Come trascorrere serenamente le festività natalizie da single

Per trascorrere le festività natalizie in allegria, i single potranno rivolgere la loro attenzione alle amicizie

Il periodo natalizio è ricco di momenti carichi di emozione da condividere con le persone care e, se si può, da trascorrere in compagnia e in serenità.

Ma, mentre alcuni si lasciano travolgere dall'atmosfera natalizia che incalza e riunisce tutti attorno a regali e a tavole imbandite, altri preferiscono mantenersi a debita distanza da tutto ciò che possa minimamente ricordare questa tradizionale ricorrenza. E proprio questi, dopo un Natale dai parenti, scelgono di dedicare agli amici il restante tempo delle festività natalizie e senza troppi convenevoli, di sfuggire alle tradizionali riunioni di famiglia. Sono soprattutto i single che si rivolgono verso tale scelta, organizzando giornate da passare in compagnia degli altri single, all'insegna dell'allegria e del buonumore. Puntando l'attenzione sulla spensieratezza, il gruppo di amici si ritrova a condividere del tempo lontano da sorrisi sterili o da vuoti complimenti, allietato soltanto da disinvoltura e sincerità. Per molti single, preferire gli amici alla famiglia vuol dire evitare di pensare all'assenza di un partner, che il Natale fa riemergere in modo notevole. Coloro che hanno chiuso una relazione da poco tempo o coloro che desiderano un fidanzato insistentemente cercano di distogliere l'attenzione dalla loro situazione, pianificando in altro modo le proprie festività. Non servirà a nulla chiudersi a rimuginare sul passato, isolandosi e osservando da lontano la felicità altrui; né tantomeno cercare scuse subdole per evitare chi si rende disponibile a trovare soluzioni alla solitudine. Senza riflettere, sarà benefico per la propria mente tenerla occupata, assecondando qualche follia proposta dagli amici, senza esagerare eccessivamente. Aprendosi agli altri, si scopriranno nuove amicizie e non si perderanno occasioni di divertimento.

In base ai propri gusti, i single potranno sbizzarrirsi nella scelta e cogliere le varie opportunità che gli vengono offerte, senza trovare finti partner da mettere in mostra in famiglia. E per tutti quelli che non sopportano il Natale, trascorrendo il tempo in allegria, sarà più facile metabolizzare l'arrivo delle festività e oltrepassarlo senza accorgersene e senza rimpiangere la routine quotidiana. In questo modo, si imparerà ad apprezzare ogni aspetto di questo abituale evento che, ogni anno regala emozioni forti da assaporare con chi si ama.

Ci si raccomanda quindi di guardarsi attorno e di ricordare il famoso "Carpe diem"!

21 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

Sebastjano

Impossibile far finta che le feste non esistano perché ovunque si parla di natale e capodanno. Quest'anno, nonostante sia single, sono riuscito a passare delle feste serene. E' bastato cercare gli amici, stare con loro, occuparsi dei loro regali! Per chi non è sposato e non ha figli, la famiglia sono un po' gli amici, no?

 

00
marilu7

marilu7

49 anni, Milano (Italy)

certe volte e meglio essere single k mal accompagnati, cmq vi auguro un felice anno nuovo, e di trovare le persone giuste, baci.

00
campofelice

campofelice

64 anni, Tessin (Switzerland)

Natale e fine anno passati! il 24 con amici x una buona paela! il 25 solo... il 26 con i miei figli, mia "moglie" sua mamma e i genitori del ragazzo di mia figlia... bella giornata! il 31 con amici e domani si ricomincia!... aspettando la befana... chissa cosa succedera quest'anno?... :O .... auguro a tutti voi un buon 2013! ;)

PS: come single sto "bene" ma sento che commincio a fare ruggine!... :$ ... bye bye! ;bye ;bye ;bye ;bye

 

00
sophie2233

sophie2233

62 anni, Roma (Italy)

nonpotevate organizzare u7n incontr per capodanno?
00
supermaffepro

supermaffepro

53 anni, Milano (Italy)

Non ti sei perso niente, qui è tutto piatto ;ahah ;ahah ;ahah speriamo nel 2013 ..Augri ;^^ ;bye

00
niknay

niknay

50 anni, Imperia (Italy)

Che mi sono perso mannaggia mia! :D ...come trascorrere serenamente le festività natalizie per chi è single! :O ...  meno male che ancora c'è la Befana in arrivo! :D stavolta la sistemo io per le feste come articolo comanda! ;ghgh ... poi vi farò sapere come ci siamo combinati sulla scopa in due! ahahahahah!!!! ;bye

A.... AUG... AUGURI :) ... Per il 2013, domani, berrò un bicchiere in più alla salute di lovepedia e di noi tutti! ;)

 

00
joonny

joonny

50 anni, Bologna (Italy)

non si è mai soli.. Anche da singol .... Ognuno ha il proprio bagaglio personale quindi Lo star soli è solo una scelta di vita.. AD esempio Io Ho preferito trascorrere molto tempo con là mia piccola cucciola Sofy .... Là solitudine è una malattia essere singol è una scelta.... 

00
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

I sentimenti provati nel relazionarsi con gli altri sono molteplici almeno quanto il modo di essere. Ciascuno si atteggia a modo suo, per motivi diversi e particolari, manifestando all'esterno ciò che avverte internamente nella maniera più rispondente alla propria indole, al di là di essere single o con famiglia al seguito.

E' pure vero che l'essere umano è di tipo sociale ed ama spontaneamente la compagnia, di cui ricerca i favori. In particolare, il single è tendenzialmente l'essere più sofferente di solitudine, tanto più quando si vivono momenti tipicamente sociali come le festività natalizie.

In verità, una regola certa secondo cui singles e no possano vivere al meglio, vincendo la solitudine e rallegrandosi, non esiste, essendo affatto soggettiva.
La solitudine è perdere sè stessi, non sentendosi immersi nella realtà che si stenta a percepire.
Purtroppo, la reazione personale a tutto ciò non dipende dalla semplice presenza di altri!
;bye
00
supermaffepro

supermaffepro

53 anni, Milano (Italy)

Chi ha nulla da fare e spera in altre persone una differenza migliore, si annoia

Chi si annoia è quella persona che non si pone obbiettivi ma li spera da persone diverse

Le persone diverse hanno un mondo suo particolare, ma x certe persone queste non vanno mai bene

Chi si sente solo è xkè non pensa altro che alla propria solitudine e non fa nulla x rallegrarsi

Chi si sente allegro di suo è colui o colei che sfugge dalla solitudine e tanto + dalla noia

Quindi accenditi lo stero e balla sorridendo, la vita è musica, chi dice che la cosa + importante sia solo l'Amore di qualcuno accantosenza averne alcuna, si sta annoiando di bestia e non vede + nulla di buono nella propria vita, mi domando cosa mai potrà offrire ad un'ipotetica persona accanto, l'Amore? Mhaaaa? Viva la musica e chi ne capisce qualcosa

AUGURI A TUTTI GLI AMANTI DELLA MUSICA X UN 2013 PIENO DI SORRISI ..CANTA E BALLA CHE TI PASSA ;^^ ;smack ;bye

00
stessopensiero

stessopensiero

56 anni, Napoli (Italy)

Come trascorrere serenamente le festività natalizie da single? Con il cuore aperto al mondo da single o in coppia.
00

southerman

Nel leggere emerge una condizione che, in un modo o nell'altro, di qualsiasi natura sia, fa soffrire chi la prova.

non è farina del mio sacco, ma trovo queste righe interessanti e, eventualmente, da approfondire

-------------------------

"La solitudine in sé non può essere considerata un fattore penalizzante. Non a caso, un celebre proverbio ci suggerisce che è meglio essere soli che male accompagnati. Ciò è però di scarso conforto per tutte quelle persone che, schiacciate dalla solitudine, farebbero qualunque cosa per avere un qualche rapporto umano. Si tratta quindi di capire quando la solitudine è realmente un handicap alla qualità della vita e quando invece è il soggetto che non sa gestirla, ingigantendone gli aspetti negativi senza fruire di quelli positivi. Sì, perché come lo stress (classicamente distinto in distress, ovvero "stress negativo", ed eustress, ovvero "stress positivo"), la solitudine può anche essere positiva, tanto che a volte è ricercata. Per fare chiarezza è necessario capire il rapporto che esiste fra gli oggetti d'amore e i rapporti personali positivi:

un rapporto personale positivo amplifica gli oggetti d'amore.

Per chiarire ulteriormente occorre distinguere fra compagnia e amicizia. Nel primo caso rientrano tutti quei rapporti in cui non c'è uno scambio nettamente positivo, ma ci si limita a considerare la vicinanza umana; nel secondo rientrano le amicizie parziali e quelle totali (quindi anche le relazioni affettive in cui all'amicizia, a vari livelli, si unisce la componente sessuale) in cui il bilancio è oggettivamente positivo. In quest'ultima frase il termine oggettivamente è fondamentale perché il soggetto potrebbe essere così disperato da preferire una compagnia devastante piuttosto che la solitudine: in campo sentimentale è quella situazione che dà origine alla strategia dell'ultima spiaggia. Definiti pertanto tre stati ovvero solitudine, compagnia e amicizia, possiamo dire che: 1) avere amici amplifica gli oggetti d'amore, quindi 2) avere amici è una condizione facilitante per la qualità della vita. Ma 3) la solitudine negativa è lo stato di chi non sta vivendo oggetti d'amore, quindi 4) la solitudine negativa non si vince con la compagnia (strategia dell'ultima spiaggia generalizzata)."

I condizionamenti sulla solitudine sono fortissimi e derivano da un errore razionale molto comune nella popolazione, confondere una condizione facilitante per una necessaria: così la ricchezza è fondamentale per essere felici, avere un partner altrettanto, fino ad arrivare alla "necessità di non essere soli". Se il condizionamento è recepito in maniera totalmente acritica può avere effetti devastanti.

se la cosa interssa posso mettere il link.

00
fantasia01

fantasia01

63 anni, Milano (Italy)

@bastet ;^^ ...grazie augurissimi anche a te .......e chiaramente condivido quello che hai scritto !!!.....ciao buona serata ...... ;bye

00

bastet1972

..a volte una festa è molto meglio trascorrerla da soli che con le persone sbagliate. La cosa peggiore nella vita non è restare solo. La cosa più brutta è  finire con persone che ti fanno sentire veramente solo.

Auguri Fantasia

00
angelica-corradin

angelica-corradin

70 anni, Varese (Italy)

be questo e vero la musica e un rimedio a tutto lo so perche io mi rifugiu nella musica.il natle lo so puo sempre fare andando da amici o parenti anche soli se uno e n po cosi schivo alle feste o confusione la musica no.buon santo stefano a tutti voi
00

val1971

che te ne fai della musica?

conta solo l'amore!

00