Coronavirus: gli effetti del lockdown sul futuro degli italiani

L’emergenza Coronavirus ha cambiato la vita degli italiani, e dopo un mese di lockdown, si possono già tirare le prime somme riguardo le ultime tendenze

Durante questo periodo di isolamento, sono molte le persone che hanno riscoperto una generale fiducia verso il prossimo e ritrovato la voglia di aiutare chi è in difficoltà.

A darne notizia è un sondaggio condotto da BVA Doxa, che ha chiesto agli italiani come sta cambiando la loro vita in seguito alla pandemia e alla quantantena correlata ad essa. A circa mille persone è stato chiesto di esprimere le loro preoccupazioni in relazione all’economia, alla sanità e alle prospettive per il futuro.

Dai dati raccolti è emerso che la maggior parte degli intervistati è preoccupata per il futuro economico, sia proprio che dell'intero paese e soprattutto chi gestisce attività non sa come reagire al periodo di crisi e arrivare alla fine del lockdown. A rendere il tutto più incerto è lo spettro della possibile recessione, che crea attacchi e crisi di panico

Per quanto riguarda la sanità, invece, ci sono buone notizie: la tanto ostracizzata sanità pubblica ora viene vista con un occhio diverso, più umano e fiducioso. L’89% si è espresso a favore del sistema ma anche degli ospedali regionali. Si tratta di un gesto di gratitudine? Non solo. Sono in molti, infatti, ad aver fatto una donazione a favore della sanità e della protezione civile per l’emergenza Coronavirus. Si stima che questa fetta della società sia composta dal 24% alla quale si aggiunge la parte che ha sostenuto la solidale iniziativa della "spesa sospesa" o altri progetti a favore di chi non ha il denaro necessario per poter fronteggiare questo periodo difficile.

Di contro, però, le ultime tendenze registrano un cambio nei riguardi dell'ambiente. In questo clima di incertezza futura gli italiani sostengono che la tematica ambientale passerà in secondo piano una volta terminata l’emergenza e il conseguente lockdown.

Ciò non significa dimenticare il tutto e inquinare senza preoccuparsi? Non del tutto. Di sicuro l’attenzione sarà focalizzata essenzialmente sul riprendere in mano la propria vita, lavorando, producendo e sperando di iniziare nuovamente a guadagnare.

Cosa cambierà allora? La risposta sarà chiara solo in futuro.

102 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

42 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Complotto
Studiato appositamente per reprimere il popolo.
No al vaccino
Si alla libertà
15
ulisse_27

ulisse_27

37 anni, Vicenza (Italy)

In sintesi quando sei con l'acqua alla gola, ( si si hai letto bene acqua ) cominci a pensare diversamente, agli altri, all'ambiente, al buco dell'ozono, alla plastica, alle donazioni. Poi quando l'acqua scende a livello vai avanti come prima. Purtroppo la maggior parte delle persone dimentica in fretta. Chi ricorda tutto è lo speculatore, che nelle situazioni di emergenza, guadagna sulle nostre paure e debolezze.
10
Cuoreditenebra71

Cuoreditenebra71

49 anni, Treviso (Italy)

Pur non vantando le doti divinatorie di Nostradamus, non mi
risulta difficile prevedere tre scenari per il prossimo futuro.
1) Le agenzie di rating con buone probabilità declasseranno
i btp italiani a spazzatura, con conseguente aumento degli
interessi da pagare.
Le prossime finanziarie saranno lacrime e sangue, con una prevedibile patrimoniale, sono anni che i risparmi e le case
degli italiani fanno gola a qualcuno, e questa è una ghiotta
occasione per metterci le mani.
2) Dopo aver annientato la volontà del popolo, tenendolo
chiuso in casa fino a data da destinarsi, ci faranno ingoiare
qualsiasi rospo in cambio della libertà che avevamo prima.
Nel 2009 il banchiere Attali disse profeticamente: Una piccola
pandemia permetterà di instaurare un governo unico mondiale,
questa è probabilmente l'occasione giusta.
3) Qualche multinazionale farmaceutica prima o poi tirerà
fuori dal cilindro un vaccino, che il popolo ormai soggiogato
accetterà di buon grado pur di tornare alla vita di sempre,
con conseguenti guadagni colossali da parte della suddetta.
P.S Naturalmente il vaccino sarà inefficace, ma miracolosamente
non sentiremo più notizie di morti per coronavirus.
56

ivanovic75

Certo in questo periodo in tanti aiutano chi ha necessità,tranne la curia..
30
Dairlewanger

Dairlewanger

44 anni, Piacenza (Italy)

problema che si aggiunge ad altri problemi "vecchi".prendetevela con chi ha governato sto paese negli ultimi 20- 25 anni .
32

antoniade

Questa pandemia inventata dai poteri forti, creata per soggiogarci,per isolarci , perché nei social ci sono gruppi No VAX,quindi studiata da case farmaceutiche in collaborazione con OMS e i Burioni per inventarsi altri vaccini pieni di veleno,solo sperimentali, per fare arricchire ancora le maledette tasche dei veri delinquenti del potere mondiale!
310

TheDreamer1968

Buonismo a parte occorre essere realisti! Questa tragedia ha provocato profondi cambiamenti psicologici nelle persone ma ciò che accadrà dopo e ciò che produce preoccupazione! La recessione economica è talmente pesante che non mancheranno fenomeni di autolesionismo! La disperazione era già prima Covid19 difficile, dopo sarà drammatica...unica speranza che chi di dovere possa trovare scelte politiche adeguate alla situazione per rimettere in piedi la nostra bellissima nazione! Importante adesso superare questa fase sanitaria terribile per guardare il futuro con occhi di speranza! Auguri a tutti noi! #iorestoacasa
70
timidocurioso

timidocurioso

40 anni, Potenza (Italy)

..mando un saluto..
..al..
.. mio veterinario..
..che mi pesa ..
.. gratuitamente..
..prima del gatto..
..e..
.. alla..
..mia pneumologa..
..che gonfia..
.. sempre gratuitamente..
..le ruote ..
.. sempre più..
..del dovuto..
.. grazie..
.. siete i miei eroi..
24
dimipunk

dimipunk

46 anni, Trieste (Italy)

Se, i soliti visionari, come di consueto, si lasceranno ammaliare da illusioni, circa il fatto che, questa esperienza, ci abbia resi più solidali, beh, come sempre, si sono prenotati la proverbiale doccia fredda.

Infatti, tra le varie meschinerie della gente, adesso, è emersa ben chiara, la tendenza a denunciare il vicino di casa, se questi, per un milione di motivi, deve uscire più di una volta.

E, il tutto, sullo sfondo del tracollo economico e psicologico che, possibilmente, ci renderà ancora peggiori.
613
any1979

any1979

41 anni, Foggia (Italy)

Pensiamo al presente intanto
Di doman non c'é certezza come dice uno sfuggente e famoso verso
Dunque sull economia,sul mercato,sul mondo del lavoro,sulla scuola,sulla sanitá sul turismo maaaaa vogliamo parlare della nefasta influenza sulla psiche che inizia a risentirne tantissimo??
Con davvero ma davvero
Attacchi di panico
Ansia
Alterazione della realtà
E umoralismo alle stelle.
Non si scherza affatto!
Sono due mesi che andiamo avanti cosí e si sentono solo cattive notizie.
Che noia
Che barba
Che barba
Che noia
53
Manu1602372

Manu1602372

48 anni, Bergamo (Italy)

Ma dai cosa volete che cambi, ci saranno i soliti speculatori che pur di guadagnare ti impoveriranno sempre di più, questa è la loro grande occasione. Fino a quando al governo ci sono persone che collaborano con banche, gandi industriali e mafia non cambierà mai nulla
56
happychildren

happychildren

49 anni, Piacenza (Italy)

Il mio rammarico è stato che l'isolamento di restare a casa per non diffondere il virus non è stato capito da tutti! Uscire solo per necessità! Con mascherina e guanti! Sicuramente te non eseguito da ignoranti e menefreghisti! Mi auguro che chi ha testa la usi! Scusate lo sfogo ma per colpa loro rischi tu!
74
Ante_pavelic88

Ante_pavelic88

45 anni, Sondrio (Italy)

La faccio breve, la maggior parte della gente sarà talmente distrutta psicologicamente che economicamente che pur di riavere un minimo di libertà sarà disposta a lasciarsi fare qualsiasi angheria, e non ci sarà mai uno che si alzerà dal divano per dire, io non ci sto', purtroppo lo capirete solo quando verrà il carro attrezzi a prendervi la golf perché non avete pagato le rate o la darete per un tozzo di pane ad un ragazzo venuto da Iasi apposta con la bisarca, o quando dovrete scambiare il vostro iPhone con una scatoletta di tonno. Non si sentano al sicuro neanche statali pensionati e RDC, pagherete il conto anche voi.

Amici miei, oggi vi parlerò della donna "chiedo-scusa-ma-non-riesco-a-rispondere-a-tutti", dal latino "mulier loquitur paulo clauditis", detta anche, "oh guarda che a me scrivono in tanti".

Questa subspecie si è diffusa soprattutto nelle chat in cui la messaggeria è gratuita.
Ora, se è gratuita, molto probabilmente lo sarà per favorire la socializzazione, e fare le fighe pur essendo molto spesso dei trichechi spiaggiati che ricevono al massimo un messaggio ogni tre mesi, da un fake del Senegal che vuole scroccarvi il permesso di soggiorno, non mi pare una grande apertura verso il prossimo.

Tale biotipo è stato concepito dall'accoppiamento tra un "homus non cogitandi" e una "mulier ostiam pecunia domum" mediante inserimento di Priapo, in una sera invernale in cui in TV trasmettevano la finale di Champions League ( traduco per i non avezzi alla materia scientifica riportata; praticamente gliel'ha data per dispetto).

Questa biodiversità è facilmente identificabile per tutta una serie di caratteristiche comune a tutti gli esemplari, prime fra tutte certe forme di comunicazione di retaggio primordiale come ad esempio;

Non sono obbligata a rispondere
Non sono maleducata
È un mio diritto
Posso scegliere con chi parlare
Non sono sempre attaccata al telefono
Se non rispondo non sono interessata
I messaggi dei MDF non li apro neanche
Uomini non scrivetemi
Scrivete tutti le stesse cose
Stupitemi
Fatemi ridere
Se non sei alto almeno un metro e 92 non ti rispondo

Tale idioma primordiale derivante dal linguaggio dei leoni marini, si è evoluto grazie al fatto che le balene non possano stare sott'acqua molto a lungo, altrimenti morirebbero per asfissia, questo spiega inoltre perché ci capita di vederne alcune nel centro cittadino a provarsi dei leggins

Raramente questo morfotipo si accoppia, ma può accadere, di solito dopo tre gin tonic, diffuso afrodisiaco naturale, nel parcheggio non illuminato di qualche locale notturno, tale accoppiamento darà alla luce una biospece denominata "parentibus bastardus".

Tutte le specie riportate nell'articolo sono protette dal WWF, si raccomanda di evitare ogni contatto con loro.
414