Post lockdown: aumenta il desiderio di genitorialità

Il lockdown ha modificato le abitudini e i gusti degli italiani che ora nella fase 3 si sentono finalmente pronti a diventare genitori e a mettere su famiglia

Nonostante tutte le incertezze, anche dal punto di vista economico, il lockdown ha registrato una netta impennata del desiderio di natalità degli italiani.

Tra i mesi di giugno e luglio, infatti, si è registrato un aumento del 20% di coppie che, spinti dal desiderio di genitorialità, si sono rivolte ai centri di fecondazione assistita.

L'isolamento dovuto alla pandemia e la convivenza forzata hanno risvegliato un desiderio di famiglia che, complice la vita frenetica ed i ritmi serrati ai quali si era abituati, avevano sopito.

Le giornate scandite da ritmi più lenti e la maggiore attenzione che è stata riservata ai propri nuclei familiari hanno, in qualche modo, evidenziato eventuali lacune presenti nel proprio quadro affettivo.

Ed è così che la percezione di priorità è stata modificata e si è avuto modo di capire che, se da un lato si può vivere, tutto sommato, senza essere proiettati solo ed esclusivamente sulle carriere personali, dall'altro ognuno sente l'esigenza di allargare la propria cerchia affettiva e di dedicare un pensiero ai figli e il proprio tempo a quelle che sono le cose più profonde ed emozionali della vita, potendo rinunciare con relativa serenità a qualche aspetto materialistico della realtà.

Un desiderio che vale la pena avverare!

28 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

42 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Già facciamo fatica ad arrivare a fine settimana.......
01
ulisse_27

ulisse_27

37 anni, Vicenza (Italy)

o forse è stato tutto posticipato causa lockdown. I dati bisogna saperli interpretare ahahhaha ahahhha
01
Dairlewanger

Dairlewanger

43 anni, Piacenza (Italy)

si,certo come no
02
blackhole57

blackhole57

63 anni, Milano (Italy)

Pensare che sia solo da irresponsabili procreare in "questi tempi difficili", denota solo una visione egoistica e intimorita della vita. Lockdown a parte, gli esseri umani hanno vissuto tempi ben peggiori, guerre incluse e pandemie remote e sconosciute hanno segnato l'esistenza stessa. Adesso se una giovane coppia affiatata e bendisposta verso il futuro desidera generare una prole da amare, significa che la visione positiva e l'altruismo coincide verso la speranza di una vita migliore per la propria prole ed unisce la coppia con un intento comune. Se le nuove generazioni si cercano solo per il gusto di sesso sfrenato, bondage e via dicendo che bisogno hanno di accoppiarsi solo per questo, possono liberamente soddisfare i propri egoismi senza tanta enfasi di amore ti cerco amore ti trovo ecc. ecc.
20

jr2020

ma sarà che tutti coloro che nel periodo del lockdown hanno dovuto rinunciare ad andare presso i centri di fecondazione assistita si siano concentrati ad andarci non appena hanno potuto? ...
01
quarantenneperamichespeciali

quarantenneperamichespeciali

43 anni, Novara (Italy)

Stiamo vivendi la crisi economica più grave degli ultimi cinquant'anni con lo spettro di una seconda ondata che potrebbe far tornare il sistema socio-economico al neolitico e c'è voglia di genitorialità? A parte qualcuna che ipotizzando il peggio si porta avanti per avere qualche braccio in più per lavorare qualche pezzetto di terra oppure si chiama semplicemente irresponsabilità
13
timidocurioso

timidocurioso

40 anni, Potenza (Italy)

..non mi avranno mai..
02
Mustaine2

Mustaine2

48 anni, Roma (Italy)

Sì, certo come no. Ora dicono che sono figli voluti per non dover ammettere che durante il lockdown non potevano uscire di casa a comprare il profilattici! 😂
Scherzo...ma non tanto. 😉
Buon pranzo
🍴
21
Faber60

Faber60

60 anni, Padova (Italy)

Avere una figlia/o è, a mio parere, la più grande felicità che ci possa essere donata.
Nello stesso tempo, ci DEVE rendere pienamente consapevoli di una pari e forse maggiore responsabilità.
Temo sempre le decisioni estemporanee, legate a fattori emotivi "traballanti". "Coronavirus", tempo di clausura, difficoltà, anche un po' di confusione emotiva.
Benedetti i nostri nonni, che , nonostante guerre, malattie, isolamento, seppero donare tanto amore, in situazioni impossibili.
Amore e rispetto profondo per quanto di meraviglioso ci hanno donato.
Con i figli non è permesso sbagliare a cuor leggero.
Anche se il rapporto di coppia dovesse avesse problemi, l'amore, la fiducia, la tenerezza di entrambi i genitori non dovranno MAI mancare al nostro bambino.
71
dimipunk

dimipunk

45 anni, Trieste (Italy)

Siamo alle solite ; chi ha raccolto i dati, circa questo 20% di coppie in più?
14

Cosmon

AVVISO IMPORTANTE: PROPOSTA PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEI PROFILI FALSI
In merito allo spiacevole problema dei profili falsi che infestano Lovepedia ho inoltrato una proposta agli amministratori che pubblico di seguito in questo mio commento.
Mi rivolgo quindi a tutti gli utenti (maschili e femminili) interessati all'argomento e li invito ad esprimere un proprio parere commentando ulteriormente (magari avanzando una propria proposta alternativa) o votando semplicemente col pollice in su o in giù se d'accordo o meno.
Grazie a tutti e mi raccomando partecipate e fate partecipare al sondaggio!

TESTO DELLA PROPOSTA INVIATA AGLI AMMINISTRATORI DI LOVEPEDIA
"Gentile amministratore di Lovepedia,
dalla frequentazione di Lovepedia ho dovuto purtroppo constatare che un numero molto elevato di profili femminili risultano falsi e aperti da persone che intendono solo truffare gli utenti chiedendo loro l'indirizzo mail per ulteriori contatti e tra questi vi sono un cospicuo numero di "verificati", prova che il metodo di verifica da Voi proposto tramite foto non è sufficiente a smascherare queste persone... Questi truffatori vengono attirati sia dalla gratuità del sito e che per il numero degli utenti maschili superiore di ben 3 volte quello degli utenti femminili.
Eppure, a mio avviso, basterebbe aggiungere in Lovepedia una funzione di videochiamata per pochi minuti, giusto il tempo di scambiarsi quei pochi dettagli (quale il nome, l'età, la professione e il luogo da cui si trasmette) per avere la ragionevole certezza che dietro quel nickname non si nasconda un falso o peggio un truffatore, ma una persona reale confacente al profilo! Suggerirei di inserire quindi in Lovepedia la possiibilità di una "videochiamata a tempo determinato" (solo come primo incontro e della durata limitata di un paio di minuti) quale forma di ulteriore verifica di veridicità del profilo e di selezione degli utenti, che in tal modo si farebbero essi stessi garanti verso gli altri, magari spuntando una casella "verificato dall'utente pinco pallino in videochiamata".
Un'altra possibilità sarebbe quella di farvi carico Voi stessi della verifica in videochiamata (magari utilizzando un canale skype) in modo sa superare in efficacia l'attuale metodo della foto oppure di associarlo a quest'ultimo come ulteriore metodo di verifica per gli utenti più seri ed esigenti in tal senso.
Se fatta la verifica in questo modo, il mostrare o meno la foto nel profilo, diventerebbe inifluente ai fini della serietà dell'utente, laddove, magari per semplici motivi di riservatezza e di privacy, essendo l'argomento "incontro sentimentale" alquanto delicato, l'utente non intenda mostrarsi a tutti, ma privatamente solo ai soggetti interessati all'amicizia.
Nella speranza che voi possiate accogliere il mio suggerimento Vi ringrazio per l'attenzione e Vi invio cordiali saluti.
Cosmon"
71
Foxbat51

Foxbat51

69 anni, Pordenone (Italy)

Oltre al cibo di strada (street food) c'è anche il vernacolo di strada: "...e a mettere su famiglia."
Il periodo di clausura forzata ha incrementato la voglia di "fecondazione assistita"....
.....Un desiderio che vale la pena avverare!
12
YouAndMe68

YouAndMe68

51 anni, Taranto (Italy)

In piena crisi economica dovuta o meglio accentuata dal Covid19, mi sembra abbastanza difficile credere che le coppie desiderino essere genitori che certo è una gran cosa...ma tant'è!
51