Capodanno 2021: meglio restare fuori o far rientro a casa?

È meglio tornare a casa per un Capodanno 2021 in famiglia o rimanere fuori e continuare la propria vita da fuori sede limitando i contatti? Ecco le stime di Expat

Il capodanno si avvicina e tanti lavoratori e studenti fuori sede si stanno sicuramente chiedendo che cosa fare: rimanere all'estero o tornare a casa in tempo?

Secondo l'ultimo report della più grande comunità Expat, ossia persone che studiano e lavorano fuori, per gli espatriati italiani la scelta non si rivela così complicata: le città italiane occupano infatti una posizione piuttosto bassa in quanto a attrattiva, non solo per i turisti ma anche per i connazionali residenti all'estero.

Nella situazione attuale, con tante aziende in smart working, molti lavoratori avrebbero potuto tornare a casa e lavorare da lì; eppure la maggioranza ha preferito rimanere all'estero.

Le cause? Una migliore qualità della vita e di svago.

Su 66 città elencate dal report, in ordine di preferenza scelte dai lavoratori fuori sede, Milano si trova al 63esimo posto e Roma al 65esimo: un trend che dovrebbe essere invertito il prima possibile.

Ai primi posti troneggiano invece città come Valencia e Lisbona, grazie agli ampi spazi verdi, il costo della vita e la mancanza di inquinamento, che permettono di vivere meglio e di trovare il proprio benessere psicofisico..

Una tendenza questa che prende piede soprattutto in un periodo in cui il timore di restare contagiati aumenta e continua a bloccare le relazioni: forse è però giunto il momento di dire basta e di mettere al centro gli affetti veri o no?

8 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.
Dairlewanger

Dairlewanger

44 anni, Piacenza (Italy)

Stare a casa
40
timidocurioso

timidocurioso

41 anni, Potenza (Italy)

..la notte passata..
..solo il tempo..
..di un giro in stalla..
..poi sono rientrato ..
..nel rudere..
..che faceva freddo..
00
Tilikum_

Tilikum_

51 anni, Venezia (Italy)

Gli affetti sono importanti . Comprendo il dolore che si prova a essere separati , ma è indispensabile non abbassare la guardia ! Possibile che vedere le immagini di persone attaccate a un respiratore non abbia fatto riflettere ? Sì .. è così . Certi individui sono incoscienti . I " ragionamenti " che fanno sono sempre quelli ..
Vanno dal " chi se ne frega " al " tanto bisogna morire lo stesso " o peggio ancora : " il virus non esiste " .
Idioti . Le disgrazie accadute al prossimo , non insegnano .
Giusto per fare un esempio :
Prendiamo i botti di fine anno . Anche se quest' anno ci sono stati meno feriti , non manca la notizia di una donna nel napoletano , colpita da un proiettile vagante alla testa . Complimenti ( ironici ) a chi fa il co*** con le armi !
Tornando all' articolo :
Redazione , pur rispettando il punto di vista con cui lo chiudete , direi no . Non esiste ancora il cessato pericolo . Non deve esistere il " forse è il momento di dire basta " .
È doloroso rimanere separati dalle persone che amiamo , ma credetemi : vederle morire perché incapaci di respirare è mille volte peggio .
Buona giornata
121
happychildren

happychildren

49 anni, Piacenza (Italy)

Buon Anno! Il Decreto specifica di non restare a dormire a casa altrui, evitare contatti, evitare di far circolare il virus! 🌟
80