Relazioni rese complicate dall'infedeltà emozionale

Si è infedeli sia col cuore che con la mente, sia nella realtà che nella virtualità: basta rendersi conto che si è preda dell'infedeltà emozionale

Si sente spesso parlare di infedeltà coniugale, ma pochi di voi sanno cosa sia l'infedeltà emozionale che coglie chi tradisce con la mente e non con il corpo.

Nell'era del mondo virtuale, infatti, accade sempre più spesso che due partner si allontanino l'uno dall'altro anche restando molto vicini materialmente, ma dirigendo la loro attenzione altrove. Questo, sebbene non sia un dato che accomuni tutte le coppie, è pur sempre una tendenza che sta aumentando nel tempo e che rischia di interrompere molte relazioni sentimentali.

In Rete, molte persone dedicano maggiore tempo alle conoscenze virtuali, dimenticando spesso di avere un partner accanto con il quale poter condividere momenti unici e speciali, senza dover ricorrere ad altre fonti di piacere.

Anche se Internet rappresenta una valvola di sfogo per tutti coloro che si sentono in gabbia, stretti dalla morsa di un rapporto difficile, un atteggiamento sfuggente non facilita le cose, ma le complica a tal punto da incidere sul benessere generale.

Questo tipo di infedeltà emozionale offre, infatti, una soluzione temporanea ai dubbi e alle ansie di una storia sentimentale ormai in crisi e permette di sorvolare sul problema, senza risolverlo del tutto. Viceversa, se va considerata come un'esigenza personale, allora è proprio giunto il momento di prendere una decisione stabile.

Tenere su due relazioni, una reale e una virtuale, non sempre aiuta la prima, ma la destabilizza e la complica, mettendola in crisi quotidianamente. E così arrivano le liti, i disguidi, le incomprensioni e soprattutto i confronti e i paragoni con un partner migliore, anche se meno concreto.

Così capita che quello virtuale riesce a comprendere i turbamenti e a differenza di quello reale sa provare l'empatia per capire quale sia la fonte dei problemi, incitando indirettamente a mantenere le distanze da chi da tempo gli sta accanto. L'insidia giunge inaspettata, ma forte a tal punto da compromettere la stabilità del rapporto di coppia.

Dunque, una domanda sorge spontanea: perché restare insieme anche senza amore e senza un valido sentimento di base e continuare a prendersi in giro invece di ammettere la realtà dei fatti e uscirne a testa alta da una relazione che ormai non può più essere chiamata tale?

Riflettere e agire direbbe qualcuno e vi spingerebbe a prendere la decisione tanto attesa.

Siete mai stati vittima dell'infedeltà emozionale?

16 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
romeo972

romeo972

47 anni, Bari (Italy)

Ecco che il tema dell'infedeltà di coppia torna in cronaca!
...e, purtroppo, anche le idee confuse...

Senza continuare a girare intorno a concetti apparentemente analoghi, stantii e retrogradi, il significato generico di infedeltà è legato al mancato rispetto dell'accordo preso. Nell'ambito della relazione di coppia, l'infedeltà si ha quando il comportamento di un partner tradisce, ovvero disattende, il tipo di rapporto stabilito assieme al proprio partner. Da qui, ogni comportamento che non altera la stabilità psico-fisica della relazione a due non sarebbe tradimento.

La curiosa espressione di "infedeltà emozionale" impiegata nella notizia è davvero bizzarra, se non ridicola.
Emozionarsi virtualmente, addirittura senza alcuna presenza reale della terza persona, potrebbe configurarsi come semplice emotività sub-reale, ovvero indotta in sé da sensazioni e situazioni immaginarie, esattamente come nei sogni.

E' condannabile davvero un fedifrago immaginario?
Suvvia, siamo seri...!
Semmai, nel tentativo di consolidare un rapporto a due instabile, in taluni casi potrebbe essere utile ricercare le motivazioni reali dell'eccessiva presenza di attenzioni emozionali rivolte all'esterno della coppia stessa.
...ma questa sarebbe un'altra questione.
;bye
00
emmolina

emmolina

51 anni, Venezia (Italy)

Brrrrrrr che dire.....se non si rischia (adoro rischiare e qui lo si fa anche pericolosamente a quanto sembra), si perde metà del divertimento ;)
00
aurevoir

aurevoir

60 anni, Genova (Italy)

Siamo al delirio,bisogna pure chiedere il permesso di commentare le affermazioni di uno che sono mesi che vive qui sopra giorno e notte usando gli spazi del magazine esclusivamente per denigrarne ogni manifestazione?
Questo è essere ridicoli e pure dissociati. Spero che prima o poi tu abbia almeno le palle di cancellarti,cosa che peraltro pensavo già facessi ai tempi in cui esordivi manifestando gli stessi pensieri, più o meno 1000 interventi fa,record mondiale in carica.
Ah , dimenticavo la solita questione....il commento del maestro è sempre al buio, naturalmente tutte cose che non ha provato perchè è solo qui per insegnare...bla,bla,bla, bla..........
00

mogano

e perchè dovrei mandarti a quel paese ?:) in linea di massima sono d'accordo che lo possono anche diventare, più facile l'micizia l' amore lo trovo poco probabile per le ragioni che spiegavo prima. Dipende poi perchè uno sta dietro un monitor, cosa si aspetta, per me è un gioco e passatempo, per altri no, ma non li giudico. Sulla citazione di Lessona avrei da fare una correzione personale, volere è potere....... provarci, ma non è detto che lo ottieni " :)
00

Brilll

@basso elettrico,,sn daccordo con te,,,,i valori molte persone li hanno,,,ma sn quelli nel sangue,,,alterati
00

Brilll

io rischio...@mogano,,,le percezioni provate attraverso un monitor nn sn reali,,,ma lo possono diventare,,,che sia amore o amicizia,,,tutto e' possibile,,,volere e' potere
ovvio che chi decide di stare a vita dietro un monitor nn potra' mai provare sensazioni nuove,,,belle o brutte che siano,,,
we',,mi manderai mica a quel paese?...noneeeee
00

mogano

infedeltà emozionale....che roba è ? Tipo, mi farei un giretto con la mia segretaria all'insaputa di mia moglie ? Ah...dimenticavo, che sbadato, si parla di virtuale...vero......una sorta di mondo delle fiabe, una proiezione nei confronti degli altri, e di se stessi, di ciò che si vorrebbe essere e non si è, la fiera dell'esibizionismo. Sentimenti, o amori, che nascono nel virtuale? Li ritengo ridicoli, sesso? Ci può stare, il virtuale è una mezzo immediato per manifestare i propri bisogni a patto che l'altro/a siano sulla stesa lunghezza d'onda. Le percezioni provate attraverso un monitor non sono reali, sono a nostro uso e consumo, si può stabilire che una persona scrive bene, è colta, simpatica per come si pone o un/una perfetto imbecille analfabeta, ma dal punto di vista emozionale sono come il sesso fai da te, ovvero, immaginazione.
Pregasi commentare contenuto articolo, per chi ne fosse intenzionato, non il sottoscritto, tempo perso e alto rischio di essere poi mandati a quel paese elegantemente :)
00
AntonyAll

AntonyAll

53 anni, Cagliari (Italy)

Concordo con "resiliente"
Anch'io ho provato col "reale" e ovviamente è un'altra cosa, si tende a rinchiudersi mentre in questo ambiente seppur virtuale ci si entra predisposti ad incontrare nuova gente ed il "contatto" ha una probabilità in più di successo
00

nicolas_tesla

Proprio per questo motivoChe molti preferiscono rimanere SingleNon è carinoNei confronti del partner Continuare a guardarsi intorno Continuamente
00

resiliente59

....e aggiungo: mi sono buttata sul reale, no de ferrari, no discoteca...si cene con amici, aggregando persone nuove, che puoi vedere direttamente come si relazionato e, non dirmi che con i messaggi è la stessa cosa
00

resiliente59

*Nel reale te la sudi.
00

resiliente59

Una vetrina,dove dalla comodità del tuo divano puoi sfogliare.
Nel reale, dovresti metterti sul bordo vasca di piazza De Ferrari e avvicinarti a una....? O due...? Che poco probabilmente passeggiano sole.
secondo me è più facile trovare qui, dunque è differente eccome.
Insomma qui si vince facile,nel reale la sui.
00
aurevoir

aurevoir

60 anni, Genova (Italy)

Sally,
non ho il tuo stesso punto di vista, anzi apprezzo lo staff perchè dimostra che non è vero che non si allinea alle discussioni in corso. Questo argomento segue a ruota i ragionamenti che stiamo facendo in questi giorni sulle motivazioni che ognuno di noi ha di iscriversi a siti come questo.
Fermo restando la libertà personale di fare ciò che si vuole senza spiegare nulla,io per esempio la domanda su cosa spinga uno sposato o un fidanzato "serio"( permettimi questo aggettivo ormai in disuso) ad iscriversi me la sono posta più volte.
Dandomi anche delle risposte,magari sbagliate.
Questo relativamente ad una prima iscrizione,poi una volta dentro e interagito logicamente le situazioni mutano e le conoscenze si fanno e si mantengono.
Per cui i quesiti che l'argomento propone mi sembrano sensati, il primo cosa si cerca nel virtuale che non si ha nel reale?
00

BassoElettrico

Non esistono più i valori di un tempo...ora ci si lascia per un saluto mancato...alcune vogliono trovare la felicità irreale
00

resiliente59

Uhm >_> infedeltà emozionale. ...in breve quando ti prendi; quante musse e rigiri di parole!
Ogni cosa che scrivete cara LP già si sa....e da mo '
00