Coppia gay denunciata per troppe effusioni

Fermata in spiaggia, una giovane coppia omosessuale giustifica le sue pubbliche effusioni: a smentire i fatti accaduti è la testimonianza di un bagnante

È scattata la denuncia per una giovane coppia gay che in spiaggia ha destato l'attenzione di un bagnante con affettuose effusioni d'amore e qualche bacio.

Il fatto è accaduto in una località balneare italiana ed è stato subito considerato come un caso di omofobia. Le versioni ascoltate dalla polizia sarebbero però due e lasciano ancora molti dubbi sulla realtà dei fatti.

Secondo quanto testimoniato dalla coppia gay di fidanzati 20enni, il bagnante li avrebbe aggrediti gratuitamente per averli visti scambiarsi delle innocenti effusioni e dei baci e avrebbe loro intimato di fermarsi o altrimenti avrebbe chiamato il Dirigente dello stabilimento balneare. 

"Se un fatto analogo fosse capitato a una coppia eterosessuale che scambia qualche bacio nessuno avrebbe avuto nulla da ridire", affermano i due ragazzi.

Dal canto suo, la persona coinvolta nei fatti, ha rilasciato un'altra versione dei fatti che smentisce questo primo racconto e che, con dovizia di dettagli, sembrerebbe smentire totalmente la versione apparsa su tutte le testate giornalistiche. Il bagnante ha raccontato infatti che i due giovani si spalmavano la protezione solare toccandosi anche le parti intime, e uno dei due allungava il piede per stimolare i genitali del compagno.

L'atteggiamento esibizionista e disinteressato della coppia gay non è stato così gradito, facendo scattare subito la denuncia.

Chi avrà ragione?

28 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

42 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

L'amore sboccia tra le persone, non tra sessi
12
ulisse_27

ulisse_27

37 anni, Vicenza (Italy)

forse non sapete, ma il bagnino era gay....... ahhahahah
04

Faber60

Come si sa, gli eterosessuali, felici e paganti, in pace con la loro coscienza da benpensanti, si esibiscono senza tanti problemi in pubblico (rapporti sessuali espliciti) a Cap d’Agde, nel Sud della Francia (forse il più famoso), ma ci sono centinaia di luoghi "liberi" in ogni angolo d'Europa e degli altri continenti.

Non è semplice "nudismo" di 68ina memoria, è l'aggiornamento moderno di nuove perversioni, permesse perché ben pagate, e ogni "morale" salta, là dove la carta di credito sputa senza problemi di budget ....

Se esistesse una norma che dovesse tutelare la già minacciata "sanità emotiva dei nostri figli", dovrebbe essere una.
Che i colpevoli siano di qualsiasi tendenza sessuale, compresa la coppia fieramente etero di Belluno in fregola per emozioni esibizioniste.
Tutto questo sventolando riscoperti profondi amori cattolici ( ovviamente il tutto non esente dall'odore di buon affare, alla facciazza dei neo-sempre-qualcosa che sbraitano a vuoto (e chi li ascolta? forse chi ci guadagna? chi si compiace delle propria "libertà" conquistata cash in questi pollai per cervelli etero-gallinacei ?? )

Una regola, una morale, un comportamento, una proibizione, una denuncia, valida per tutti.

Tutto il resto è bigotto moralismo da quattro soldi. Morto e sepolto, tra l'altro, qualsiasi idea se ne possa avere.
Chi è il prossimo? Per favore, la sua carta di credito, Signora !
84

mipiacecosa

Se tutti gli impiccioni fossero così solerti anche su chi lascia l immondizia e cicche in spiaggia allora il loro compito potrebbe avere un senso.
92
timidocurioso

timidocurioso

40 anni, Potenza (Italy)

..facevano..
..le effusioni..
..come i gatti?..
10
Mustaine2

Mustaine2

48 anni, Roma (Italy)

"Chi avrà ragione?"
Ma chi se ne frega! Con tutti i problemi che ci sono al mondo figurati se ci dobbiamo interessare di due che trombano in spiaggia.
Ieri sera sono andato in pizzeria per una riunione di famiglia: non ci volevo andare e avevo ragione. Mascherine, tavoli distanziati, rotture di balle per entrare, mettersi la mascherina se devi chiedere qualcosa ai camerieri o per andare in bagno. Ora ho capito perché sarà sempre più difficile trovare lavoro nel campo della ristorazione. Eppure le persone cercano di comportarsi come nulla fosse. Non è così. Questa non è normalità.
34
5
dimipunk

dimipunk

46 anni, Trieste (Italy)

Come da copione, I difettosi non perdono un'occasione per dare sfogo a tutta la morbosità e l'esibizionismo tipici della loro genetica avariata.....

Da notare, poi, che, trattandosi di due freaks, ci si prende pure la briga di ricercare la "verità dei fatti"..... Non sia mai che, dopo una terribile scivolata sugli specchi, si sia costretti ad avvalorare la versione del bagnante, vero?
29

YouAndMe68

Ho sempre sostenuto che la libertà sessuale è un fatto ormai acquisito nella nostra società...ma dove inizia la tua libertà non deve finire la mia...
questo voler e continuare a manifestare in pubblico la propria situazione sessuale può certo infastidire qualcuno specie in spiaggia dove ci sono bambini che giocano...il fatto che siano stati multati è giusto a mio parere...ed il fatto che un bagnante abbia smentito tali effusioni forse lascia pensare che anche lui stesso abbia tali orientamenti...ognuno può professare la propria tendenza sessuale ma sempre nei limiti della decenza e pudore...altrimenti inutile ostentare in pubblico...ognuno in casa propria può fare ciò che vuole...il rispetto per gli altri...anche chi non la pensa come noi è alla base della civile convivenza...
46