Isolamento sociale: perché a molti piace?

È meglio isolarsi e stare da soli o cercare una soluzione che consenta di condividere del tempo in compagnia? Ad ognuno la scelta: l'importante è che faccia stare bene!

Mantenere la distanza degli altri è forse una delle soluzioni migliori per non diffondere il Covid, ma non è sempre la scelta adeguata alle esigenze di tutti.

Se per alcuni la presenza delle altre persone è fondamentale, per molti invece è opportuno ritagliarsi un momento per sé e per il proprio benessere psicofisico.

A chi afferma che il lockdown abbia paralizzato anche i rapporti sociali, gli amanti dell'isolamento rispondono il contrario, convinti dell'importanza di evitare gli incontri ravvicinati per non diffondere il virus.

Durante la quarantena questi soggetti hanno avuto infatti occasione di riscoprire sé stessi, dedicandosi alla cucina, all'esercizio fisico, alla meditazione o semplicemente al relax, dando così l'opportunità a tutti di rallentare il passo in un mondo che va troppo in fretta.

A chi preferisce isolarsi lo stop anticonagio non fa paura, proprio perché è ricco di benefici per la loro sfera psicologica, il cui equilibrio non è stato destabilizzato da quelle stesse ansie, da quei pensieri e da quei timori che invece hanno stravolto la vita di molti altri.

A differenza di questi infatti, attraverso la quarantena, in molti hanno approfittato per dedicarsi ad attività lavorative differenti, per organizzare meglio la propria giornata e gli impegni, scoprendo la chiave giusta per trascorrere le giornate interminabili.

Anche i rapporti famigliari hanno giocato un ruolo fondamentale, dando così la possibilità a molti di trascorrere le giornate con le persone care, alle quali dedicare una bella frase, e di riscoprire il reale valore di tutte quelle piccole cose che quotidianamente, per vari motivi, vengono messe da parte.

14 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
ulisse_27

ulisse_27

37 anni, Vicenza (Italy)

I lupi solitari passano molto tempo da soli, perchè possono pensare con la loro testa, e trovare nuove idee lontano dalla massa. Le formiche invece hanno bisogno di stare insieme per costruire qualcosa di grande. In sintesi c'è chi è indipendente, e chi dipendente dagli altri. Non c'è un giusto o uno sbagliato, è la natura dell'uomo. L'importante è trovare il punto di equilibrio.
21
dimipunk

dimipunk

46 anni, Trieste (Italy)

Con questa storia, hanno creato la tempesta perfetta (panico di massa, militarizzazione del territorio, shock socio economico, atomizzazione ed isolamento) e un pericoloso precedente : ora, le varie elites al potere sono consapevoli che, possono fare con le masse esattamente come hanno fatto durante i tanto stigmatizzati tempi tra i cento e gli ottanta anni fa., praticamente senza alcuna opposizione.
E, come allora, possono contare sulla delazione degli entusiasti volenterosi e sulle loro manifestazioni estetiche.
Scrivere "io resto a casa" invece di marciare il sabato pomeriggio e, farsi gli autoscatti con la mascherina, invece di esibire camicie oscure o fazzoletti vermigli.....
516
8
Ante_pavelic88

Ante_pavelic88

45 anni, Sondrio (Italy)

È fantastico vedere il partito degli ipocriti, dei covidioti e degli asociali, gioire per le libertà che vengono tolte 🤮🤮🤮 ancora peggio leggere i lobotomizzati dalla TV che credono che questa cialtronata possa finire. Non capirete mai niente, fareste bene ad ammazzarvi tanto siete già morti da tempo, solo che ancora non ne siete consapevoli.
31
SonoilregaloCheLaVitaTiFa

SonoilregaloCheLaVitaTiFa

50 anni, Milano (Italy)

L'altro è un interruttore, l'entusiasmo lo creiamo "da soli" per evolvere. È dentro di noi.

Il vero dramma delle persone è non saper trovare mezz'ora di silenzio. Le persone stordiscono se stesse e gli altri a furia di parole e discorsi.
E non comprendono come la chiave sia invece il silenzio. Anche in amore un silenzio vale più che un discorso.

L'infelicità delle persone deriva dal non sapere starsene in pace, un'ora da soli, in camera propria.

Non tutto il "male" viene per nuocere.
72
timidocurioso

timidocurioso

40 anni, Potenza (Italy)

..non correte piú..
..finalmente..
20
massi7650

massi7650

48 anni, Roma (Italy)

Con gli anni ho visto non una ma tante persone andare avanti e vivere per inerzia. Tanti modi di vivere, idee e valori preconfezionati. Stare con se stessi porta inevitabilmente a conoscersi e capire chi siamo al di là di ciò che dicono gli altri. E questo è utile. Dà personalità e carattere ad ogni persona. Ci vuole carattere per portare rispetto a chi è diverso da te. Ci vuole personalità per dare e ricevere dagli altri quelle nuove idee che danno impulsi nuovi alla vita di tutti i giorni. E la maturità di una persona è imprescindibile da quelle 2 doti. Il lockdown credo che abbia favorito quelle riflessioni con se stessi che per alcuni a forza di rimandarle erano oramai molto più che necessarie. Senza dimenticare il bicchiere mezzo vuoto, è utile vedere anche il bicchiere mezzo pieno.
81
happychildren

happychildren

49 anni, Piacenza (Italy)

Chi sta bene da solo e ama la solitudine per lui questo lockdown è cambiato poco. A chi piace stare in casa ha avuto il tempo di pulirla ordinarla e passare il tempo a cucinare. Gli amici? Sentendolo al telefono. Pochi amici ma buoni! Aspettando il tempo per riabbracciare e uscire insieme.
181