123 commenti sul Magazine
Beata te... Comunque, le borse sotto agli occhi di certo non son belle e si vorrebbero eliminare, ma sai quante altre borse sono peggio?... 😄
Ciao Tili, tu dovresti frequentare un forum di scrittura, come a volte faccio io. Lì si può respirare quell'aria fina di cui parli, condividendola e condividendo con altri i propri pensieri. Tornando a bomba, io credevo che con l'età certe sensazioni sarebbero state meno presenti, o forti, e io sarei stata più protetta : niente da fare. Temo sia proprio vero che il cuore non invecchia, ma si resta sempre e semplicemente se stessi. Un po' è bello, ma siccome ogni innamoramento porta anche ansie e dolore.. un po' dell'odiosa atarassia ogni tanto non guasta. Quando si è in pace e senza fervore si vorrebbero le emozioni, ma se poi arrivano..ecco che puntuale se ne paga lo scotto. Insomma...la medaglia con una sola faccia non esiste. 🙆
Ah, Tili, ma chi è senza emozioni? Io ancora non ce la faccio. Vorrei, perchè le emozioni & co sono una bella fregatura, è più quel che prendono che quel che lasciano.., ma fanno come il Natale : quello che..quando arriva arriva! Evviva l'atarassia? Mah, non saprei.
😃Meno male... Ma qui non si può dire. 😁
Mi piace come immagine : eh si, l'acqua del fiume, anche dell'innamoramento, scorre inesorabilmente e pian piano se lo porta via. Se questo è il nostro desiderio...dobbiamo lasciar scorrere il fiume, senza creare inutili dighe in cui l'acqua e sensazioni e sentimenti ristagnino.
Secondo me " persona giusta " dovrebbe essere lei per te, innanzitutto : così darai il meglio di te e magari sarai giusto per lei.. Non trovi?
Capisco quello che hai scritto, Francesco, e ha un senso che potrei anche condividere. Ma ti invito a pensare a come sono stata " accolta " io quando mi sono affacciata per la prima volta a questo chiamato blog, avendo voluto dire la mia circa un argomento del Magazine. Mi hanno accusato ( e dio solo sa perchè ) di essere un " fake". Ma si può??
A me piace la naturalezza, lo scambio, e ho trovato sospettosità e ostilità.
Cosa poteva fregare a me dei dissapori precedenti con altri utenti e perchè dovevo essere qualcun altro che neppure sapevo chi diavolo fosse??
Così, per partito preso e solo perchè non avevo la foto?
Se uno non la mette sono fatti suoi, magari è semplicemente una persona riservata.
E poi anche la foto non significa niente, chi dice che corrisponda alla persona?
Mi sono resa conto che qui il sospetto è all'ordine del giorno, e, credi, non è proprio il massimo.
Dunque forse si può capire perchè non mi pare il caso di far leggere a gente prevenuta quanto ho scritto.
Senza contare che sono convinta che ai più non importa un accidente di niente, non solo dei miei, ma anche di quelli di altri, visto che non li commentano.
E allora?
E' ovvio che se le persone sono carine ( non dico adulatrici, per carità, ma umanamente carine, decenti ), fa piacere scambiarsi idee, opinioni, anche scritti.
Diversamente, aprirsi è masochismo.
Io non penso che c'è gente idiota. Penso invece che c'è gente che sente di dover nascondere come è veramente, per essere à-la-page rispetto agli altri.
Dal mio punto di vista è un peccato, ma il mondo è vario e rispetto la libertà.
Buona notte anche a te, e ai nottambuli come me.
Per me possiamo anche farla finita, ma allora poi perchè ti lamenti che la gente è ignorante? Ha diritto di esserlo, se gli interessati o le interessate restano chiusi e solo ostili verso il resto del mondo.
Timido, io trovo che le sorprese sono una cosa bellissima, ma chi le fa più? Ad ogni modo mi piace sia farle che riceverle. Viva la fantasia!
Cara Dafne, io non voglio certo offendere qualcuno. Rispetto le varie realtà, anche se, come tanti, sono abbastanza ignorante in materia. Così è giusto che chi appartiene ad una realtà/percezione diversa si esprima , senza offendersi e neanche offendere. La mia, più sopra, era una battuta con un pizzico di sconsolatezza e intendevo ovviamente dire che di donne ce ne sono già fin troppe.
Se ho parlato di uomini che diventano donne e non dell'inverso, è perchè nei documenti che per lavoro mi sono capitati ho visto sempre casi al maschile. Poi penso anche che sia concretamente molto più difficile partire da donna biologica e diventare uomo.
Nei succitati documenti ( di tribunale ) il giudice evidenziava spesso il dato soggettivo della grande sofferenza di queste persone, che le aveva infine spinte al passo che poi avevano deciso del cambio di sesso.