Quanti di voi, uomini e donne, non hanno mai pensato almeno una volta nella propria vita che l'essere femminile sia quanto di più complesso e contraddittorio possa esistere sulla terra? Attraverso un atteggiamento costruttivo e propositivo, l'autrice di questo libro (significativamente una donna anche lei) si propone di analizzare le molteplici sfaccettature del mondo incredibilmente emozionale e allo stesso tempo estremamente razionale del gentil sesso, cercando di comprendere le motivazioni che lo portano spesso a fermarsi di fronte a sfide che appaiono troppo grandi ma che, con molta probabilità, riuscirebbe ad affrontare con successo. Dedicato alla donna che desidera comprendere un po' più di se stessa e all'uomo che non vuole rinunciare a renderla felice.



"Le donne costituiscono la metà migliore dell'umanità". Così si esprimeva il Mahatma Gandhi e, a ben vedere, come si può dargli torto? Le donne possiedono un mix di impegno, competenza, capacità, resistenza, indipendenza, che le rende "superiori". Le donne arrivano con l'intuito dove gli uomini approdano ­ se ce la fanno ­ con il ragionamento. Vivono contemporaneamente il razionale e l'irrazionale, senza la linea di demarcazione che gli uomini hanno bisogno di tracciare; le donne non cercano appigli, si tuffano in cerca della soluzione, senza il timore di navigare in acque straniere. Hanno un cervello più sofisticato, capace di prendere decisioni complesse in tempi brevi, di uscire dagli schemi per trovare soluzioni fantasiose ma sempre efficaci. E allora perché le donne non sono al potere? Perché continuano a occupare posizioni marginali nella società? L'affermarsi delle donne in ruoli di potere è impedito da una lunga serie di discriminazioni e diritti violati, ma non solo. A volte sono le donne stesse a rinunciare, a fermarsi nell'ombra, quasi fossero oppresse da un atavico complesso d'inferiorità. Questo libro viaggia nei diversi (e spesso contraddittori) aspetti del femminile, evidenziando una serie di ragioni che impediscono alle donne di raggiungere certi traguardi e riportando, al tempo stesso, esempi di donne che ce l'hanno fatta. Prefazione di Chiara Gamberale.

I vostri commenti

12birbafemmina

io non parlerei di generi maschile e femminile parlerei di persone a prescindere dal sesso. il mio  personale parere e' che l'intelligenza non si chiede mai dove albergare piuttosto s'accasa dove dove trova terreno fertile. l'uomo e la donna sono complemenatari non mi piacciono le prevaricazioni .
0
00
Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Lovepedia utilizza cookie, anche di terze parti, per offrirti servizi in linea con le tue preferenze e mostrarti pubblicità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui. Chiudendo questo avviso, scorrendo la pagina o proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie.