il fallimento della prova costume.

Allegri e fimmine.
212

Any79

Buongiorno Manu 🌸..beh non credo vi siano donne convinte del fatto che il desiderio rimanga immutabile nel tempo..si sa invece che quest'ultimo cambia..e la libido a seconda di tanti fattori può anche diminuire a periodi...il riconoscere e accettare il calo ma anche l avere il compagno cha abbia un giusto supporto e un rapporto di fiducia e comprensione senza dubbio aiuta a superare questo momento delicato e a non viverlo come una cosa negativa...@nzi..
"Libidosi" e Consapevoli 😊🙋‍
Be happy ✌✌
210
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

Tutto qui?!
Intervenire con una ricerca condotta da Uzma S. Rehman, professoressa di psicologia all'università di Waterloo, e Siobhan Sutherland, dottorando nell'ateneo belga, per scoprire che la maggiore consapevolezza per le donne di non ritenere immutabile il proprio desiderio sessuale con l'avanzare dell'età sia utile ad affrontarne meglio le conseguenze appare francamente insufficiente, anzi ridicolo.
Infatti, va da sé che in linea di principio qualsiasi problema potrebbe essere risolto meglio se ne esistesse maggiore consapevolezza in senso lato. Del resto, si sa, non va dimenticato che innanzitutto ogni problema potrebbe essere affrontato a patto che ne venga riconosciuta l'esistenza, oltre la gravità.

Oltretutto, la vera incognita di tale ricerca è rappresentata dall'assenza di una soluzione concreta proposta al problema esaminato. A parte suggerire il tipo di approccio psicologico, nulla è indicato su strumenti e metodologie pratiche d'intervento, anche per casi tipici. A ben riflettere, di fronte al calo del desiderio sessuale femminile, l'approccio psicologico si rivelerebbe utile solo se le cause fossero riconosciute come prettamente psicologiche, posto che le motivazioni potrebbero di certo avere radici assai differenti.

Insomma, questa ricerca appare affatto destituita di ...utilità!
👋
55
aurevoir

aurevoir

59 anni, Genova (Italy)

Pronti, via, è colpa dell'uomo.

Che poi non è che non sia mai vero, è possibile.
Così come, io uomo, mi rompo il cazzo di trombare sempre la stessa donna, nello stesso modo, con le solite ripetitive modalità, è evidente che può succedere lo stesso dall'altra parte. Magari facendo pure paragoni, questo scopa meglio, c'è l'ha grosso, dura ben 11 minuti. Tutto giusto, magari accadesse spesso.

Invece no, partono le lagne psicologiche. E si cercano colpe in un maschio che esulano dalla sola sfera sessuale. Forse ammettere che un maschio non si diverta molto a letto con una lei qualunque fa male all'autostima personale.
Giustamente noi ci impippiamo di integratori, a volte per portare avanti affetti che andrebbero invece in culo se il tutto fosse giocato sul filo di mantenere in piedi rapporti solo se ci si diverte a scopare. Perché il cazzo ce lo manifesta se ci stiamo divertendo o no.
Ed in fondo è anche bello che sia così, significa la massima lealtà possibile.
Non mi diverto, il cazzo si ammoscia. Niente tare psicologiche, niente colpe da attribuire a terzi.

Riprendendo una frase di Dairle bisogna essere capaci.
Io non ci credo molto in quanto molta gente crede di esserlo.
E vive le cose solo nel modo che conosce, spesso estremamente limitato.
Per cui ogni step diverso è non essere capaci, detto all'altro logicamente, non a se stessi.

Allegri!!
16
emmolina

emmolina

50 anni, Venezia (Italy)

Col partner giusto mai avuto nessun calo, anzi.
Poi è risaputo che noi donne siamo governate dal ciclo ormonale, questo fa sì che nei giorni Dell ovulazione sentiamo più desiderio, mentre dopo può esserci un picco verso il basso, ma nn ho mai sentito che si debba fare l amore x forza, dunque il problema nn si pone.
La menopausa si affronta con l aiuto degli ormoni sostitutivi e, alla mal parata, con i gel lubrificanti, donne SVEGLIARSI!!!!
Altra cosa importantissima è l intesa, e l attrazione mentale, x noi donne è basilare.
Lo stress si scarica facendo l amore dunque va bene provarci anche se nn si è esattamente preda di delirio, di solito funziona e, una volta iniziato, ci si diverte.
Comunque aspetto trepidante i commenti dei professori... Oooops, maschietti qui presenti, sarà da divertirsi 😊
Bonjour a tout le monde
54

NELL1

toh..... hanno scoperto l'acqua calda...
logico che i problemi del calo del desiderio arrivano quando il partner non e' coinvolto o mancano delle cose che sono basilari per eccitare una donna, (ad esempio un bacio come si deve)e che non sono quelle che la maggior parte dei maschi crede...... 😝
quelli legati a fatti ormonali in base all'eta' dipendono anche dalla lubrificazione, e quando un uomo se gli dici "mi fai male" ti risponde " e' solo perche' hai paura" non solo non ha capito una cippa , ma di donne ne capisce come i cavoli a merenda..... ma a parole sono sempre tutti dei fenomeni del sesso 😁 😂 😂

buongiorno ☕
49

Resiliente1959

Ora voglio vedere quanti uomini si arrogano si sapere
😁
43
massi765

massi765

46 anni, Roma (Italy)

Si credo sia giusto, ammettere una cosa con noi stessi è il primo passo per essere consapevoli e quindi poter essere in grado di risolvere o comunque voler risolvere il problema. C'è anche da dire che non bisogna sopravvalutare. Se dopo i primi tempi della conoscenza dove tutto è anche una scoperta che rende le situazioni speciali, dopo subentrano quei tipici alti e bassi che fanno parte della vita e della normalità, non bisogna farne una tragedia. Primo perché fanno parte della vita e non sono una tragedia ma è la vita che è così, secondo perché sono l'occasione per coltivare e saldare di più la complicità di coppia che con un minimo di fantasia si rinvigorisce. Se poi alla base del calo sia per l'uomo che per la donna, c'è un problema più serio e cioè è venuta a mancare la complicità o peggio l'amore in stile: pensavo fosse amore invece era un calesse.... allora alzate le mani e non fate finta che il problema non c'è perché sarebbe una finzione troppo negativa anche e soprattutto per voi stesse. Le donne sono femminili. e la femminilità sa come mettere l'uomo nella situazione di essere stato stuzzicato in qualcosa. mandate messaggi giusti e se uno vuol capire.... lo capisce!
03
Lovepedia utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze e mostrarti pubblicità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui. Chiudendo questo avviso, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.