Come Affrontare una Nuova Relazione: l'Uomo Separato

Amare un uomo separato, nuova relazione da costruire, é facile? Scopri tutto su uomini separati e nuove compagne

Decidere di mettersi di nuovo in gioco approcciandosi ad un uomo separato e ad una nuova relazione presenta dei pro e contro per tutti i soggetti coinvolti.

Ti spiego meglio!

Se decidi di frequentare un uomo appena separato devi necessariamente tener conto del tipo di matrimonio che lo stesso si lascia alle spalle:

  • infelice, fatto di continui litigi e poco appagante;
  • un legame in cui credeva e per cui ha combattuto fino alla fine per salvarlo.

In entrambi i casi occorre comunque che tu sia cauta e che non abbia molte pretese onde evitare che la tua relazione possa morire ancor prima di nascere.

Vero è che una nuova relazione dopo una separazione può servire al singolo per rinascere dopo il divorzio, ma può comportare anche crisi e fastidi al nuovo partner che può sentirsi spesso messo da parte in determinate situazioni soprattutto quando si tratta di un uomo divorziato con i figli.

Sei single? Cerchi una nuova relazione? Trova la persona giusta su Lovepedia, il sito di chat e incontri 100% gratis più visitato in Italia.

È mia intenzione quindi fornirti in questo articolo una serie di suggerimenti su come conquistare un uomo separato con figli o senza, e sulle relazioni con uomini separati con figli.

Ma mio caro amico questa è una guida anche per te, in quanto voglio mostrarti come gestire la nuova compagna e i figli, e come comportarsi nella relazione con donne con figli.

Bene, iniziamo.

Uomini Separati e Nuove Relazioni: i Pro e i Contro

Amare un uomo separato è peccato? La risposta al quesito è ovvia: no!

Non c'è nulla di male nel vantarsi di stare con uomo separato e di una nuova relazione. Tutti hanno il diritto a rifarsi una vita dopo una separazione!

Quello di cui devi tener conto è che il percorso potrebbe essere tutto in salita.

Come ti ho premesso infatti conoscere degli uomini separati può avere degli aspetti sia positivi che negativi:

Potremmo così riassumere che...

Ma vediamo adesso cosa devi fare e cosa non devi fare se vuoi frequentare un uomo separato da poco.

Atteggiamenti Consigliati e da Evitare su Come Conquistare un Uomo Separato da poco

Separazione e nuovo compagno, come comportarsi?

Decidere di avere una relazione con un uomo separato da poco può essere una scelta assai ardua, tuttavia non impossibile.

Che aspetti allora?

Non perderti questi utili suggerimenti sugli uomini separati e le nuove relazioni e come su approcciarti a loro.

  • Poche pretese. Gli uomini appena separati non hanno ancora certo quale possa essere il loro prossimo futuro quindi prendono tutto molto alla leggera e non hanno fretta di buttarsi in una nuova relazione, soprattutto se il loro matrimonio è stato negativo. Insomma mentre magari tu sogni già le nozze, loro hanno ancora gli incubi delle loro ex mogli con pigiami di pile e bigodini. Ragion per cui non pretendere troppo da loro: una nuova relazione dopo una separazione non deve trasformarsi in una nuova prigione, ma dev'essere la novità. Evita di assumere quindi degli atteggiamenti possessivi e oppressivi.
  • Concedigli i suoi spazi. Il tuo scopo non dev'essere quello di trasformarti nella strega cattiva: quel ruolo lascialo all'ex moglie. Stare con un uomo separato da poco può essere complicato: cerca quindi di essere dolce, premurosa e sorridente, senza ovviamente andare contro al tuo carattere. Non riempire il poveretto di continui messaggi su Whatsapp e telefonate, e non aggredirlo se non risponde immediatamente. Il tuo scopo è quello diventare il suo futuro non il suo passato, giusto?
  • Evitare di parlare male della ex. Buona o cattiva che sia stata non spetta a te parlare in qualunque modo dell'ex moglie di lui. Considera che potrebbe rivelarsi anche un'arma a doppio taglio che potrebbe mettere te sotto una cattiva luce agli occhi del partner. Un atteggiamento di questo tipo può essere adottato solo ed esclusivamente nel caso in cui la ex influisca in modo negativo sul rapporto con la sua presenza.
  • Rassicuralo. Parlare di un uomo separato e di una nuova relazione, vuol dire riferirsi a qualcuno che sta dando una nuova chance alla propria vita sentimentale. Sta a te quindi trasmettere sicurezza al partner, dimostrargli che può ancora fidarsi dell'altro sesso, fargli riconquistare la fiducia in se stesso. Ricorda però che non sei una crocerossina: è giusto dare supporto per rafforzare una persona, ma non per renderla debole e dipendente dagli altri.

E se lui ha figli?

Niente panico!

Continua a seguirmi: ho molto da dirti anche sullo stare con un uomo separato con figli.

Padri Separati con Figli e Nuova Compagna: Istruzioni per l'Uso

Quando si parla di uomini separati e nuove relazioni la prima cosa che devi tenere in considerazione è che sarà difficile interrompere il vecchio legame sentimentale, soprattutto se dalla prima unione sono stati procreati dei figli che manterranno il contatto tra gli ex coniugi, che non perderanno mai il loro ruolo di genitori.

Questo ovviamente riguarda anche le relazione con donne separati con figli.

Cosa fare allora per integrare i due nuclei famigliari formatosi da matrimoni o rapporti precedenti? Come comportarsi con un uomo separato con figli? E come agire affinché la storia non arrivi al capolinea?

Continua a leggere per scoprirlo.

Amare un Uomo Separato con Figli

Inizio subito col dirti che compleanni, eventi speciali e ricordi del primo rapporto scaglioneranno la vita di coppia e la nuova relazione con un uomo separato con figli, spingendola a volte ad incomprensioni e litigi, che possono sempre insorgere ed alcune volte crescere con maggiore intensità.

Questo si verifica soprattutto durante le festività comandate: se desideri infatti essere la compagna di un uomo sposato con figli non dimenticare che ciò che conta è mantenere l'equilibrio poiché è in questi casi che si sfalda l’armonia di coppia, che viene messa alla prova per assecondare il volere di un'ex coniuge e della prole.

In una situazione di questo tipo è a volte proprio l'egoismo a predominare, dato che non permette ai soggetti coinvolti di ragionare per venire incontro alle esigenze dell'altro. Se infatti da una parte l'uomo con figli si prodiga in modo da colmare la propria assenza quotidiana perché gli sta a cuore il benessere della propria progenie, dall'altra la nuova partner cerca di comprendere tale legame, accettandolo tacitamente e lottando per mantenere in piedi il rapporto.

Talvolta però, entrambi sono accomunati dal pessimo stato emotivo che li porta a sfogarsi l'uno contro l'altro e a limitare l'intesa di coppia.

Vuoi sapere qual è la soluzione per vivere con un uomo separato con figli?

Nonostante sia difficile da applicare, l'unica strada percorribile è quella della comprensione, da utilizzare in associazione al dialogo e alla sincerità, per creare una base solida sulla quale costruire la nuova relazione con un uomo con figli. E se è pur vero che in molti casi questi ingredienti non bastano, è altrettanto vero che l'amore può vincere sulle altre cose.

Un atteggiamento più comprensivo è necessario per stare con un separato con figli e risulta efficace per entrambi i partner della neo coppia per superare i diversi ostacoli e restare uniti.

Aprendoti all'altro e ai suoi figli inoltre ti mostri rispettosa nei confronti del ruolo genitoriale che ricopre l'uomo, prendendone atto senza ulteriori tensioni.

In aiuto al tuo partner, puoi creare un clima passionale, ricco di intimità e di relax che lo coinvolga e lo attragga ancora di più. In questo modo, riuscirete a creare momenti indimenticabili che con il tempo si trasformeranno in nuovi ricordi. 

Attenzione!

Evita di confondere i nuovi ricordi o a distruggere quelli che il partner ha creato con la propria ex famiglia, visto che il rapporto genitore-figlio non si può facilmente danneggiare.

Ma non è tutto qui.

Vediamo insieme come gestire il rapporto con la prole di entrambi i partner o di uno solo di essi.

Creare un Buon rapporto con il Figlio di un Uomo Separato

Frequentare uomini separati con figli vuol dire anche accettare la parte più importante della vita precedente di un individuo. Stesso dicasi se si tratta di una donna separata con figli.

In questo devono essere bravi i partner a gestire perfettamente la situazione, cosi da non creare momenti di tensione in favore di un clima sereno.

I figli devono percepire il partner del proprio genitore come un nuovo membro della famiglia e non come un sostituto. Questo infatti è un errore che comunemente compiono soprattutto le donne, le quali pensano di andare a sostituirsi alla madre naturale. 

Stare con un uomo con figli non è facile, ma è un passo che bisogna fare sia per amore della persona che ti sta accanto e sia per la nuova famiglia che andrete a formare. È importante infatti che tu diventi una nuova figura di riferimento, compagna di giochi, confidente, ma nel contempo genitore dal pugno ferreo. Ecco come:

  • Non devi ovviamente avere troppa fretta: non conta infatti il tempo che occorrerà, l'importante è che si instauri un rapporto spontaneo.
  • Non gettare subito la spugna, non isolarti o non sentirti inadeguata: cerca di trovare una tua dimensione in questo rapporto che vede te, il tuo partner e i suoi figli. Parla con la persona che ti sta accanto delle tue insicurezze in modo che possa aiutarti, e soprattutto non essere mai gelosa del rapporto che ha con la sua prole: è quanto di più controproducente possa esservi e non farà altro che allontanarvi.
  • Fai in modo quindi di essere inclusa nel rapporto che il tuo partner ha con i suoi figli cosi da poter comprendere quello che già condividono, e per verificare insieme quello che tu sarai in grado di portare al nuovo nucleo famigliare.
  • Non sostituirti al padre o alla madre nelle decisioni importanti (soprattutto in un primo periodo), ma lascia che determinate scelte vengano prese dai genitori naturali. Ovviamente questo non vuol dire che non potrai esprimere una tua opinione in merito. 

Ricorda che per tutti i figli, qualsiasi età essi abbiano, tu rappresenti un'intrusa: sta a te essere abile a conquistare la loro fiducia e il loro amore.

Dal canto tuo, mio caro amico, non stare con le mani in mano ma aiuta la tua donna a relazionarsi con i tuoi figli: ricorda che sei tu il loro tramite diretto. Mostra ed esalta i lati positivi e le cose che hanno in comune.

Se anche la tua partner ha dei figli, cercate di farli incontrare magari creando una situazione piacevole e in un ambiente aperto in modo tale che nessuno possa sentirti oppresso nel caso in cui la situazione si faccia pesante.

Spero che tu possa trovarlo utile.

Detto ciò affrontiamo adesso un altro interessante argomento.

Cosa Fare se un Uomo Separato Non vuole altri Figli

Uomini separati e le nuove compagne possono trovarsi in disaccordo sul fatto di avere un figlio nato dalla propria relazione.

La psicologia di un uomo separato con figli è molto particolare: devi tener presente infatti che ti trovi di fronte ad una persona fragile ma allo stesso momento protettiva.

I motivi quindi per cui il partner possa non volere altri figli sono disparati. Te ne elenco alcuni qui di seguito:

  • paura di creare sofferenze e disturbi all'attuale prole;
  • paura di poter far rivivere ai futuri bimbi il trauma della separazione;
  • non sentirsi all'altezza della situazione;
  • non essere in grado di gestire una nuova paternità.

In questi casi le soluzioni non sono molte:

  • puoi rassegnarti e accettare la decisione del partner;
  • parlarne in modo da fargli capire il tuo punto di vista;
  • porre fine al rapporto.

E tu in quale di queste ti rivedi?

Leggi adesso come gestire una relazione con un uomo separato in casa.

Stare con un Uomo Separato in Casa

Sto con un uomo separato in casa, come mi devo comportare?” Cara amica se anche tu ti trovi in una situazione del genere sai come il tutto sia poco piacevole.

Prima di tutto: quali sono le motivazione che lo spingono a restare nel vecchio focolare? Sicuramente queste sono le risposte che ti sarai sentita dire:

  • Non potersi permettere un'altra casa;
  • Non poter abbandonare i figli;
  • Sensi di colpa;
  • Deve ancora metabolizzare quanto successo.

Permettimi di dire che sono tutte balle!

Amare un uomo separato in casa vuol dire dividerlo con un'altra donna dalla quale lo stesso non si vuole separare. Possiamo metterlo sullo stesso piano dell'uomo separato che non divorzia per non troncare definitivamente con il suo passato con il quale evidentemente risulta essere ancora legato (altrimenti come giustificare la sua scelta).

Si va bene, tu dirai che la fine di un matrimonio è sempre un fallimento e altro ancora, ed io controbatto rispondendoti che se una persona non è pronta non può illuderne un'altra.

Come comportarsi in una circostanza del genere?

  • Armarsi di tanta, ma tanta pazienza e attendere che lui si decida a lasciare il vecchio nido (sempre se lo farà).
  • Dargli il ben servito, lasciandolo nelle sue indecisioni.

Insomma il mare è pieno di pesci: desideri davvero perdere tempo con chi gioca con due mazzi di carte? In questa situazione l'unico che ne esce vittorioso è lui, e non trovo che sia corretto.

Concordi?

Ti chiedo un ultimo sforzo: abbiamo quasi finito.

Separazione e Nuova Relazione: Credere ancora nell'amore

Ti ho mostrato come uscire con un uomo separato con figli possa avere dei lati positivi e negativi: il primo passo è accettare la separazione di lui, il secondo è imparare a gestire il rapporto, e quello fondamentale è accogliere la sua prole.

Se lui si sta separando non avere tante pretese: dagli il tempo di metabolizzare quello che gli sta capitando.

Devi tenere in mente però che puoi imbatterti anche in un uomo separato che non vuole impegnarsi, soprattutto se ha vissuto gli anni del matrimonio come una prigionia. In questi casi non ti conviene insistere molto, o se lo desideri devi attendere i suoi tempi che possono essere molto lunghi.

E se ti stai chiedendo se un uomo separato possa risposarsi, la risposta è ovviamente è si: il tutto dipende dal desiderio di entrambi.

E tu hai mai avuto o hai una relazione con un uomo separato senza figli o con prole: come vivi il contesto e come hai affrontato la situazione? Condividilo con tutta la community e metti mi piace a questa guida se l'hai ritenuta utile o interessante.

43 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
iovagamondo

iovagamondo

59 anni, Torino (Italy)

Ci sono passato, dopo la fine del mio matrimonio per 5 anni le cose sono andate bene, unico neo lei non aveva legato con mio figlio.
Il destino ci mette lo zampino... un'assistente sociale mi chiama, mio figlio non viene con me ma va in affido temporaneo; dopo un anno ed alcune incomprensioni l'assistente sociale mi vuole rivedere e mi porto anche lei, contavo di recuperare mio figlio e avrei dovuto portarlo in casa con lei.
Ma davanti all'assitente lei dice che per mio figlio non c'è posto in casa nostra (era casa sua poichè l'aveva acquistata due anni prima); così ho preso altri 5 anni della mia vita e li ho buttati nello sciaccquone: mi dispiace, all'inizio lei aveva detto che se non volevo sua figlia allora lei per me non c'era, ma in quell'occasione le avevo detto che con me si gioca ad armi pari....
00
SieteBruttePerZone2

SieteBruttePerZone2

60 anni, Genova (Italy)

mamma mia, a leggere l'articolo sembra una sfiga pazzesca
ma quante seghe mentali mettete in testa alla gente ?
le persone si conoscono, si piacciono e , si frequentano...
ou ma la vita è una , dobbiamo complicarcela in questo modo ??
mah
15
Emmo2

Emmo2

52 anni, Venezia (Italy)

Basta trovarlo "signorino" 😉
01
Dairlewanger

Dairlewanger

42 anni, Piacenza (Italy)

non mi pongo il problema.non mi sono mai sposato,non credo nel matrimonio

🔥 boia chi molla
07
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

40 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Si ricomincia da capo come se fosse sempre la prima volta 😃
13

Ani1979

Io credo sia difficilissimo....
Un percorso contorto
Impervio...
Nel quale nn mi ci vorrei imbattere mai.....
Ciauuu!!!
15
Mauro696

Mauro696

49 anni, Palermo (Italy)

Ma secondo voi, nella parte dell'articolo in cui suggerisce di non essere critiche nei confronti dell'ex moglie, salvo che lei non sia invadente, quali parametri prendereste in considerazione per valutare appunto l'invadenza? Grazie per il vostro parere
Ciao, Maurizio
10
Ninno70

Ninno70

48 anni, Perugia (Italy)

Sarebbe bene distinguere almeno alcune situazioni. Incide molto infatti chi e perché ha lasciato, la durata della storia precedente, la presenza di figli piccoli, l'età del protagonista, lo stato sociale, il livello culturale. Altrimenti si rischia di generalizzare. Detto questo posso parlare per me. Separato da quasi tre anni con figli piccoli e rapporti intensi con la ex. Il bene dei figli deve fare superare le divisioni. Mi rendo conto che questo aspetto rende la ex un fantasma sempre presente. Soprattutto se la nuova compagna non avesse figli e volesse crearsi una famiglia. I pensieri che si scatenano in lei saranno tutti improntati all'insicurezza e decorsa la fase della passione subentrano tutta una serie di ragionamenti che necessariamente portano a nuove rotture. L'uomo che capisce questa logica dovrà rassicurare con fatti e dimostrazioni quali sono le sue intenzioni. Altrimenti, con le sole parole, lascerà sempre la propria nuova compagna nel dubbio. E il dubbio porterà alla rottura.
60
michamorris

michamorris

53 anni, Chieti (Italy)

Love pedia ma punta sulla qualità dei suoi iscritti e si avvicina per modalità di funzionamento ed approccio a Nirvam. Quello che ha portato molti utenti italiani (è una community totalmente pensata e rivolta ad un utenza italiana) a scegliere Lovepedia nel corso di questi ultimi anni (il sito è online dal 2009) è certamente legato alla qualità del servizio che offre, ma anche al fatto che il sito offra tale servizio in maniera del tutto gratuita. A differenza di quanto avviene con Nirvam quindi non dovrete pagare mai nulla, non ci saranno dei giorni di prova ne niente di simile. E’ tutto gratuito e rimarrà per sempre tale (o quantomeno non ci pare ci siano ragioni per poter ritenere plausibile il contrario).

Per iscriversi bastano pochi semplici click, sarà necessario inserire il proprio indirizzo e-mail nel form di registrazione ed attendere un e-mail di conferma da parte di Lovepedia.net. All’interno della mail (fate attenzione che non finisca nella cartella “spam”) ci troverete un link su cui dovrete cliccare per completare la registrazione del vostro account ed iniziare subito a compilare il vostro profilo. All’interno del profilo potrete specificare i vostri interessi ed aggiungervi una descrizione testuale. Potrete inoltre aggiungere una o più foto che vi ritraggano personalmente (non sono ammesse foto che ritraggano altre persone) ma dovrete aspettare alcune ore (fino a 24) affinchè lo staff di Lovepedia.net le visioni e ve le approvi
04

Cielochiaro07

Grazie giuliett :green_heart:
Se sono qui a parlarne è perchè in qualche modo lo so per vita vissuta e chissà magari fa pure bene a chi si trova in situazioni difficili o complicate.
Questo è il mio intento.
Devo aggiungere ancora una cosa.
Se prendiamo atto solo della coppia che si crea e con separazione e non divorzio alle spalle, quando ero in terapia e per altro ma coinvolta in una nuova storia ( tutto insieme eh?) = impaurita ma con voglia di essere felice di nuovo... la mia psicologa disse di tenere sempre presente che una coppia nuova è fatta da persone nuove e le problematiche di quella precedente non possono essere le stesse.
Io e lui formavamo una nuova coppia e con me non si comportò come con la moglie anche perchè io non ero sua moglie e il mio vissuto non era certo il suo.
Tutto bene. Quelle parole mi hanno dato coraggio e per un paio di anni è andata bene.
In un altra storia invece è stato chiaro sin da subito che la ex moglie parlava di amicizia con lui e a lui andava bene salvo telefonate di nascosto, sms del tutto inutili e coinvolgimenti miei come se fossi stata una stupida paesana ( mai stata) che non si adeguava ai tempi. Eppure sono molto adeguata. Sono solo coerente ed onesta non come loro due.
Detto questo, tra la prima storia e la seconda son passati anni e modi di vivere. Nato internet ho scoperto Facebook e lei che scriveva cose aberranti su lui senza il minimo pudore. E parlava di dolore e di lui che aveva sputato nel piatto dove mangiava. Salto il resto.
Quando è finita, signori miei, lei ha scritto cose sacrosante!
Poi se si è diverse non ci si vendica, si tace, si piange e si ritorna a cercare chi è più adatto a te.
Ma non mi si parli di separati, separati in casa, rapporti amichevoli con ex!
Ribadisco: non è apertura mentale. E' lasciarsi la porta aperta sin da subito.
Diverso è il rapporto civile che si deve avere con chiunque.
Tutto questo bla bla per avvisare: guardate l'altro/a senza prosciutto sugli occhi e sin da subito. Poi fate come vi sentite ma ben consapevoli che chi non divorzia e trova scusanti è perchè ha ancora legami con il passato.
La famosa seconda scarpa. ;) :smiley:
Buona giornata!
20
Luxmar

Luxmar

43 anni, Salerno (Italy)

Ho letto con interesse questo articolo, sicuramente gli uomini separati come le donne si portano con se un forte bagaglio di esperienza, fatto di sentimenti, delusioni, scontri ma anche di consapevolezza del proprio essere. Personalmente ho ritrovato più fiducia in me stesso e capacità che prima per non turbare gli equilibri non sapevo dimostrare. La parentesi figli è quella più delicata, quella che ti lega profondamente alla tua storia precedente e ti rappresenta per la parte positiva che hai vissuto. I figli sono il senso della tua vita e credo che far accettare una nuova compagna sia una mediazione che solo con il tempo si potrà accettare. Talvolta la separazione è una lenta riscoperta di se stessi prima di tutto e dei sani principi che ci fanno amare la vita!
00
giuliett

giuliett

51 anni, Napoli (Italy)

Credo che sull'argomento cielochiaro07 abbia scritto e descritto situazioni reali, che succedono molto spesso e che la sintesi di dolceveleno1 renda bene l'idea, una specie di "girone" come scrive aurevoir che si ripete sempre, senza portare a nulla di vero e di nuovo.
20

resiliente59

Enzo, forse non tutte vogliono figli o altri figli ;)
03
supermaffepro

supermaffepro

54 anni, Milano (Italy)

E' la stessa cosa se un uomo SINGLE, desidererebbe iniziare una storia sentimentale con una EX sposata ..So hazz Vuostr :scream:
Tutto può essere bello come il suo contrario e quando ci si lascia è come scrive la Manuela Scuderi..
- infelice, fatto di continui litigi e poco appagante;
- un legame in cui credeva e per cui ha combattuto fino alla fine per salvarlo
SECONDO ME, se si vuole iniziare una BELLISSIMA STORIA D'AMORE, si deve essere entrambi LIBERI e sereni
Ho avuto una esperienza di quel genere con una EX sposata, alla fine era meglio che non la iniziassi ma dato che mancavo di quella esperienza, ci cascai credendoci ..ormai lontano ben 8 anni dall'evento, cerco solo una single completamente libera, sana e lontana da quei vorticosi ricordi
Domanda - Esiste?
Se ci sei BATTI UN COLPO che te ne batto anche 2 ;love :* ;P :joy:
01

Scinco

Ognuno ha nuovi figli a cui viene dedicato molto tempo, si riceve un figlio anche prima di compiere 5 anni. Ma ci si sente genitori da subito senza troppe preoccupazioni. Il figlio si chiama telefonino, pc.

Come mai non è così semplice avere un rapporto duraturo con altri umani allora?

Quando si rimane in coppia inevitabilmente vengono a galla, pensieri perversi, il comportamento negativo causato dal possibile veleno dell'ambiente in cui si è cominciato a scrivere le proprie esperienze, si rimane in una sorta di gabbia, non ci sono altri continenti da scoprire e l'esplorazione spaziale è assente, si rimane come polli nel pollaio. Si può rimanere a fatica fuori e osservare dal pollaio (scienziati), ma la meccanica di vita per ora rimane questa.

Finché si è come carcerati con l'unica differenza di qualche metro in più percorribile, un notiziario quotidiano riassume la vita del pollaio.
00