Sei in: Home » Magazine » Notizie » La passione è nordica: ecco i più felici in camera da letto
Torna alla Prima Pagina del Magazine
Notizie

La passione è nordica: ecco i più felici in camera da letto

Secondo una ricerca gli abitanti più soddisfatti della propria vita intima sarebbero quelli della Valle d'Aosta

La passione è nordica: ecco i più felici in camera da letto

Quale parte del Bel Paese è maggiormente appagata dalla propria vita sessuale? Forse la nostra immaginazione ci porta automaticamente al sud Italia, laddove il sole e la focosità dei suoi abitanti potrebbe farci pensare ad una vita erotica particolarmente soddisfacente. Ma una recente indagine ha dato risultati del tutto differenti.

Sarà forse il clima particolarmente rigido a spingere gli abitanti della Valle d'Aosta a trascorrere più tempo sotto le coperte? Secondo un'indagine relativa al rapporto fra italiani e vita sessuale è infatti emerso che i più soddisfatti dalla propria vita erotica siano proprio gli abitanti della Valle d'Aosta che, insieme agli abitanti della Lombardia e del Piemonte, avrebbero per l'84% affermato di ritenere il sesso una componente basilare se si vuole raggiungere la felicità. La motivazione di un tale appagamento risiederebbe, secondo l'opinione degli intervistati, nell'equa partecipazione, all'interno della coppia, alle scelte inerenti la vita intima, senza alcuna ansia e/o pressione. Questo, per più della metà dei sottoposti all'indagine, sarebbe un fattore fondamentale per rinsaldare la complicità, la passione e la serenità nella propria relazione. Ecco che il rigido inverno non fa poi così paura nemmeno fra le montagne!

Potrebbe interessarti

15 commenti

I vostri commenti

Questo utente non è più registrato su Lovepedia.netReNero_
Inserito il 09 nov 2011, 15:24
Credo che il tutto parta da una condizione piu mentale che fisica e poi bisogna saper trovare giusti stimoli e buon affiatamento.
Questo utente non è più registrato su Lovepedia.netReNero_
Inserito il 09 nov 2011, 15:24
Credo che il tutto parta da una condizione piu mentale che fisica e poi bisogna saper trovare giusti stimoli e buon affiatamento.
romeo972
42 anni
Bari
offline (era online 1 giorno fa) offline

Interventi: 1229
Inserito il 10 nov 2011, 00:14
Francamente, questo genere di indagine mi lascia particolarmente perplesso.
Infatti, mi piacerebbe conoscerne maggiori dettagli sul campione scelto d'intervistati e a quali quesiti sono stati posti.

In ogni caso, in generale e tralasciando il risultato del lavoro svolto qui citato, valutare con buona approssimazione l'appagamento sessuale medio in Italia e quale porzione di italiani ne beneficia maggiormente mi sembra complesso. Come è facile immaginare, infatti, l'argomento si presta ad una valutazione plurisfaccettata e di più difficile sintesi e valutazione.

Come valutare la soddisfazione personale in ambito sessuale?
...rilevando innanzitutto la disponibilità effettiva dell'uomo e della donna ad intraprendere il necessario approccio iniziale.
Purtroppo, non mi sembra che esista non solo tale disponibilità ma anche persino la volontà (per paura, tipicamente) di frequentare l'altra persona, specie nelle donne.

Quale campione di soggetti valutare?
...persone prevalentemente in età riproduttiva, di qualsiasi ceto, censo, stato civile.

In realtà, com'è naturale, ciò che soddisfa deve essere desiderato ed espresso liberamente. Tuttavia, ancora oggi, i troppi tabù ed i molti ingiustificati timori da un lato e la consapevolezza serpeggiante di poter essere indipendenti, autonomi ed autosufficienti dall'altro, con i primi che frenano ed i secondi che inibiscono, rendono assai spesso, inaspettatamente e più di quanto si possa immaginare, quella libertà pura teoria...

...del tutto inapplicabile!
japanj
34 anni
Toronto
offline (era online più di 1 anno fa) offline

Interventi: 51
Inserito il 10 nov 2011, 04:56
e' vero per l'Italy....valle d'Aosta ok e' freddo.Toronto adesso ha temperatura max +9 min +1... poi gennaio min -9 .....noi siamo piu' al freddo dell'Italy. Passione + grande ciao
attimisonori26
50 anni
Milano
offline (era online più di 1 anno fa) offline

Interventi: 62
Inserito il 10 nov 2011, 21:06
ci vuole feeling....il resto tutte balle
attimisonori26
50 anni
Milano
offline (era online più di 1 anno fa) offline

Interventi: 62
Inserito il 10 nov 2011, 21:11
@Romeo972, quando ti stancherai di scrivere quotidiani?..ti prego è sufficiente 1 commento breveeeeeeeeeee
inomma
56 anni
Roma
offline (era online 3 ore fa) offline

Interventi: 1143
Inserito il 10 nov 2011, 22:02
non pensavo che il termine latin lover, venisse dai paesi scandinavi....
relaurino
56 anni
Milano
offline (era online 10 ore fa) offline

Interventi: 1049
Inserito il 10 nov 2011, 22:27
cara attimisonori hai perfettamente ragione ci vuole molto feeling ma soprattutto molta pazienza e molta voglia di fare andare bene le cose, di saper aspettare il partner e di non prevaricare mai le sue esigenze, in questo ormai noi italiani non ci sappiamo più fare, non solo noi maschi ma anche le donne. Chi ci riesce ha la fortuna di avere un rapporto molto sincero aperto e duraturo.
knives214
28 anni
Agrigento
offline (era online 13 ore fa) offline

Interventi: 31
Inserito il 14 nov 2011, 10:19
eh beh... fa buio prima, poi c'è freddo, la neve fuori... bisogna scaldarsi e smaltire la polenta e la fonduta della cena
Questo utente non è più registrato su Lovepedia.netthe_jocker
Inserito il 14 nov 2011, 12:08
si dice lo stesso da anni per i paesi nordeuropei.

pare sia vero, mi pareva anche di aver letto qualcosa a riguardo, con testimonianze anche di qualche vip.

e non sono da escludere ragioni come il freddo e le giornate più brevi, in breve succede perchè non c'è molto altro da fare..
inomma
56 anni
Roma
offline (era online 3 ore fa) offline

Interventi: 1143
Inserito il 14 nov 2011, 22:37
...guardare protestantesimo e il tg di fede...il gioco è fatto e il sonno assicurato...tantissimi guai in meno!
niknay
46 anni
Imperia
offline (era online 6 giorni fa) offline

Interventi: 177
Inserito il 16 nov 2011, 19:31
un'indagine sulla vita sessuale degli italiani!
sulla la cartella del censimento non c'era nulla..!!
Questo utente non è più registrato su Lovepedia.netRiccardodeville
Inserito il 14 gen 2012, 12:30
Credo che se ci sia una buona intesa sotto il profilo passionale , ed una buona complicita' senza tabu'...dove nulla e' violazione ma semplice piacere condiviso...senza farsi dei tarli mentali nell'esporre a vole cosa ci piacere fare...o...farsi fare dal proprio partner...e quindi condividendo le proprie idee e desideri in un dialogo libero e reciproco come su qualsiasi altro tema della vita di coppia...Credo che non sia necessario essere del sud...oppure vivere in Val d'Aosta per vivere un rapporto di coppia alquanto Passionale !
Questo utente non è più registrato su Lovepedia.netAvventuriero90
Inserito il 17 giu 2012, 23:43

Dall'articolo:

"Quale parte del Bel Paese è maggiormente appagata dalla propria vita sessuale? Forse la nostra immaginazione ci porta automaticamente al sud Italia, laddove il sole e la focosità dei suoi abitanti potrebbe farci pensare ad una vita erotica particolarmente soddisfacente. Ma una recente indagine ha dato risultati del tutto differenti."

In-fatti, è l'immaginazione, cioè un atteggiamento mentale non fondato sulla ricerca scientifica a condurre  alla persuasione (fede) che gli abitanti del sud d'Italia siano maggiormente soddisfatti eroticamente rispetto ai fratelli del Nord. Ed è la stessa immaginazione non scientificamente fondata a convincere soprattutto i maschietti della parte più calda del Bel Paese di "averlo sempre pronto", e dunque indubbiamente più frequentemente pronto. Così come è sempre la medesima immaginazione non definita dal rigore del sapere scientifico ad aver fede in qualcosa come la scontatezza di una particolare soddisfazione erotica in generale. Ci sarebbe davvero di che sorridere, anche in considerazione della indiscutibile realtà che vede da decenni, tanto gli italiani del Sud quanto quelli del Nord, farsi protagonisti di vere e proprie spedizioni di massa alla volta dei paesi del medio ed estremo nord europeo..

L'intervento di romeo972 merita qualche considerazione ulteriore. Egli scrive:

"Francamente, questo genere di indagine mi lascia particolarmente perplesso. Infatti, mi piacerebbe conoscerne maggiori dettagli sul campione scelto d'intervistati e a quali quesiti sono stati posti.In ogni caso, in generale e tralasciando il risultato del lavoro svolto qui citato, valutare con buona approssimazione l'appagamento sessuale medio in Italia e quale porzione di italiani ne beneficia maggiormente mi sembra complesso. Come è facile immaginare, infatti, l'argomento si presta ad una valutazione plurisfaccettata e di più difficile sintesi e valutazione."

Fa bene a manifestare una certa perlplessità, giacchè un altro dei miti caratteristici di una certa cultura scientista è la persuasione (credenza) di poter porre sullo stesso piano tanto la metodologia propria delle scienze naturali quanto quella delle scienze storico-sociali.Già Sigmund Freud nei primi anni del 1900 rifletteva sulle difficoltà oggettive (di metodo scientifico)  che investivano la sessuologia alle prese con i soggetti umani in generale e di sesso femminile in particolare.

Che la valutazione del fenomeno della soddisfazione sessuale in generale e nella sua articolazione secondo le latitudini sia estremamente complessa in senso oggettivo (intersoggetivo= scientifico), è inoltre sostenuta dalla considerazione che essa s'inscrive nel contesto di una realtà che come quella italiana è radicalmente (cattolicamente) sessuo-fobica. Il maschio italico, sia esso del Sud, sia esso del Nord, tanto vantato (Latin lover) dalla femmminilità anglo-sassone - è in realtà un chiaccherone. Trattasi, a ben guardare, di una figura leggendaria: il maschio italiano che dal secondo dopoguerra è stato protagonista di una certa cultura funzionale a determinati interessi di mercato, è stato ed è ancora il maschio che ce l'ha "sempre pronto", vale a dire e tradotto nei termini di una coscienza alternativa, è il maschio che "impone" l'amplesso. L'averlo sempre pronto (straordianaria focosità latina) significa invero la fantasia-chiacchera volta alla dissimulazione della propria angoscia (ansia) dinanzi al femminile.

Franco

Questo utente non è più registrato su Lovepedia.netjanne
Inserito il 18 giu 2012, 09:16

"Houston, abbiamo un problema"

o non si riesce a pubblicare, oppure i post sono clonati all'infinito....che stresss (si proprio con tre esse)

Scrivi il tuo commento

Per scrivere un commento devi effettuare il login.
Accedi subito a Lovepedia.net.
Accesso rapido a LovepediaInstalla Toolbar

Segui il Magazine

Google currents

Citazioni famose

dal film "E' meglio bruciare subito, che spegnersi lentamente"."
(dal film "Highlander")