Rifiuta soggiorno ad una coppia gay, Arcigay: «Boicottiamo l'host»

Una coppia omosessuale italiana è stata rifiutata dalla proprietaria di una casa, presente in un noto motore di ricerca. Ecco come sono andate le cose

Arriva da San Severo, Foggia, l'ultima esternazione di omofobia.

Matteo, ragazzo modenese, prenota per due giorni di agosto una casa nel foggiano per lui e il suo compagno. Appena Tiziana, padrona della casa, vede due ospiti entrambi uomini, chiede delucidazioni a Matteo. Le regole sono chiare e irremovibili: se sei un uomo devi per forza essere accompagnato da una donna, che sia una parente, amica o compagna non importa.

La segnalazione ad Arcigay è immediata e il segretario generale dell'associazione, Gabriele Piazzoni, si pronuncia sull'inaccettabilità della richiesta. Arcigay invita al boicottaggio di questa host e di tutte le figure affini disdicendo le prenotazioni presso queste ultime.

La stessa Airbnb dichiara quanto tutto ciò sia nettamente contrario ai valori e alle regole del servizio che vieta qualsiasi tipo di discriminazione di etnia, genere ed orientamento sessuale. L'azienda continua dicendo che non è raro che in questi casi si proceda con l'eliminazione del profilo dell'utente dalla piattaforma.

Nel frattempo, il comune di San Severo si è movimentato per trovare un'ospitazione ai due ragazzi.

Da che parte stai?

48 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Master_fortiter

Master_fortiter

59 anni, Milano (Italy)

Un gruppo gay, che si è identificato con la sigla "Riscossa Arcobaleno", ha minacciato un prete-giornalista che si era opposto ad un recente Pride.
Il fatto è accaduto a Reggio Calabria dove don Davide Imeneo, direttore del giornale arcidiocesano L'Avvenire di Calabria.
quanti di voi lo sapevano? Vi siete mai chiesti come mai se un gay riceve una offesa o un torto, il fatto (che condanno io per primo) finisce sulle prime pagine di tutti i quotidiani mentre se sono i gay ad offendere o minacciare altri, vige il silenzio Stampa totale?,
22
AliasAlice

AliasAlice

52 anni, Monza e Brianza (Italy)

Non sopporto l'ignoranza
12
Gatt1

Gatt1

51 anni, Verona (Italy)

È la solita storia! I gay vogliono essere liberi di fare ciò che vogliono ma non lasciano liberi gli altri di fare altrettanto 😡. La libertà di respingerli è sacrosanta, soprattutto se si tratta di un'attività commerciale privata frequentata da cittadini e famiglie che si sentirebbero comprensibilmente imbarazzate dalla presenza di gay, i quali sovente, provano il tiscutibile gusto ad essere espliciti nelle loro effusioni come neanche una coppia etero sarebbe...
39
5
Gigante56

Gigante56

63 anni, Roma (Italy)

Dalla parte della signora Tiziana che ha rifiutato il soggiorno a quei 2 froci .
47
Fortu93

Fortu93

26 anni, Messina (Italy)

Complimenti per l'ignoranza.
Mi auguro che nessuno di questi abbia mai un figlio omosessuale. E non per i genitori, ma per il figlio: crescerebbe in un contesto totalmente sbagliato, credendo di essere lui quello "sbagliato"e non i genitori ad essere imbecilli.
131
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

41 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Non esistono gay, lesbiche, bisessuali e eterosessuali esistono persone che si innamorano di altre persone.
82
KYLE04

KYLE04

41 anni, Cagliari (Italy)

LE SOLITE DISCRIMINAZIONI DI PERSONE IGNORANTI.... 😂 😂 😂
12
Ammi-Saduqa

Ammi-Saduqa

58 anni, Torino (Italy)

Dalla parte della costituzione!
La tutela della proprietà privata non esime dal non fare discriminazioni di genere.
Questo come concetto generale, tuttavia il mondo reale è poi sovente un compromesso ed un graduale divenire con passi in avanti e indietro nel libro della storia.

La domanda che mi pongo che, mi pare, non traspare dal testo è: ma al momento della locazione nel contratto vi erano clausole esplicite inerenti la condizione del locatario a non concedere l'alloggio a coppie omosessuali ?
Se sì ovviamente la coppia avrebbe fatto meglio ad evitare quell'acquisto con un locatario che sul tema dell'omosessualità ha evidentemente un tabù grosso come il Gargano.
In altre epoche la regola valeva per i "meridionali" e tale luogo comune non è ancora del tutto sopito, per non parlare di pigmentazione della pelle, credo religioso ecc...

Se invece non vi sono tali clausole vessatorie il principio costituzionale di eguaglianza, a mio parere, obbliga il proprietario a mettere a disposizione il bene alle condizioni pattuite.
😔
Però, al di là di tutto, quanta fatica facciamo a riconoscerci tutti nella "specie" Umana.
ciao,
LDW
102
Dairlewanger

Dairlewanger

42 anni, Piacenza (Italy)

semmpre ammesso che i fatti si siano svolti realmente come descritto nell'articolo,ognuno ha il sacrosanto diritto di fare ciò che vuole nella sua proprietà senza se e senza ma!

🔥 boia chi molla
115

donato0568

bisogna accettare, che non siete simpatici a tutti.. senza chiamare le persone diverse da voi omofobe.. i primi a offendere,siete voi...ma chi vi credete di essere x dire che bisogna, boicottare la signora, e il suo annuncio..io invece dico di visionare, l'immobile, che la signora mette a disposizione..son sicuro sara molto bello..
67
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

L' Arcighei riceve contributi pubblici, ossia denaro anche da parte dei cittadini non hanno alcun interesse a finanziare simili bande.

La sua ideologia e la lobby di cui fa parte, è dentro fino al collo nei fatti di Bibbiano, pertanto, dovrebbe avere la decenza minima di tacere e di vergognarsi.
Ma, non lo faranno mai, finché ci sarà qualcuno che regge loro il moccolo e diffonde quasi quotidianamente la loro propaganda.
810
any1979

any1979

40 anni, Foggia (Italy)

"L'azienda continua dicendo che non è raro che in questi casi si proceda con l'eliminazione del profilo dell'utente dalla piattaforma"
Che si provveda subito................dico io......
67
Tilikum_

Tilikum_

50 anni, Venezia (Italy)

Ho letto la notizia proprio qualche giorno fa , su varie testate giornalistiche .
Nel caso in questione , chi ha posto l'annuncio ha torto marcio .
Non serve a nulla avvalersi del detto : " il mio immobile lo affitto /vendo a chi voglio "
Per almeno 2 motivi :
1 ) Nel momento stesso in cui ti avvali di un sito , devi attenerti alle regole che esso richiede . Pertanto se non sei d'accordo , vai da un'altra parte .

2 ) Questa signora si e' avvalsa di un'inserzione decisamente poco chiara . Se si fossero presentati padre e figlio ? Zio e nipote ? Due amici ?

Tralasciamo altre considerazioni .

Gli estremi per fare causa , ci sarebbero tutti . Ma si perdono tempo ed energie .
Credo che , davanti a fatti del genere , la risposta migliore sia andarsene , poiche' non vale la pena mettersi a discutere con cervelli miseri .
Auguro buone vacanze a questi ragazzi 😊
147
pippo333a

pippo333a

59 anni, Roma (Italy)

Io ritengo che la scorrettezza sia nel fatto che non sia stato evidenziato nelle regole di accettazione a monte della prenotazione!!!
Ritengo che uno a casa propria, nel suo negozio o comunque nella sua proprietà ha il diritto di imporre delle regole senza per questo dover essere schiavi del costume sociale!!! L'importante è essere chiari e saperlo PRIMA!!! IO ODIO GLI OBBLIGHI !!!!
Come alcuni poveri Ristoratori che attualmente si trovano costretti ad accettare i cani e gli animali in genere!!! 😳 😳 😱 >_< ma NON deve essere un Obbligo né tanto meno il cliente deve fare da padrone e dare per scontate delle regole Universali !!!
Il concetto è: Tu ti servi di una Struttura. .. questa ha delle regole! Se le accetti Bene! Altrimenti ne cerchi altre !!! 😜 😎 👍
39