Controllare le conversazioni del partner sui social: giusto o sbagliato?

I social aumentano, ma aumenta anche l'infedeltà. Ma è giusto o sbagliato controllare passo passo i movimenti online del partner sul suo smartphone?

Facebook, Instagram, Whatsapp, Telegram e chi più ne ha più ne metta.

Nemmeno si contano più i social che ogni giorno ci riempiono gli smartphone e i tablet con notifiche a volte attese, a volte insopportabili. Ma dietro all'uso frequente e assiduo di tali strumenti potrebbero nascondersi delle insidie per le dinamiche della coppia.

I social sono uno strumento comunicativo imprescindibile nella vita di tutti noi, ma un uso errato può rivelarsi devastante per un rapporto. Ad oggi gran parte delle infedeltà commesse da uno o dall'altro partner avviene proprio in seguito a un flirt nato online.

Ma è giusto mettersi a controllare e spulciare ogni singola conversazione del proprio partner? O è meglio fidarsi e lasciare che l'altro membro della coppia possa "respirare" senza avere il fiato sul collo?

In realtà si tratta di un fatto molto soggettivo. Esistono infatti quelle coppie in cui uno dei due partner preferisce non pedinare il compagno o la compagna, e altri che invece spingono per un maggior controllo. 

E tu in che fazione stai? 

63 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

Davide116

Facciano quello che vogliono se ce amore vero non serve controllo
00
Ultimodoge

Ultimodoge

56 anni, Alessandria (Italy)

Ma chi ha verificato che la gran parte delle relazioni nascono on line?
Personalmente e da single, faccio fatica ad ottenere risposte ai messaggi che invio...
Comunque il controllo manifesta solo sfiducia e gelosia. Potrei approfondire il mio vissuto ma sono single mentre la mia ex no. Ma posso assicurare che Internet non c'entra nulla. Le relazioni nascono da situazioni di familiarità e complicità e non è detto che debbano essere sempre una cosa negativa. Ma nascono sul lavoro come al bar o anche al circolo parrocchiale.
Magari le persone proseguono la frequentazione sui social ma a quel punto il rapporto ha seguito un'evoluzione che potrebbe essere naturale o una conseguenza di un malessere della coppia. Io mi vergognerei a curiosare su un account del partner e di sicuro sarei ferito se lo facesse con me ed anche molto, molto arrabbiato. ....
00
Nicodemo1956

Nicodemo1956

63 anni, Napoli (Italy)

Io penso che ognuno deve essere responsabile di se stesso, confidando nella responsabilità dell'altro! Il controllo é un'arma a doppio taglio, provoca insicurezze e litigi. Penso che chi voglia tradire lo faccia al di là dei social.
10
tommasoeclara

tommasoeclara

70 anni, Palermo (Italy)

Ripugnante, spiare. Si può capire la tentazione, ma questo non giustifica un atto pessimo sul piano morale, e disastroso sul piano della solidità di una relazione, che dovrebbe avere come base sicura la piena Sincerità.
11

donato0568

nella vita di coppia puo succedere, che i confini,i limiti no siano piu demarcati, e la vita di coppia. alla fine non e una sbirciata nel pc, o telefonino,a poter mettere ,un valore come l,amore in discussione..
02

freshandgreen

Non controllo perché ho rispetto della libertà altrui e detesto le discussioni.
10
Efestus

Efestus

49 anni, Roma (Italy)

controllare il proprio partner credo sia il modo migliore per dimostrargli mancanza di fiducia e quindi perderlo
00

Roby_1970

Se nascondi qualcosa stai già tradendo, se non nascondi nulla vedrai che nessuno ti controlla😊
10
Torinese50

Torinese50

54 anni, Torino (Italy)

Ma magari anche no! Non controllo e non voglio essere controllato. Quello che faccio nel mio angolo personale sono fatti miei e di nessun altro, neanche di mia moglie.
11
giselle4

giselle4

52 anni, Brescia (Italy)

Ql è il problema? Se non c'è niente da nascondere. .....
00

KYLE04

EPPURE... SI SONO SCOPERTE UN SACCO DI VERITA'.... COME UNA DOPPIA VITA..... PER MOLTE COPPIE.... CHE HANNO PORTATO POI ALLA ROTTURA DEFINITIVA..... 😂 😂 😂 😂
12
Vic17

Vic17

43 anni, Arezzo (Italy)

Se nn hai fiducia nel parter che ci stai a fare!!
13
DerSchwarzeReiter

DerSchwarzeReiter

60 anni, Roma (Italy)

Il fatto stesso che si ponga una domanda simile, chiedendo in aggiunta “tu in che FAZIONE stai?” mi dimostra che il mio pianeta è diverso da quello di altri. Per me la domanda è sullo stesso piano di “è giusto mettere sotto i pedoni che attraversano sulle strisce?”. E’ folle persino che sia formulata. Io sto dalla parte che se trovo qualcuno che fruga nelle mie cose, un istante dopo lo saluto per sempre. E’ una questione di educazione, di principio e di visione della vita, su cui non transigo. Se lo fai o solo ti viene in mente di farlo, il tuo mondo e il mio sono incompatibili.
Non è perciò questione di FAZIONI, ma di semplice differenza tra giusto e sbagliato, tra persone educate e cialtroni, tra esseri umani e scimmie sul ramo.
23
Simon0574

Simon0574

45 anni, Modena (Italy)

Io sto nella fazione chiamata con il nome: TU SEI GRANDE ABBASTANZA PER CAPIRE su ciò che desideri davvero dalla vita...
Ho scegli me o scegli i social.
Deciditi.
04
Rosario1012

Rosario1012

48 anni, Catania (Italy)

Se c'è bisogno di controllare l'altro , vuoldire che la frutta è già stata mangiata
03