72 commenti sul Magazine
Sono bischerate scritte da un falso studioso cui venne un'idea. Altro che anni di ricerche (in questo senso, si capisce). Oltre metà degli articoli scientifici sono fuffa, invenzione pura. Oggi i cacciapalle vanno forte, con il pubblico che hanno.
Ma allora che ci fate qui, riunitevi alla Ca' Rampani.
Quello non è un post coitum, dicesi post ditalinum.
Post coitum omne hanimal triste. È un luogo comune e mi spiace per la desolazione che pervade i commenti che leggo e per la sensazione che prende quando uno si accorge di esserci sbagliato di posto.
In parole povere, anche sotto quest'aspetto le donne cercano di imitare gli uomini (i quali non imitano più loro stessi, nel contempo) e prendono tutto con un approccio consumistico. Non vedrò il film: le cose dal punto di vista femminile, e per di più situate in Nuyòrk, ormai mi hanno saturato. Preferisco una passeggiata all'aria aperta. 😀
La madre dei femministi è sempre gravida.
Sono bischerate che si scrivono per riempire i vuoti. Le donne ora si credono intelligentone e buone a tutte, pompate come sono dal femminismo. Questa dottoressa, poi, chissà che pretende di dimostrare, con questo studio "scientifico".
Ottima lettura. Aggiungerei la stimolazione dei punti "cinesi", che funzionano magnificamente, anche nella fase zumzum. Nei preliminari, quando la donna sbava di sotto, è venuto il momento di faticare. Dopo 45 anni di matrimonio i preliminari possono prendere anche giornate intere.
Punto G, iniziale di grana, argomento che eccita la donna fino agli orgasmi multipli. L'uomo si eccita con l'odore del punto F, la donna col detto punto G. Durante l'ovulazione l'istinto la porta all'uomo Alfa, mentre il marito (ha preferito il dominabile uomo Omega) sta nei suoi sogni beati.
Quando ci si lascia dominare, si va più d'accordo con il dominatore (o la dominatrice). Ecco la bella scoperta della grande scienziata. Chapeau.