Eutanasia: pro o contro alla sua realizzazione?  

L'eutanasia è una scelta del malato o di chi ne fa le veci di morire senza provare alcun dolore. Ma è permesso? I cittadini italiani sono a favore?

Cos'è l’eutanasia e perché è importante?

Si tratta di una pratica medica non molto usata qui in Italia e indirizzata soprattutto ai malati con malattie gravissime, spesso vicini o in prossimità della morte o che riconducono a problemi molto gravi in ambito medico. 

L’argomento eutanasia divide le masse tra chi è favorevole e chi è contro, in quanto considerata come una sorta di omicidio-suicidio. Questa pratica infatti, aiuta il malato a sostenere le ultime ore di vita e lo conduce, senza alcun dolore e in modo impercettibile, verso la morte.

Numerose fonti hanno messo in evidenza come la maggior parte dei cittadini italiani siano a favore: più del 93% infatti, ha detto sì a questa tecnica e provvedimento medico usato fuori dall'Italia.

Nel nostro Paese, anche per via dei vari casi di cronaca e mediatici come quello del Dj Fabo e di Eluana Englaro, l’argomento è stato portato in parlamento, ma tuttavia sono numerosi i partiti che tengono bloccata la legge non consentendone la realizzazione.

Qual è la tua posizione in merito l’argomento?

73 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Luck-87

Luck-87

31 anni, Sassari (Italy)

Ciao, io penso che la vita sia un diritto inviolabile, un bene prezioso da vivere al meglio. Purtroppo ci sono persone che per motivi diversi non possono vivere una vita normale: malati terminali, allettati verso cui non si riesce a trovare una cura, e per cui le probabilità di guarigione sembrano precluse, il rispetto della volontà di queste persone di voler morire o no mi sembra un atto d’amore verso questi poveretti, sarà giusto, sarà sbagliato, ma è il semplice rispetto di una volontà
50

Alex5464

nessuno ha diritti sulla mia vita e sulla mia morte
tranne me.
come nella vita sono libero di fare scelte
perché non posso esserlo anche nella morte?
eutanasia si!
21
ProviamolaLUNApurediGiorno

ProviamolaLUNApurediGiorno

58 anni, Trento (Italy)

Finché la Chiesa Cattolica Apostolica Romana esercita il suo potere sullo stato italiano come da secoli fa, la volontà anche di tutto il popolo italiano è ridotta a zero.
Quando lo stato italiano diventerà laico davvero, allora si può cominciare anche a trattare di argomentazioni etiche sulla liceità dell'autanasia, anche ovunque se ne abbia voglia di parlarne..
30
Dairlewanger

Dairlewanger

42 anni, Piacenza (Italy)

argomento molto delicato ....da non trattare in un blog come questo.

🔥 boia chi molla
11
francy371

francy371

48 anni, Brescia (Italy)

Rinunciare alla propria vita non é una facile decisione da prendere ma in alcuni casi dove la condizione umana diventa insostenibile per gravi problemi di salute si dovrebbe poter avere il diritto di scegliere se poter terminare la propria esistenza là dove non ci fossero possibilità di cure
00
kronton1

kronton1

68 anni, Bergamo (Italy)

"...Maledetto l'Uomo che ha fede nell'uomo..." questo rispondo a chi pretende di discutere /suggerire/imporre/persuadere gli altri su cose che riguardano la vita e la morte ... non essendone i veri artefici... ma solo degli strumenti nobili..? (perchè di ciò coscienti)!
Una risposta alla presunzione è stata già data oltre cinquemila anni addietro a chi raccontano lo aveva in qualche modo preteso...
Ovvero: " ... Chi come Dio...!!! "
11
Master_fortiter

Master_fortiter

59 anni, Milano (Italy)

I termini di cui ne parla l'articolo sono disonesti intellettualmente, sembra che chi sia a favore dell'eutanasia sia un benefattore mentre chi ne é contro non abbia nessuna valida ragione per opporsi alla stessa. Se il 93% ne sarebbe a favore (ammesso che sia vero) è una percentuale da regime totalitario e dimostra che la gente non é al corrente dei veri termini medici ed etici in cui va posta la questine. Fra i medici che conoscono i termini tecnici non c'é affatto il 93 favorevole...............
11
Brill2019

Brill2019

59 anni, Brescia (Italy)

Buonasera, l’eutanasia e’ Un ( diritto) ognuno ha diritto di morire con dignita’
Nel momento in cui la vita diventa ( il niente) solo sofferenze , attaccati a macchine x respirare , peg, cateteri, aspiratori, piaghe, svuotamento manuale alvo eccecc, mi dite che senso ha vivere?

Perche’ Qualcuno nell’alto dei Cieli dice che lui ci ha dato vita e sta a Lui decidere quando terminare ?
Nooooooo cazzata
07
Simon0574

Simon0574

45 anni, Modena (Italy)

Io sono completamente a favore perché quando un essere vivente non ha più speranze di sopravivere, deve essere applicata necessariamente l'eutanasia per non farlo aggravare ulteriormente con delle sofferenze attroci.
02
dario5812

dario5812

58 anni, Vicenza (Italy)

Chi come me è sopravvissuto ad un cancro può dire la sua, essere nutriti a forza con sondino nasogastrico o peggio con la peg non è il massimo anzi quello che entra nel giro di un'ora al massimo esce in forma di dissenteria, essere idratati forzatamente non è il massimo, il catetere non è il massimo, le piaghe da decupito non sono il massimo, per cui si all'eutanasia perchè ogni forma di sostentamento artificiale e artificioso è una violenza gratuita, non richiesta.
20
timidocurioso

timidocurioso

39 anni, Potenza (Italy)

.. qualsiasi stima economica..
..e contro la mia visione umana di libertà..
21
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

L'argomento Eutanasia, è una delle armi a doppio taglio più insinuose che ci siano ; sino a che punto è un modo per mettere fine alle sofferenze fisiche e, fino a quale lo è per eliminare chi è troppo costoso da mantenere?

Come facciamo a stabilire esattamente se, è una norma di rispetto per l'uomo o, un subdolo metodo per togliere di mezzo i non produttivi?
Tanto più che, il nostro sistema informativo/propagandistico, è geniale nell'arte di creare il secondo, camuffandolo nei panni del primo.....

Di recente, una parlamentare olandese, ha proposto di limitare le cure mediche per le persone con più di 70 anni..... Quanto scommettiamo che, a breve, legalizzeranno l'eutanasia, spacciandola per norma umanitaria, come già hanno fatto nel limitrofo Belgio?. ... Diamine, pensioni e sanità costano e, la ricchezza prodotta, mica è per te, pezzente di un cittadino comune.
Produci. Consuma. Crepa.
Ora, potrai farlo dolcemente.
47
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

40 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Purtroppo la vita ci riserva sempre qualcosa di tragico.
Non si augura la morte. Piuttosto che soffrire e farci soffrire, meglio staccare la spina. Esprimo il mio parere perché mi è capitato in famiglia.
53
KlocksterSuburbyte

KlocksterSuburbyte

29 anni, Milano (Italy)

Spesso tra il dire e il fare ci si trova di mezzo il mare, però diciamoci la verità, la cosa più importante non è ciò che uno sceglie, quanto la libertà di averlo potuto scegliere...
10
SieteBruttePerZone2

SieteBruttePerZone2

60 anni, Genova (Italy)

in Italia la chiamano la morte dolce e , viene praticata in strutture apposite.
il malato terminale, viene ricoverato e piano piano , viene sedato a morfina, fino all'ultimo...accompagnato ad una morte dignitosa
a Genova abbiamo la struttura Gigi Ghirotti ...immensi davvero; ne so qualcosa per mio fratello.

quindi in Italia non usiamo la parola eutanasia ma, esiste eccome .
311