Dagli Stati Uniti arriva il primo farmaco anti-depressione post parto

Sono numerose le donne che possono essere soggette ad una depressione post parto, ma oggi per loro sembra essere arrivato un nuovo alleato. Guarda di cosa si tratta

La nascita di un bambino rappresenta un evento di grande felicità nella coppia, ma si caratterizza anche per una patologia molto insidiosa nella donna rappresentata dalla depressione post parto.

Dagli Stati Uniti perviene però un'importante novità: è stato dato infatti il primo via libera all'utilizzo di un nuovo farmaco, il cui principio attivo si basa sul brexanolone, che nei diversi test effettuati ha evidenziato come la sintomatologia tipica della depressione si sia ridotta entro 30 giorni.

La somministrazione del farmaco avviene per via intravenosa per circa 60 ore sotto monitoraggio della struttura ospedaliera, per evitare che le donne possano perdere conoscenza. Al momento, il farmaco si trova sotto valutazione da parte dell'EMA, con lo stato Prime per velocizzare l'approvazione. 

Si tratta indubbiamente di una svolta molto importante per un gran numero di donne che sono colpite dal disturbo, che in alcuni casi può anche comportare un serio pericolo di vita per le stesse.

I risultati positivi di questo farmaco sono dovuti al brexanolone che riesce a compensare il brusco calo degli ormoni steroidei, che comportano appunto i sintomi depressivi.

13 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Simon0574

Simon0574

45 anni, Modena (Italy)

Mamma mia! 😮
E davvero un farmaco con i fiocchi.
Battute a parte se tutto verrà approvato sarebbe un valido ed efficace aiuto contro questa terribile depressione.
02
Brill2019

Brill2019

59 anni, Brescia (Italy)

La depressione post partimmo nn va’ sottovalutata
Ben venga il farmaco
Prevenire e’ Meglio che curare
13
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

La foto in calce all'articolo, è piuttosto cruda e diretta ma, visto l'argomento in questione, forse, è azzeccata.
Un pavimento, una donna ed un bimbo, assieme ma distaccati. Lui piange, lei, si copre il volto con le mani.
Cos'è accaduto?

prima ancora di dare il via ad una terapia farmacologica, quantunque necessaria, sarebbe il caso di capire cos'ha scatenato il mostro meglio noto come depressione.
Il parto?
La messa al mondo di un figlio?
Eppure, le donne mettono al mondo pargoli della nostra specie, fin da quando essa è tale, non è una novità; però, alcune reagiscono così.
Perché?
Cosa non si sa?
O meglio, cosa è stato dimenticato?

Essere genitori è, probabilmente, il mestiere non retribuito più antico del mondo, più ancora di quell'"altro" che, invece, ha sempre richiesto una retribuzione……
Non è per tutti.
Forse, sarebbe il caso che, scuola, famiglia e strutture sociali in generale, fornissero a coloro che desiderano un figlio, dei corsi preparativi, in cui, si spieghi chiaramente, la mole di responsabilità e cambiamenti che, comporta il fatto di riprodursi.
Se, si riescono a stroncare sul nascere, le cause della depressione post parto, potremo evitare di fare pubblicità al brexanolone……….
15
tivogliotantobene

tivogliotantobene

57 anni, Udine (Italy)

Azz.. anche questo hanno inventato, io sono contrario ai medicinali
06
any1979

any1979

40 anni, Foggia (Italy)

Nn credo proprio serva il farmaco...
Ma solo amore
Buondì
Baciotti
❤😘👍👑💎😍
39
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

40 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

La depressione è una brutta cosa
Nessun che ti faccia ridere.
A volte basta poco per trovare la felicità
15