Come affrontare la convivenza "forzata" ai tempi del Coronavirus

La convivenza è una scelta che mette alla prova la coppia, soprattutto durante l'emergenza Coronavirus. Ecco allora come correre ai ripari insieme a chi si ama

Decidere di convivere è un passo fondamentale per il rapporto di coppia, un'occasione per condividere con chi si ama gioie e dolori e affrontare insieme gli eventi della vita quotidiana.

Quando si vive insieme, si commettono tanti errori, che spesso si omettono o si trascurano, rischiando di compromettere la relazione di coppia.

Capita, infatti, che durante la convivenza si sacrifichino le amicizie per stare con la persona amata, senza capire che una serata con gli amici non è segno di tradimento, ma piuttosto di fiducia; o che sia solo uno dei due partner a dedicarsi alle attività domestiche e che l'altro non capisce l'importanza del supporto e della condivisione sie dei piaceri che dei doveri.

Soprattutto in momenti di emergenza, come quello che si è costretti ad affrontare per il Coronavirus, infatti, la convivenza rappresenta un banco di prova per molte coppie e tanti partner che trascorrono molto tempo insieme.

Affrontare l'emergenza può rivelarsi piacevole, se si accetta di limitare le divergenze e aumentare il dialogo, ragionando insieme su argomenti di vario tipo che possano stimolare la riflessione e aumentare l'intesa di coppia.

Per far sì che questo si realizzi, occorre rapportarsi con la persona a cui si vuole bene, per scambiare con lei idee e passioni, svagare la mente e, soprattutto, rilasarsi.

Anche dentro casa sarà possibile condividere piacevoli istanti di intimità, durante i quali si può giocare e scherzare con il partner e rendere più briosa la relazione, magari grazie all'aiuto di appositi ingredienti afrodisiaci.

In questo modo, approfittando di questo momento di emergenza e di timore, si potrà scoprire il lato piacevole della convivenza, per non rischiare di lasciarsi travolgere dall'abitudine o di annullare se stessi.

A volte capita, infatti, che per amore uno si debba imporre limiti e regole, ma non è cosi che si convive, bisogna sapersi fidare della persona che si ha accanto, amarla, rispettarla con la consapevolezza che, facendo qualche stupidaggine, potresti perderla.

Emergenza o no, meglio restare accanto a chi si ama!

 

57 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Hers63

Hers63

57 anni, Macerata (Italy)

Certo sarà una dura prova visto che siamo oramai abituati a pensare solo a noi stessi. Le coppie si accorgeranno di quanti sbagli si fanno con i propri partner, altre scopriranno lati sconosciuti del proprio partner. E tutto perché? Perché saremo concentrati sul vivere insieme quotidianamente.
20
BaroneRoscio

BaroneRoscio

47 anni, Arezzo (Italy)

Volevo chiedere una cosa a tutti sul virus: ma voi lo sapete che i morti stagionali per influenza, in media in Italia sono 8000? E lo sapete che ora stiamo a 7000 morti circa?
Un pallottoliere a casa ce lo avete? Il sito del Ministero della salute lo sapete aprire? Sapete contare? E allora il grosso è fatto. Dai che ce la potete fare! Qui l'unica pandemia che vedo e di stupidità.
014
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

41 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Uno che è abituato ad uscire, invece che restare a casa, non ha prezzo.
02
Simon0574

Simon0574

45 anni, Modena (Italy)

Io sono veramente basito. Pochi istanti fa' ho letto alcuni commenti di persone che ritengono che sia meglio andare dall'amante oppure trovarsi un'altro passatempo. Sinceramente adesso ho capito perché tutte le persone divorziano.
21
timidocurioso

timidocurioso

40 anni, Potenza (Italy)

..agli esseri animali..
..i cani ..
..si sentono inferiori..
..i gatti..
..si sentono superiori..
..i maiali..
..si sentono uguali..
..agli esseri umani..
10
Dairlewanger

Dairlewanger

43 anni, Piacenza (Italy)

convivenza forzata?????? qualcuno vi ha obbligato a convivere???? no.
cose da pazzi
12
dimipunk

dimipunk

45 anni, Trieste (Italy)

Una domanda sola : ma, ci siamo ammattiti????

Convivenza forzata?
Abbiamo scelto una persona con cui dividere vita, casa, giaciglio, sentimenti e, siamo sconvolti perché, una settimana o due di emergenza sanitaria con qualche restrizione, ci induce a passare un po' di tempo in più con questa persona o, con noi stessi?

Abbiamo bisogno di "prendere con filosofia", il fatto di essere a questo mondo e, di convivere con qualcuno?
Ma, cosa siamo diventati?

Gli indizi, c'erano dappertutto e, da un pezzo.
L'uomo moderno, non fa che dimenarsi. Deve sempre dimostrare a sé ed agli altri, di essere mobile, attivo, in forma, eternamente vagabondo.
Le persone comuni, sono letteralmente terrorizzate dal silenzio (basti vedere la quantità di bipedi che deanbulano con le cuffie nelle orecchie), sono terrorizzate dai propri stessi pensieri, da una minima riflessione.
Ho perso il conto, della gente che mi ha detto "tu pensi troppo".... Pensare, per questi, è sinonimo di "seghe mentali"....

Ed ora, è cascato il palco.... Pochi giorni di coprifuoco e, la moderna personcina, va in tilt, parla preoccupata di "convivenza forzata" e, si prepara alla più tremenda delle apocalissi : affrontare il vuoto spaventosi che la domina, possiede e divora.
38
zagubena

zagubena

49 anni, Roma (Italy)

Mò, adesso che vi tocca stare a casa e, subire la rottura dei maron. Il virus per quanto tragico, avrà la funzione di deterrente alle corna, ancora per un lungo periodo. Mò, andate in giro a limonare e, cornificare.😂😂😂
11
happychildren

happychildren

48 anni, Piacenza (Italy)

Condividere 24 ore su 24 e' un bel banco di prova se c' sentimento si condivide tutto. Da single si convive con sé stessi
41
Aron020570

Aron020570

49 anni, Bologna (Italy)

Si dice sempre che la solitudine sia la più grande forma di libertà e io ne sono convinto. Va coltivata come forma di crescita e indipendenza .... poi ovviamente non deve uccidere la nostra socialità. Io in questi giorni mi riposo e respiro.
60
LogicoAmbizioso

LogicoAmbizioso

29 anni, Genova (Italy)

Io in questi giorni lavoro da casa, leggo e guardo film. Vivo da solo e non posso dire che la solitudine mi dispiaccia.
Voi cosa fate a casa?
00