Come Gestire La Rabbia: 5 Tecniche Brillanti per Placarla

Quante volte capita di avere degli attacchi esplosivi di rabbia in cui si dicono o fanno delle cose di cui poi ci si pente? Vediamo allora come gestire la rabbia

Gestire la rabbia non è sicuramente un’azione da poco!

Tutti ci arrabbiamo dopo aver perso la pazienza oppure per essere stati traditi, provocati o dopo aver subito talmente tanto da non sopportare nemmeno un piccolo scherzo.

Questo sentimento, complesso e variabile in base alle situazioni, difficilmente viene controllato. 

Gestire la rabbia è infatti molto complesso in quanto: 

  • può manifestarsi improvvisamente;
  • una persona può arrabbiarsi facilmente e perdere la pazienza anche per una piccola cosa;
  • spesso ci si comporta in maniera impulsiva, dimenticando la ragione.

Quante volte sarà capitata anche a te di dire “non riesco a gestire la rabbia” e di ricorrere magari a libri per gestire la rabbia per cercare di mantenere un self-control in modo continuativo.

Ovviamente la rabbia può essere sfogata ma non necessariamente in modo devastante: molti esperti suggeriscono diverse soluzioni come per esempio l'attività sportiva, che aiuta a scaricare il nervosismo in eccesso.

Sei single? Cerchi una nuova relazione? Trova la persona giusta su Lovepedia, il sito di chat e incontri 100% gratis più visitato in Italia.

Occorre dire come vi siano diversi tipi di rabbia, per ognuna delle quali sarà necessario adottare un approccio specifico.

Esaminiamo quindi qualche suggerimento su come la rabbia possa essere gestita in modo corretto, cosicché non comprometta dei rapporti affettivi in modo irrimediabile.

Tecniche per Gestire la Rabbia

Gestire la rabbia non significa covare un rancore senza esternarlo, come cenere che rimane comunque sempre incandescente. Al contrario, occorre capire come rimuoverla a piccole dosi e sfogarla in modo corretto. 

tecniche per gestire la rabbia

Forse non sai che esistono dei corsi per gestire la rabbia, frequentati soprattutto da persone che non riescono più a controllarla, in cui vengono insegnati degli esercizi specifici che aiutano a raggiungere un maggiore autocontrollo. 

Ad esempio, per esercizi per gestire la rabbia si intendono: 

  • quelli che si basano sulla respirazione, in modo tale che il cervello sia maggiormente ossigenato e quindi consente al nervosismo derivante dalla rabbia di essere costantemente rimosso;
  • quelli che si basano sul contare e che permettono di rimuovere i pensieri negativi;
  • quelli che aiutano a fare pensieri su momenti felici in modo tale che la rabbia venga completamente rimossa dalla propria mente.

Grazie a queste tecniche sarà possibile raggiungere l’autocontrollo per gestire la rabbia ed evitare così di avere scatti d'ira che, molto spesso, si tramutano in comportamenti violenti. 

Ma vediamo adesso come approcciarsi ai vari tipi di rabbia.

Continua a leggere.

Come Gestire la Rabbia Repressa

Cosa si intende per rabbia repressa

come gestire la rabbia repressa

Quando una persona viene provocata potrebbe reprimere la rabbia, ovvero spingerla quasi all'interno del proprio corpo e della mente, cercando di adottare un comportamento civile.

Questa però, non viene affatto rimossa ma al contrario tende ad accumularsi col passare del tempo finché, come un vaso che trabocca quando viene versata l'ultima goccia che lo fa straripare, la rabbia esplode e comporta un totale cambiamento del modo di fare di una persona che adotta atteggiamenti violenti e volgari per un lasso di tempo pari alla rabbia che deve essere scaricata.

Per gestire la rabbia repressa occorre: 

  • fare in modo che la propria mente si possa rilassare prima di agire, ovvero praticare gli appositi esercizi che abbiamo detto prima;
  • dare le risposte adeguate a chi provoca, senza essere volgari, aggressivi e violenti:
  • tramutare la stessa in qualcosa di costruttivo, in modo tale che il nervosismo possa essere rimosso completamente.

La rabbia repressa deve inoltre essere analizzata, ovvero bisogna chiedersi perché si è in quello stato iracondo: spesso si tratta di motivazioni superficiali che, in tante occasioni analizzate a mente fredda, fanno anche sorridere e consentono la rimozione della rabbia senza particolari sfoghi. 

Come Gestire la Rabbia Psicologica

A volte si parla di rabbia psicologica la quale è completamente diversa da quella repressa: se nel secondo caso si sente quasi un malessere fisico, nel primo si parla di fastidi mentali.

come gestire la rabbia psicologica

Attenzione a questo concetto: non si tratta di problemi mentali che colpiscono chi è arrabbiato, ma bensì di quella sensazione di fastidio che porta a pensare solo ed esclusivamente all'oggetto, situazione o persona, che ci ha fatto arrabbiare.

In questo caso gli psicologi, offrono diversi consigli su come gestire la rabbia e lo stress e questi riguardano: 

  • praticare gli esercizi di relax mentale;
  • svolgere delle attività che divertono e che liberano la mente da tali pensieri;
  • fare in modo che si pensi a tutt'altro invece che all'oggetto della rabbia;
  • trascorrere del tempo con le persone che rendono felici, allontanandosi dal luogo malsano oggetto di rabbia mentale.

Si tratta, anche in questa circostanza, di una serie di procedure che devono essere svolte con estrema calma e che permettono di evitare che la propria mente sia sempre colpita da quella sensazione di nervosismo che impedisce ad una persona di vivere con gioia la sua vita.

Come Gestire la Rabbia Altrui

A volte capita di vedere che una persona sia arrabbiata e pronta a esplodere: in questo caso adottare un comportamento molto semplice, ossia permetterle di sfogarsi. 

gestire la rabbia altrui

Ovviamente occorre evitare di arrivare ad un contatto fisico violento o di avere altri comportamenti similari, ma è consigliato:

  • stare vicino alla persona arrabbiata;
  • evitare di farla alterare ulteriormente;
  • ascoltarla pazientemente;
  • trovare assieme una soluzione per quel problema.

Gestire la rabbia altrui è semplice, ma occorre sempre cercare di avere il massimo controllo della situazione per evitare che la stessa possa sfuggire di mano.

Come Gestire la Rabbia Verso i Figli

Spesso i figli fanno arrabbiare i genitori: modo irrispettoso di rispondere e agire nei propri confronti, votazioni scolastiche non soddisfacenti, comportamenti poco corretti e altre situazioni fanno letteralmente perdere le staffe ai genitori che, arrabbiati, si comportano a volte in un modo tutt'altro che giusto.

come gestire la rabbia verso i figli

I figli sono fonte di gioia ma anche di delusione, e in questi casi, quando la rabbia nei loro confronti tende ad emergere, occorre:

  • mantenere sempre la calma;
  • capire perché il proprio figlio si è comportato in quel modo;
  • cercare di mantenere un comportamento tranquillo dopo aver smaltito la rabbia;
  • discutere col figlio del perché lo stesso ha adottato quel modo di fare.

Occorre quindi basarsi principalmente sul dialogo in modo tale che un genitore possa smaltire la sua rabbia nei confronti del figlio.

Inoltre, trovando assieme la soluzione adatta a porre rimedio a quella situazione, gestire la rabbia nei confronti dei figli sarà maggiormente semplice.
Ovviamente bisogna avere molta pazienza, pertanto sempre autocontrollo in modo tale che sia possibile prevenire situazioni tutt'altro che piacevoli da gestire.

Gestire la Rabbia Dopo un Tradimento

Il tradimento è un atto vile: che sia la fidanzata, moglie o marito, ma anche un compagno di vita oppure un fratello o un amico che si frequenta da tanto tempo, il tradimento non viene mai accettato e la vendetta è il primo atteggiamento che si adotta quando si vuole sfogare la propria rabbia.

come gestire la rabbia dopo un tradimento

Per gestire la rabbia dopo un tradimento bisogna:

Perdonare il tradimento non è affatto obbligatorio, visto che una persona potrebbe legarsi al dito quell'atto vile nei propri confronti.

Gestire la rabbia lo è invece dato che questa, al pari di quella repressa, è tra le più violente visto che in questo caso si viene anche delusi.

Se poi non si vuole perdonare il traditore o non si trova un punto in comune, per evitare che la rabbia possa tornare a essere presente basterà solo ed esclusivamente ignorare quella persona, in modo tale che la propria vita possa proseguire senza rabbia.

E tu cosa fai per gestire la rabbia?

75 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Francesco19465

Francesco19465

53 anni, Milano (Italy)

Abbiamo una bocca x parlare, mai x gridare ..diversamente fuggirei
Abbiamo 2 orecchie x ascoltare ma, se nessuno mi ascolta, che ci sto lì a fare?
Xkè arrabbiarsi?
Ognuno è fatto a suo modo DICONO ..ecco, xkè scrivo in maiuscolo, qualcuno penserà che sono arrabbiato e sto gridando?
No, è solo questione di evidenziare ciò che riterrei importante ..a volte non ci si capisce nel parlato, ma spesso x iscritto, ci si capisce la metà della metà, a meno che, si è entrambi intelligenti
Chi si arrabbia perde le staffe e perde l'amicizia
A dialogare ci si intende, a gridare si spende ..cosa?
La serenità e il buon intelletto ..Ciao 😉 😘
00
Samy76_s

Samy76_s

42 anni, Ferrara (Italy)

Proprio interessante come articolo..
00
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

40 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Se mi capitasse quello che sottolinea sempre la sua appartenenza fascista di ogni commento.
00
Nek76

Nek76

41 anni, Padova (Italy)

Rabbia, per piacere siamo qui di passaggio, bisogna fare l'amore più spesso, ma trovare quella che lo pratica veramente bene sembra impossibile....
00
Patty1977

Patty1977

41 anni, Imperia (Italy)

Poche volte mi arrabbio veramente,ma dopo mi passa,cerco sempre di capire l’altra persona non è facile credetemi,quando qualcuno ha un carattere difficile e per amore,cerchi di stargli vicino,menomale che sono molto paziente,ma anche la pazienza ha un limite.
41
Dairlewanger

Dairlewanger

42 anni, Piacenza (Italy)

Un vaffa quando ci vuole ,e se siete capaci, anche un buon sesso quotidiano.

🔥 boia chi molla
06
Tilikum_

Tilikum_

49 anni, Venezia (Italy)

Sull'articolo c'e' un consiglio che , a parer mio , bisogna prender con le pinze .
Riguarda il "stare vicino alla persona arrabbiata " .
DIPENDE .
Un conto e' la persona che e' arrabbiata ma non arriva a perdere completamente il
controllo .
Altra storia e' chi perde le staffe , magari per un nonnulla e comincia a rompere oggetti o ad alzare le mani .
In quel caso : ALLONTANARSI IMMEDIATAMENTE ! SUBITO !
Non bisogna dimenticare che esistono individui particolarmente bizzosi ( o fuori di cranio per loro stessa indole ) , capaci di UCCIDERE o ferire figli , congiunti , animali .
Sono piu' numerosi di quel che si puo' credere .
Basta guardare le cronache . Ci si ammazza perfino per un posto auto "soffiato " .
Tali personaggi vanno gestiti con efficace terapia farmacologica e raccomanderei a ogni medico ( viste le numerosi aggressioni ) la presenza costante di personale di sicurezza , opportunamente addestrato .
Da evitare a ogni costo il contatto con animali ( la pet therapy ) in quanto sarebbero potenziale oggetto di sfogo di tali criminali .
Ogni volta che apro un quotidiano , leggo di bestiole massacrate .
Ultimi esempi : la femmina di pitbull accoltellata e impiccata a Castellamare di Stabia , il lupo ammazzato a fucilate in Lessinia , ecc..
21
Mustaine

Mustaine

46 anni, Roma (Italy)

Ormai ho capito che è inutile incazz...aehm, arrabbiarsi: poi te la devi pure far passare l'incazz...aehm, arrabbiatura. Quindi meglio trovare qualcun altro che si incazz...aehm, arrabbi al posto tuo. Tipo "L'Incazzatore (questo non lo posso censurare perché si chiamava proprio così 😜 ) Personalizzato" di Made in Sud.
Buona giornata e caffè ☕ PI TUTTI!
22
timidocurioso

timidocurioso

38 anni, Potenza (Italy)

..la mia rabbia..
..fugge verso l'interno..
..implode..
01
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

Gestirla? Ma chi riesce a gestirla? Solitamente, passa dopo una corposa serie di calci agli oggetti circostanti.

A Dimi l'avvoltoio, salta facilmente la mosca al becco.
12
umtol

umtol

47 anni, Isernia (Italy)

io so gestire perfettamente la rabbia, un momento c'è qualcuno che vuoi, ma vattene a bip, testa di bip, te rompo il bip, sei un bip ,pezzo di bip, cosa stavo dicendo porca bip si ho un self control invidiabile ehmm 😬
proverbio umtoliano
Al contadino non far sapere quant'è buono il formaggio con le pere ma cosa più importante non fargli sapere dove va la moglie tutte le sere a farsi palpeggiare il sedere
😎 😎 😎
13
Emmo2

Emmo2

51 anni, Venezia (Italy)

-Frequento un corso per imparare a gestire rabbia e nervosismo, vado 3 volte a settimana.
-Ah si, e come va?
-Hai già rotto il cazzo con tutte ste domande!!!

Buongiorno 😂
27

nell3

Basta andare al canile alle 8 come me stamattina a giocare con i bau e il nervosismo sparisce in un amen...

Gli animali danno serenita', le persone spesso la togono....

Finita pausa caffe'.
Ciao adorate 😘
110

Noblesse-oblige

a domanda rispondo: mi arrabbio molto poco e, quando accade, non ho bisogno di gestirla, si placa da se.
magari alzo la voce, il massimo dell'esplosione.
36
Ani79

Ani79

39 anni, Foggia (Italy)

Non è una cosa semplicissima...
Non sempre ci si riesce.....
A volte può essere perfino un bene la rabbia!! Altre così dannosa e negativa....
Penso un pò tutti annaspiamo nei meandri di questo sentimento così contrastante e forte.....
Bon
Buongiornoooooooo
Che dire
Keep c@lm and always smile
😊 ☺ 😄 😛 😍 😉
25