Single e depressione: come affrontarla da soli

L'autunno suggestiona quei single che accusano i segni della nostalgia e un senso di vuoto difficile da spiegare, ma non da nascondere. Ecco cosa sarebbe utile fare

La fine delle vacanze estive, delle giornate piacevoli e del tempo allegro è vissuta da molti come la fine del mondo, soprattutto da quei single che non hanno ancora trovato la loro anima gemella e che credono di non riuscirci.

Il troppo pensare non è sempre salutare, perché causa un senso di vuoto in chi non riesce più a vivere serenamente.

In questi casi, il rischio di depressione è in agguato: la buona notizia è che è possibile sconfiggere il pericolo anche se non si ha un partner e farlo non è nemmeno così difficile come potrebbe inizialmente sembrare. Come fare? 

Innanzitutto occorre capire il motivo per cui si percepisce quel senso di vuoto. Se è legato all'assenza (temporanea) di un partner, sarà anche piuttosto semplice da evitare. Ciò che serve è trovarsi in compagnia, essere da soli il meno tempo possibile in modo da non parlare con gli altri, riflettere poco e vivere felici.

D'altro canto, se la depressione ha altre cause, perché non provare a divertirsi in qualche maniera? Al di fuori da ogni dubbio, le emozioni negative come il solito senso di vuoto autunnale devono essere sconfitte con i sentimenti positivi.

Tra le varie cose che possono portare a emozioni positive spiccano le visite ai parenti, ma anche lo sport che stanca, la lettura dei libri, la visione dei film divertenti e così via.

Tutto ciò che piace rende positivi e agevolerà la ricerca di un partner reale!

32 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Ale-30

Ale-30

27 anni, Chieti (Italy)

Della solitudine e della, conseguente, depressione ne so qualcosa. Sono un ragazzo normale e non penso di meritarmele entrambi. Non basterebbe un messaggio per esprimere ciò che ho "dentro" di me. Comunque sia non auguro a nessuno la sensazione di sentirsi soli.
10
Gino_Filo

Gino_Filo

63 anni, Torino (Italy)

Ci sentiamo soli quando non ci sentiamo amati. Purtroppo, non ci sono molte alternative succedanee. A volte basta un sorriso, una piccola cortesia da una sconosciuta. Ma oggi, con le misure profilattiche come le distanze e le mascherine, neppure quello... boia d'un governo borbonico. Bella ciao... ciao...
05
manuelrosso69

manuelrosso69

50 anni, Roma (Italy)

Seeee... comunque, una cosa è dire che una persona sia single... un'altra che sia sola...
Almeno nell'accezione con cui oggi ci si rivolge al significato del termine "single" 🤷🏻‍♂️
06
alenj187

alenj187

32 anni, Rimini (Italy)

Single ma quale depressione è la cosa migliore che possa capitare
81
SonoilregaloCheLaVitaTiFa

SonoilregaloCheLaVitaTiFa

50 anni, Milano (Italy)

Vuoto e incanto sono la culla della creazione.
02
timidocurioso

timidocurioso

40 anni, Potenza (Italy)

..direi che..
..quando si affrontano..
..certe e queste prove da soli..
..le si puó anche perdere da soli..
20
zagubena

zagubena

50 anni, Roma (Italy)

Io personalmente ho visto più gente accompagnata e depressa che, i single depressi. Sarà forse merito dell'accompagno sbagliato...🤔🤔😎😎😎
00
dimipunk

dimipunk

45 anni, Trieste (Italy)

Come al solito, chi ha scritto questo articolo, non ha la più pallida idea di cosa sia la depressione e, come eventualmente superarla.

Ogni depresso ha il suo vissuto peculiare, il proprio sentire e le proprie esigenze tuttavia, c'è qualcosa che contraddistingue ed accomuna chi porta su di sé questo male, pena la sua stessa non esistenza come sofferenza ben precisa.
E, conoscendola bene, posso asserire che, almeno per quanto mi concerne, quando mi assale, l'ultima cosa di cui ho bisogno, è la compagnia di bipedi superficiali che, magari ti dicono fesserie quali :"non sei l'unico", "non pensarci", "non ci sono solo le donne nella vita ma anche i tramonti ed i fiori", "chiusa una porta si apre un portone".
Non riesco nemmeno a concentrarmi nella lettura, figuriamoci sorbirmi film divertenti.
Personalmente, ho trovato giovamento nella cura farmacologica che, mi è stata molto più d'aiuto che non le chiacchiere a vuoto dei ciarlatani noti come psicologi e psichiatri.
59
massi7650

massi7650

48 anni, Roma (Italy)

Giusto. E' una cosa ovvia dire che un single in certi momenti può sentire la mancanza di un partner, della metà con cui condividere sentimenti e vita assieme. Proprio per questo in autunno con le sue giornate che si accorciano, ed in quei momenti in cui qualcuno può avere un calo dell'umore, bisogna ricordarsi ancor più spesso, che anche la coppia parte da un proprio io. Due io che diventano noi. Ed un io equilibrato, che sta bene anche da solo senza deprimersi bensì che è impegnato tra il suo lavoro, famiglia, hobby, amicizie e quant'altro, é un io che ha lavorato su se stesso ed è pronto per stare in coppia. Perchè la mia esperienza mi porta a dire che più una persona cura se stessa per avere la sua maturità ed il suo equilibrio interiore, e più è pronta per una vita in due. Invece deprimersi, farsi aspettative, chiudersi in se stesso pensando sperando e fantasticando su una vita in due, rovina l'equilibrio e ti fà allontanare parecchio dall'essere pronto ad una vita in due. Io penso che l'amore è fatto così, più ti metti a cercarlo e più lui subito gioca a nascondino. ed a quello sà giocare meglio di chiunque altro. Più invece fai finta di niente e curi nel possibile la tua vita, i tuoi affetti, il tuo equilibrio, quasi senza pensare all'amore...... bham!........ sembra che lo fa apposta. l'amore diventa geloso della tua maturità, equilibrio, della tua vita piena e positiva e....... vuole subito cambiarti le carte in tavola e ti viene subito a prendere. così. su due piedi. all'improvviso. ad una fermata dell'autobus. sul lavoro alla pausa caffè. mentre segui il tuo hobby e chiaccheri all'improvviso con una che lo ha anche lei. e via discorrendo. La vita è un paradosso a volte. Se sei solo devi curarti del tuo solo e un giorno ti svegli in due. Se sei in due non devi più curarti di te stesso ma principalmente dell'altra e si continua ad essere in due. La donna è calamitata verso l'uomo che ha la sua vita. lavoro famiglia amicizie hobby. equilibrio personale. perchè sà benissimo che per lei in quel caso non sei solo un peso ma anche una spalla. un treno da prendere che arricchisce la sua vita ed il suo equilibrio che spesso non ha neanche lei..... a buon intenditor......
60