Transgender, Che Significa Essere una Persona Transgenica?

Cosa significa transgender e perché un individuo viene indicato con tale definizione? Cosa lo distingue dai cisgender? Scoprilo in questo nuovo articolo

Quante volte ti sarà capitato di sentire la parola “transgender” non conoscendone magari il vero significato.

Probabilmente non saprai nemmeno che in Italia ci sono 50.000 transgender, gran parte dei quali vittime di discriminazioni e intolleranza.

Ma capiamo veramente chi sono i transgender, e il loro difficile percorso per affermare il loro vero IO e la loro vera personalità

Inziamo.

Identità di Genere: Transgender e Cisgender 

Cerchiamo subito di non cadere in una trappola assai comunque che consiste nel dare una definizione fin troppo basilare che, molto spesso, non combacia perfettamente con la realtà dei fatti. 

Sei single? Cerchi una nuova relazione? Trova la persona giusta su Lovepedia, il sito di chat e incontri 100% gratis più visitato in Italia.

identità di genere transgender e cisgender

Sostenere semplicemente che queste persone sono transgender operati, ovvero che hanno effettuato il cambio di sesso, risulta essere una definizione molto riduttiva. 

Nella nostra società, intesa come quella mondiale, esistono tre concetti che identificano l'identità del genere e per cui bisogna parlare: 

Quando una persona si riconosce nel genere che gli è stato assegnato alla nascita, sentendosi perfettamente suo agio, e viene riconosciuto tale anche dalla società circostante, allora si parla di cisgender.

I transgender invece non si riconoscono nell'identità che gli è stata data, non accettando di conseguenza le fattezze con cui sono nati.

Nello specifico quindi, un uomo che alla nascita ha il pene si sente donna nei modi di fare e di agire mentre, dall'altro canto una persona di sesso femminile si può trovare esattamente nella situazione inversa.

Transgender Significato

Cosa vuol dire essere transgender?

transgender significato

È importante rispondere a questa domanda e capire bene transgender cosa significa perché molte volte si tende a fare confusione con le definizioni.

In questo senso l’errore in cui si cade comunemente è quello di utilizzare come sinonimi il termine transessuale con transgender.

Con transessuale si intende invece quel periodo di passaggio, ossia quando una persona transgender decide di operarsi e quindi di effettuare una transizione verso il sesso a cui sente di appartenere.

Altro concetto sbagliato è quello di supporre che i transgender siano i classici travestiti: sono persone che amano vestirsi da uomo o da donna, no per divertimento, ma perché si rispecchiano in quel tipo di abbigliamento. Ulteriore categoria è quella a cui appartengono i feticisti, ossia amanti di indumenti e biancheria appartenente al sesso opposto.

Anche gli omosessuali e i transgender possono essere considerati come due classi di persone diverse tra di loro, in quanto vi possono essere transgender etero che quelli che si innamorano di persone del loro stesso genere.

Quindi riassumendo, transgender è ad esempio un uomo che si sente donna intrappolata in un corpo maschile: questo significa che la sua identità di genere non corrisponde a quella sessuale e pertanto, in questo esempio specifico, l'uomo potrà ricorrere all'intervento chirurgico e alle terapie ormonali così da completare la transizione, oppure travestirsi da donna, in modo da sentirsi a suo agio non solo con gli altri, ma soprattutto con se stessa.

Cosa Rende una Persona Transgender

Diversi studi hanno cercato di offrire una spiegazione che motivasse il comportamento che spinge alcuni individui a sentirsi diversi, ovvero essere convinti della loro identità sessuale che assume caratteristiche differenti dall'orientamento sessuale, senza però offrire una risposta dettagliata e completa in merito all'argomento. 

cosa rende una persona transgender

Una persona può capire fin dai primi anni di vita di essere transgender, e quindi di sentirsi intrappolata in un corpo che non gli appartiene.

Ci sono tanti bambini transgender, che però non devono essere confusi con quelli che hanno semplicemente una piccola crisi di identità sessuale dato che questa, ancora non è stata esplorata. Non è raro infatti vedere un bambino che gioca con le bambole o una bambina che invece si diverte con la pista delle macchinine, videogiochi oppure con attività che vengono generalmente praticati dai maschietti: le frequentazioni che si possono avere hanno un'incisione abbastanza pesante su questo ambito, e pertanto non è detto che il bambino sia necessariamente transgender. 

Se però i bambini, di entrambi i sessi, persistono nel comportarsi in un determinato modo o comunque dimostrano di essere convinti di appartenere al sesso opposto e questa loro convinzione continua ad essere esternata nel corso degli anni, allora è possibile iniziare a parlare di bambini transgender. 

Ma è con la pubertà che si riesce a comprendere meglio se una persona è transgender oppure no. 

In questo caso si parla di teenager transgender che, grazie allo sviluppo degli ormoni, consapevolezza della loro sessualità e conoscendo diversi argomenti che riguardano appunto il sesso, riescono a identificare la loro identità sessuale e se questa corrisponde al loro corpo. 

La decisione di sottoporsi alle operazioni, può essere presa anche in età adulta: si può decidere di optare per il cambiamento radicale, compresa quindi la mutazione del proprio organo sessuale, o parziale.

Per i transgender operazione non prevede, infatti, alcun limite per quanto riguarda l'età o altri aspetti consentendo a chiunque nons i sente apposto con se stesso, di poter cambiare sesso, dopo che vengono svolti determinati controlli, psicologici e fisici, per valutare se si può procedere con l'intervento oppure no.

Transegender Italiane 

In Itala sono tante le transgender che hanno deciso di raccontare la loro storia e sicuramente, quella maggiormente famosa, è Vladimir Luxuria, ex politica e concorrente di diversi reality show, oggi opinionista. 

transgender italiane

La rivoluzione in Italia, almeno in parte, inizia proprio con Vladimir, che non si è mai nascosta e anzi, ha sempre fatto il possibile per ottenere la massima visibilità televisiva, senza però mettere in atto comportamenti provocatori o comunque poco piacevoli.

Ma quando si parla di trans italiane non necessariamente bisogna parlare di personaggi famosi che sono usciti allo scoperto o che comunque sono noti a tutti. 
Bisogna anche parlare di chi vive una vita normale e in questo caso occorre parlare di Stefania Pecchini, che ha scritto una pagina italiana importante della storia delle trans. Lei, infatti, è la prima, e finora unica, trans italiana che è riuscita nella sua impresa, ovvero entrare a far parte del mondo delle forze dell'ordine.
Come racconterà si è trattata di una lunga battaglia che ha vinto dopo aver dovuto affrontare anche i comportamenti poco civili messi in pratica da parte da persone che, con atteggiamenti scontrosi, stavano cercando in tutti i modi possibili di rendere questo suo sogno impossibile.

E sul fronte dei primati occorre anche sottolineare il primo matrimonio trans avvenuto in Italia.

Protagonista della vicenda è Alessia Cinquegrani, conosciuta per essere la vincitrice di Miss Transgender, concorso che si svolge annualmente e che, purtroppo, ha meno riflettori puntati rispetto quello classico, ovvero Miss Italia. La modella transgender ha voluto narrare come le nozze sono state rovinate dal classico e solito comportamento poco civile delle persone che, venute a conoscenza di questo suo grande e importante passo, hanno deciso di insultarla pesantemente e minacciarla. 

Spazio anche ad Alessandra Bernaroli, che ha deciso di rimanere moglie di sua moglie dopo il cambio del sesso. Avvocato di 43 anni, dopo l'operazione nulla è cambiato nella sua vita, soprattutto la persona che vive al suo fianco che ha sostenuto ripetutamente di amare, indipendentemente dal sesso e dall'aspetto fisico, mettendo in risalto il fatto che il vero sentimento ha saputo superare tutti gli ostacoli della loro relazione, tra cui anche i commenti poco piacevoli.

Pertanto anche il nostro territorio nazionale vede protagonisti persone transgender di entrambi i sessi, molte delle quali sono riuscite a scrivere importanti pagine in materia di diritti ciivili e dell'uomo, a contraddistinguersi in diversi ambiti, e soprattutto a fare in modo che la loro vita potesse essere vissuta in modo tanto semplice quanto normale.

Qual è la tua opinione in merito l'argomento? Esprimila qui sotto nei commenti.

108 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Dos76

Dos76

42 anni, Ancona (Italy)

Siamo in Italia.. ognuno a casa propria, entro le proprie mura è libero di fare ciò che vuole.. può anche girare nudo con una scodella in testa!! FUORI.. basta non stravolgere ciò che per la maggioranza delle persone è considerato normale!
02
Francesco19465

Francesco19465

53 anni, Milano (Italy)

I transgender sono individui nati in un corpo che non sentono loro
Da parte dell'opinione pubblica, potrebbe essere visto come un disturbo ma, va al di là di ogni percezione di chi è nato etero
Forse lo potrebbe capire meglio un Gay o Lsb?
Dovremmo chiedere x sapere e solo poi capire
Molti etero si struggono le meningi e il cuore a sapere che un uomo si vede meglio in un corpo femminile o viceversa ..ma saranno affari loro di cosa desiderano fare della loro vita?
Si nascere Maschi o Femmine, si cresce x come viene e, solo poi, l'obiettivo sarebbe diventare Uomini e Donne ..ma quanti sanno esserlo veramente?
E cosa significa Uomo o donna?
Chi vede male da x tutto e ha bisogno di un pretesto dove la scusa si chiama Gay o Trans, è colui che è nato + male di questi
La democrazia unisce tutte le diversità e abbraccia chi non è come me o te ..la democrazia non è perfetta e nulla lo è a questo universo, nemmeno gli etero sex, anzi ..conosco etero che sarebbero da fucilare, ma x carità, hanno diritto anche loro di vivere "come tutti"
Se quel che NON ti porta male lo vedi un tuo male, tu sei il male di te stesso ..ma, come possiamo fartelo capire se sei quel male?
Dialogo con un Etero schifato dai Trans o Gay....
...Nessun male è vero male se non in ciò che si ha nella mente, x ciò caro Mr o Miss schifati, curatevi i vostri mali in voi stessi e solo dopo, chiedetevi quale fortuna o sfortuna avete ricevuto x essere diversi dal resto degli esseri viventi
Tutti siamo diversi io pure
Ciao e Buon risveglio in un mondo diverso
52

Marianna_81

Significa tutto e niente
L'importante chi e trasgender,trans.,trav....
SiA FELICE CON SE STESSI... 😊
40
incontrosincero60

incontrosincero60

64 anni, Benevento (Italy)

ho letto svariate risposte sull'argomento. Non ho mai avuto occasione di conoscere una trans o una transgender solo ho notato sulle varie chat e desiderei comunicare con lei .Serena giornata a voi tutti
00
Dafne_Ganika

Dafne_Ganika

48 anni, Ravenna (Italy)

Non avendo adesso il tempo necessario per leggere anche i post più lunghi, posso soltanto dire che le persone dovrebbero inanzi tutto di imparare l'articolo. Quando si parla di transgener l'articolo deve essere assolutamente al femminile. Io sono tale e in tutti i miei documenti è barrata la "F". E comunque sono sempre stata "La Signora" quando ancora non avevo i documenti in regola.
Aggiungo anche che l'articolo scritto ha sottolineato giustamente che esiste una differenza fra Transessuale e Transgender
Con questo un saluto a tutti
"La" Dafne 😉
70
timidocurioso

timidocurioso

38 anni, Potenza (Italy)

.. persona..
.. è il modo giusto..
..di chiamare un..
.. essere umano..
.. sfumature e sfaccettature..
..fanno l'individuo..
..gli individui ..
.. confidano nella giustizia..
..convivono in una società..
..in una democrazia..
..che sebbene..
..la forma più costosa di governo..
.. è garanzia di libertà..

.. che io sappia i transgender..
.. non sono OGM..
11
Lisianthus_77

Lisianthus_77

41 anni, Roma (Italy)

Ognuno è libero di vivere la propria vita come vuole, amando una persona che sia dello stesso sesso o quello opposto, l'importante che stia bene con se stesso e con le sue scelte.
58
Mustaine

Mustaine

46 anni, Roma (Italy)

Argomento già trattato diverse volte qui su LP. Probabilmente questo è un articolo un poco più completo perché fornisce qualche numero statistico...SBAGLIATO.
Si parla di 50.000 trangender in Italia quando secondo le statistiche della Sanità italiana sono oltre 400.000 (e si sa che di solito questi numeri tendono sempre al ribasso).
Non mi va di rispondere ai post omofobi perché tanto ognuno resta delle proprie idee. Però la questione credo che vada trattata perché i numeri sono alti. Se ci aggiungiamo anche quelle degli omosessuali (alcuni studi esteri parlano che di solito sia un 10% della popolazione...in Italia non c'è una stima precisa) parliamo di una persona su 60 nel nostro paese che vive una sessualità diversa dai presunti canoni sociali.
Mi spiace ma chi afferma che l'omosessualità è una "malattia" è in errore...perché può essere repressa ma non guarita (non lo dico io ma le statistiche degli studi psiachiatrici-psicologici). Inoltre, a quanto ne so, i tentativi di "riconversione" avvengono soprattutto attraverso organi religiosi (non medici) che nella maggior parte dei casi hanno fatto più danno che altro (poveri quei bambini nati in certe famiglie). E' scontato dire da parte mia che è sbagliato discriminare per gusti sessuali o per colore della pelle o per religione o per estrazione sociale o per tifoseria di squadre diverse, ma questo avviene quotidianamente sin dalla notte dei tempi.
Siamo abituati a sentire lotte contro la propaganda gay...ma non confondiamo quella (la propaganda) che viene fatta dai liberal solo per "apparire"...se non ci fosse davvero discriminazione non ci sarebbe di conseguenza queta esigenza di riaffermazione.
Il problema, semmai, non è essere trangender o meno...ma quel che comporta esserlo nella nostra società. Non ho numeri alla mano, ma presumo che una larga parte di questi trova lavoro solo nel ramo della prostituzione,...per le straniere poi la quasi totalità. Se tanto mi da tanto, che che se ne dica, ci saranno almeno 10-20 volte tanto tale numero di clienti che apprezzano...quindi anche se non trangender o omosessuali vivono comunque una sessualità diversa. Tutti pervertiti o degeneri o contro natura?
Io lapiderei preti che abusano di bambini e donne e ragazzi deboli e bisognosi, i pedofili, i violenti, gli assassini, i ladri non per necessità ma quelli che si arricchiscono alle spalle degli altri...e potrei andare avanti. Inoltre ci sono problemi legati alla convivenza/matrimonio per questioni economiche e legali, tutto fuorché marginali.
A me personalmente non danno fastidio né trangender né omosessuali...come tutte le altre persone etero nel mondo ci saranno tra loro sia brave che cattive persone.
La verità è che noi essere umani non abbiamo mai problemi ad AMARE con i nostri organi genitali...il problema lo abbiamo quando si tratta di AMARE con il cuore. ❤

Buona giornata.
184
GianfrancoC56

GianfrancoC56

56 anni, Cosenza (Italy)

Ma siamo sicuri che "transgenica" sia la traduzione esatta di "transgender"?
10
Ani79

Ani79

39 anni, Foggia (Italy)

Chi è il transgender??
Una persona prima di tutto!!!!
Bon.
Buondìiiiii
A££€gri
Be yourself !!!!
🤗😉😊
Buon Sabato Ventilatissimo
18
5

nell14

avessi potuto mettere qua la foto di una delle mie molosse, l'avrei fatto, ma non si puo'.... sono orgogliosa delle mie creature e del modo di vivere che ho scelto...ho sorriso pensando a che rabbia una "persona" ha dentro per non essere felice della sua e sputare su quella degli altri......
la vita ripaga con la stessa moneta che si usa.... e in questo caso per certe "bellezze decantate " forse ha gia' un po' esagerato 😁 😂 😂 😂
bravo Zeneize, sai che i nr e le foto non si danno a terze persone? ringrazia la tua amica che se l'e' cantata 😊 ci vedremo qui in piemonte 😉 per una bella festicciola 🎉 🎈
64
blueagle2

blueagle2

51 anni, Roma (Italy)

trans ... che? ... e niente sono proprio uomo d'altri tempi... 👎
35
5
dimipunk

dimipunk

44 anni, Trieste (Italy)

Ed eccoci di nuovo al solito articolo propagandistico, propedeutico all'ingegneria sociale ed alla mutazione antropologica.

Già il fatto che, una patetica macchietta come Vladimiro Guadagno Luxuria, venga definito come "opinionista", la dice lunga sulla validità di questo articolo in termini informativi e non come veicolo propagandistico dell'ideologia di genere, la quale, mette in soffitta il dato biologico, consistente nel nascere maschio o femmina, per assumerne uno puramente idealistico, basato sul "sei quello che ti senti di essere".

Se una persona, si sente di appartenere al sesso opposto,, deve seguire un percorso di cura ed ausilio psicologico, affinché accetti la sessualità con cui è nato,senza far pesare le sue condizioni alla società.
Ovvero, il percorso inverso, rispetto quello attuale, dell'ideologia gender/transgender che, mette in conto alla società la distorsione del singolo individuo, obbligandola ad una mutazione antropologica, dedita all'accettazione collettiva di qualsiasi capriccio individuale, spacciato per diritto acquisito.

Arrivando così, all'esibizione del signor Guadagno, rappresentante del popolo italiano che, si è messo a strillare perché, a Montecitorio, mancavano i servizi igienici per i transessuali, senza che nessuno, gli rispondesse come meritava :

"tesoro, voi pisciate come tutti gli altri, con il pippo o con la patata, pertanto, vedi di non rompere, perché gli italiani precari, disoccupati, malati e terremotati, dei tuoi capricci da scherzo della natura, se ne sbattono".

Una civiltà che vuole vivere, avrebbe risposto così.
28

Marchesa_adorata

buongiorno!
a volte basta solo aspettare...
leggi qualche storiella e fai 2+2
e trovi la risposta.
bene, la mia lettera anonima ha ora un nome e cognome ( passo falso)
modus operandi !
e forse, pure il nome di chi ha fornito i miei dati...
procedi.

scusate il fuori tema adorati..
Buon sabato a tutti !
65
DanielRani

DanielRani

29 anni, Brescia (Italy)

Personalmente anche se l' omosessualità o come si definisce essere transgender non mi piace non li insulto , sono pur sempre persone poi uno mi da fastidio non me ne frega se sia trans gay etero nero o a puá gli esseri stronzi ci sono in tutte le razze e i generi , ma se uno è una brava persona te ne freghi di quello che lui è perché lo definisci un amico
70