Corteggiamento.

Luca0590

Si, te lo spiego volentieri, perché quello che hai scritto è solo e unicamente legato a degli stereotipi arcaici....fiori inginocchiamenti ecc....
Zuccherosalato

Si, certo, erano esempi. Il concetto è semplice, cercherò di esporlo in modo meno "insensato" (almeno ci provo).
Non importa "cosa" si faccia nel corteggiamento (fiori/metodi arcaici o quello che vuoi) ciò che ritengo obsoleto è il corteggiamento stesso. Spendere del tempo per cercare di convincere qualcuna (in qualsiasi modo tu voglia) che comunque non può essere convinta, perché o gli piaci o non gli piaci. Il corteggiamento aveva senso quando non c'era parità sessuale, l'uomo cercava, tramite il corteggiamento, di far sentire importante la donna (che importante non era ritenuta dal sentire comune della società) e quegli uomini erano ritenuti "romantici".
Oggi non ha nessun senso, c'è la parità sessuale, quindi perde di significato l'intero meccanismo. Se siamo pari, perché dev'esser il maschio a far sentire importante la donna e non viceversa?
La cosa più sensata oggi è (a parer mio chiaramente) iniziare un primo approccio, flirtare, uscire insieme e vedersi e poi quel che viene viene.
Se devo approcciarmi con una ragazza non la corteggio... semplicemente la contatto e chiacchieriamo, poi la invito ad uscire e ci vediamo e poi nascerà qualcosa oppure no. Ma il corteggiamento non vedo che ruolo debba avere nella mia relazione con una ragazza.
00
Per rispondere a questa discussione effettua l'accesso oppure registrati.