Bambini dimenticati in auto, sale il numero delle vittime

Sono sempre di più i bambini che ogni anno, a causa dell'incuranza dei genitori, muoiono dopo essere stati dimenticati all'interno delle autovetture patendo il caldo

Otto. È questo il numero delle vittime della noncuranza di tutti quei genitori che, per motivi legati ai troppi impegni e allo stress o alla semplice routine di gesti quotidiani, dimenticano i loro figli all'interno di automobili in grado di surriscaldarsi rapidamente al sole e senza la possibilità di respirare aria fresca.

Il numero fa discutere, soprattutto se si tiene in considerazione il fatto che la cifra è stata ricavata prendendo in esame esclusivamente gli ultimi 12 anni. Una tendenza preoccupante, che la Società Italiana Sistema 118 ha deciso di porre in evidenza al fine di prendere seri provvedimenti in ottica di sicurezza durante i viaggi in auto.

Tra queste, sottolinea il 118, vi è la possibilità di fare affidamento sul seggiolino salva-bebè in grado di salvare letteralmente i piccoli in caso di imprevisti a bordo delle automobili.

La Società continua a spingere con costanza affinché l'installazione del seggiolino passi in qualità di legge obbligatoria, auspicando una ferma presa di posizione da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

15 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Serendipity25

Serendipity25

43 anni, Ferrara (Italy)

Ma cosa stiamo ancora a giustificare?esistono tantissimi segnalatori auto/seggiolino,ecc ...
Perche'non utilizzarli?
00

Nicholas2311

Inutile scrivere " a me non accadrà mai " il pericolo può essere dietro l'angolo , ma a volte siamo anche noi genitori TESTARDI . Oramai sono anni che si vendono questi prodotti per il " non distruggerli la vita " , perché perdere il bimbo/a per " aver dimenticato " porta al dolore più atroce che vi possa essere . Anche se condannati a 10 ergastoli .. Non ci si sentirà mai più padre o madre che si era . Si è ucciso parte di noi . Non ci sono D.Lg ma a volte è da usare la testa . Si compra di tutto e di più per i propri figli .. e non abbiamo la forza a sprecare 10 €
00
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

41 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Vita frenetica.
Prima o poi si dimentica tutto, non solo i figli, ma la spesa, gli appuntamenti mancati.
Riprendete i i propri spazi e ricordatevi di quello che dovevi fare e quello che stai facendo.
02
Marck2912

Marck2912

52 anni, Chieti (Italy)

Salve! Sono situazioni che non possono essere giudicate, ma solo conprese, purtroppo fa parte del nostro limite umano, dobbiamo vivere con la consapevolezza che purtroppo accade e accadrà di nuovo solo così potremmo limitare i danni, che ben venga la tecnologia ad aiutarci, d'altronde nelle auto già c'è per svariati motivi di sicurezza, basta continuare a migliorarla.
12
any1979

any1979

40 anni, Foggia (Italy)

Dio mio....
Ho i brividi ogni volta che danno notizie del genere ....alla tv!!!!!
Ma come si fa??????????
Davvero siamo così stressati da dimenticare animali e bambini in una macchina ?????????
12
dimipunk

dimipunk

45 anni, Trieste (Italy)

Per quanto ogni bambino sia prezioso e, anche una sola morte sia un fatto irreparabile, direi che, per fortuna, otto, nell'arco di dodici anni, non sono un'emergenza nazionale, se confrontati ai milioni di bimbi che, per fortuna, arrivano sani e salvi a casa.

Credo che, comunque, stress, stanchezza ed impegni vari, di qualunque cosa parliamo, bisogna essere più che distratti, per dimenticare un bambino - il proprio, tra l'altro - sui sedili posteriori di un'auto.
Possibile che, scendendo, non venga spontaneo di dare un'occhiata a ciò che ci circonda?
Come può sfuggire il PROPRIO FIGLIO?
La risposta, purtroppo, sta anche nella incredible superficialità che anima tanta ma tanta gente.
24

KYLE04

BUON GIORNO.... LA STESSA COSA PURTROPPO SUCCEDE NN SOLO PER I BAMBINI DIMENTICATI IN AUTO(INCONCEPIBILE COME GESTO) MA ANCHE PER I POVERI AMICI A 4 ZAMPE.... FORTUNATAMENTE OGGI CI SONO DELLE PENE SEVERE PER QUESTI GESTI ASSURDI 👍 👍
23
Isolotto1

Isolotto1

38 anni, Milano (Italy)

Troppa corsa, troppi problemi e pensieri ... questo è il risultato di una società frenetica che si dimentica della lentenzza dei processi umani e poi l'affetto di cuii tanto si parla ma che è difficile praticare per nancanza reale di tempo, pensiamo solo ai genitori che lavorano 10 ore al giorno ... o la mancanza delle figure parentali come i nonni costretti a lavorare fino a tarda età sti cuccioli oramai vivono abbandonati in asili senza la minima educazione dei genitori fino ai tre anni dove si insegnano le prima cose importanti : svezzxamento, abitudini e cura personale. Molti bambini arrivano a parlare in tarda età perché stressati ... è triste questa piaga e dovremmo curare i genitori ma nessuno oramai pensa a nessuno ... vale la legge della corsa e del soldo.
22