Donna indiana sposa i quattro fratelli del suo coniuge

Seguendo le credenze del suo villaggio, una donna indiana ha sposato 5 fratelli contemporaneamente divenendo la moglie di ognuno

La decisione di trascorrere tutta la vita con la persona che di ama sposandola nasce dalla voglia di condividere con essa più tempo possibile alimentando il sentimento che sta alla base della relazione. Attraverso il matrimonio due persone si avvicinano l'un l'altro attraverso l'interesse reciproco che serve alla creazione dell'intimità coniugale.

Proprio per questo, da sempre la morale e la legge vanno a braccetto indicando nel matrimonio quel vincolo che unisce una coppia, tenuti a rispettare diritti e doveri stabiliti. Sebbene si è soliti reputare tale unione come il legame che lega solo due soggetti, può accadere che si autorizzi il congiungimento coniugale tra più persone, andando in questo modo contro corrente.

Esempi del genere sono spesso forniti dalle culture dei paesi dell'Est che basandosi su antiche credenze popolari e cambiando le regole forniscono materiale sempre aggiornate per le notizie curiose divulgate dal mondo occidentale. E proprio dall'Oriente arriva l'inconsueta notizia riguardante la relazione tra una donna indiana e più uomini.

Un ragazza ventunenne, Rajo Verma, residente in India ha scelto di congiungersi in matrimonio con uomo, il suo conterraneo Guddu, sposando contemporaneamente i 4 fratelli del coniuge. Secondo una credenza del villaggio indiano nella quale la coppia vive, infatti la donna ha dovuto accettare in matrimonio anche i familiari dello sposo, diventando la moglie di ognuno di loro. 

In apparenza ciò può sembrare un obbligo che la giovane moglie deve rispettare ma, da come la stessa protagonista ha ammesso, la situazione non le dispiace. Essa infatti da single qual era dopo il matrimonio ha scoperto l'intimità di coppia, dividendola con cinque mariti. La suddivisione ha contribuito a smaltire quello stress coniugale che di solito appare nocivo alla coppia, creando un'atmosfera passionale e coinvolgente tra la donna e i suoi cinque mariti Bajju, Sant Ram, Gopal, Dinesh e l'originario amore Guddu.

Sebbene Rajo non sappia nemmeno chi di essi sia il padre naturale del proprio figlio di 18 mesi, ha ammesso di non avere preferenze per uno degli uomini rispetto agli altri ma di apprezzarli tutti. Per loro, la donna cucina, rammenta ed è sempre disponibile quando tornano dal loro lavoro quotidiano, coccolati e sempre riempiti di attenzione. 

Tutto ciò in India è autorizzato dalla legge civile della poliandria che ammette più uomini per una sola moglie. E se di solito è l'uomo orientale a poter attorniarsi di più mogli, questa volta i perno dell'harem è costruito da una donna che sa bene a cosa va incontro e che acconsente tacitamente. 

36 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Petitfleur52

Petitfleur52

66 anni, Reggio Emilia (Italy)

Capperi, questa sì che è fortunata! Anziché il solito uomo che si fa 5 donne in contemporanea ( o si vorrebbe fare potendo..), la giovane sposa indiana ha di che scegliere quello che più le garba, e il marito n.1 non può aver nulla da ridire, dato che si asseconda una tradizione!
Almeno, ci si augura che le cose vadano così, ma trattandosi dell'India dove per le donne non c'è un gran rispetto.. auguriamo alla ragazza che tutto fili liscio secondo tradizione e gradimento di tutti.
E che continui a gradirlo sempre, sul che non giurerei.
Se stanca uno, figurarsi cinque!
Ad ogni modo è davvero una notizia, e lì per lì mette di buonumore.
00

Any79

Oddio.... 😰 😳 beh a volerla vedere in modo positivo..la donna usufrisce della poliandria...è lei ad essere al centro dell Harem...metti che è pure consapevole e felicemente tacita di tale situazione..direi che a questo punto ...meglio quella indiana che quella orientale di legge.🤔🤔
00
charles37

charles37

75 anni, Bologna (Italy)

PAESE CHE VAI..............

00
NYMA9

NYMA9

51 anni, Verona (Italy)

....plaisante Justice qu'une montagne borne ; Vérité en-deça des Pyrénées , Erreur au-delà..! ----->era quanto si pensava della dissezione di cadaveri ( oggi detto elegantemente "autopsia" ) al di là e al di qua dei Pirenei all'alba della conoscenza scientifica . ;ahah ;bye

00
romeo972

romeo972

46 anni, Bari (Italy)

Per principio sono contrario alla poligamìa. Il matrimonio dovrebbe essere una convivenza di vita e di destino tra un uomo ed una donna. Ben altro sarebbe la convivenza fine a sè stessa. E' sempre bene non perdere di vista il senso di ciò di cui si tratta.

Non interessano sovrastrutture culturali o di costume, di religione o di convinzione personale nell'interpretare il significato semplice ed essenziale di unione tra due o più persone. Il significato di tutto viene fornito semplicemente dalla logica della natura in senso lato: tre o più persone non costituirebbero una famiglia ma un'assemblea di convocati in seduta ...permanente!
Sono largamente evidenti le caratteristiche e le opportunità uniche e necessarie che un matrimonio monògamo potrebbe offrire ai suoi componenti, compresa eventuale prole. Diversamente, come nel caso descritto nella notizia, sarebbe facile incorrere in situazioni grottesche, tanto eclatanti da rimettere in discussione le finalità di partenza dell'unione stessa.

Non si tratta di essere culturalmente retrogradi ma di essere capaci di comune, naturale, sano buonsenso!
;bye
00

Gigolo54

sicuramente non ha  tempo per annoiarsi

00
salvascorpione

salvascorpione

64 anni, Livorno (Italy)

come si vogliadire , fatti una famiglia .  ;)

00
anais55

anais55

58 anni, Verona (Italy)

senza andare in INDIA a pochi centinaia di metri da dove abito in verona una donna sposata con il fratello mediosi fa gli otto fratelli regolarmente e suocero...si presenta a scuola a prendere i figli con il marito e un altro tutti i giorni a bracetto.....non è terzo mondo ,e nemmeno cultura...., ;doh  per fortuna sono eccezioni...

mi chiedo se esiste il divorzio...divorziera da 5?

 

00

damyc

BELLA NOTIZIA DI CRONACA ....NON SAPEVO DI QUESTA CULTURA ...MI CHIEDO COME FARA' LA POVERETTA A STARE CON 4 MARITI....BOH :D

00

mormone

@bellogrossocosa

Hai ragione al 100%. Da un paese ridotto come descrito in questo link non ci si può aspettare nulla, se non le condizioni in cui siamo.

http://www.corriere.it/cultura/11_novembre_28/di-stefano-italiani-non-capiscono-la-lingua_103bb0fa-19a8-11e1-8452-a4403a89a63b.shtml

00

Lipton

Er bello è che ancora si spera che cambi qualcosa mà ...... ok che se dice: la speranza è ultima a morì Ma nn vorrei che alla fine: questi signori cosidetti "Politici"....... Battessero anche l'ultimo chiodo! Spero de sbagliarme ma per ora Er martello dalla parte del manico lo tengono loro -.-" ;umm ;bye ;bye ;bye ;bye

00
NYMA9

NYMA9

51 anni, Verona (Italy)

......Anche questo esiste ! Ed è una delle tante concezione dell'esistenza che ci circonda . E ciò che mi rabrivida di più è il fatto di ergotare a torto o a ragione su modi ed usanze dissimili dei nostri . Chi ci dice che quello che noi vediamo nei nostri ambienti qui essere modi emantcipati o evoluti non siano considerati retrogradi altrove .......   ;ahah ;ahah ;ahah ;ahah ;bye ;bye ;bye

00
bellogrossocosaindovina

bellogrossocosaindovina

40 anni, Bergamo (Italy)

Mormone sottoscrivo e aggiungo... mea culpa eeee cambiare !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! informarsi conoscere capire.. è l'ignoranza dell'argomento che ha permesso sino ad oggi a codesti signori di fotterci senza mezzi termini!!!!! SVEGLIA ...

che eco.... sarà perchè si predica nel vuoto?.....

00
riccardoriccardo

riccardoriccardo

49 anni, Taranto (Italy)

siamo ancora a l'era della preistoria,, siamo ancora allo stato animale, e come accoppiare una cagna con piu cani ecc.....................

00

mormone

@bellofgrossocosa

ti seguo nella divagazione politica, sono 40anni che gli permettiamo di fotterci, non siamo vittime ma collusi con loro, visto che abbiamo continuato a votarli.E non sarà certo l'antipolitica che risolverà i problemi, anzi, li peggiorerà.Noi italiano dovremmo solo stare zitti e recitare il mea culpa.

 

00