Volersi Bene, 8 Step per Imparare ad Amarti

Non è sempre facile volersi bene: molte volte si è portati ad essere autocritici. Tuttavia incrementare l'amor proprio non è difficile: ecco come fare

Volersi bene è qualcosa di vitale, non solo per accrescere la propria autostima, ma soprattutto per creare rapporti interpersonali che siano qualitativamente rispettosi della propria persona.

Se non si vuole bene a sé stessi si hanno difficoltà nel relazionarsi con la gente intorno, si mostra insofferenza alla presenza altrui, comportamento che anche a livello inconscio viene notato e cosa peggiore, si rischia di andare incontro alla depressione.

Per volersi bene bisogna individuare quei comportamenti e segnali che indicano una mancanza d'amore verso se stessi e cercare di porvi rimedio. Trovare una soluzione a questa condizione può risolvere anche stati di stress, tristezza, sconforto, oppure può aiutare a recuperare situazioni che sono causa di malumori verso sé stessi.

In questa guida scoprirai come incrementare l'amore per la tua persona.

Continua a leggere.

Come Volersi Bene

Per riprendersi da determinate situazioni che rischiano di tirarci verso il basso, in stati d'umore negativi, bisogna imparare a volersi bene adottando alcuni comportamenti e piccole abitudini che col tempo, possono ristabilire uno status di benessere verso noi stessi e gli altri.

Sei single? Cerchi una nuova relazione? Trova la persona giusta su Lovepedia, il sito di chat e incontri 100% gratis più visitato in Italia.

come volersi bene

Sviluppare l'auto compassione è uno dei tanti modi per volersi bene e per metterlo in pratica bisogna immaginare a come si potrebbe reagire in presenza di un amico che si trova nella stessa situazione. Se siamo in una situazione di disagio, di tristezza, di stress, il primo aiuto deve venire da noi stessi. Possiamo adottare un metodo pratico che oltre ad aiutarci, ci permette di concentrarci con estrema attenzione sul problema.

Immaginiamo che un nostro amico o una persona a noi cara, stia vivendo le stesse sensazioni che viviamo noi in questo periodo e nel tentativo di aiutarlo e consolarlo, proviamo a pensare a delle domande da rivolgergli per cercare di capire il suo problema. Non limitiamoci a pensarle, ma trascriviamole su un quaderno o un diario.

Nello specifico sono domande riflessive da porre a noi stessi, nel caso dovessimo trovarci di fronte una persona col nostro stesso problema:

Fatto ciò, in base alle risposte che abbiamo dato nel passaggio precedente, dobbiamo cercare di elaborare un testo che ci spinga alla compassione verso noi stessi. Questo deve essere scritto su un diario da tenere sempre a portata di mano, perché questo esercizio per amarsi e volersi bene, non è fine a sé stesso, ma è un qualcosa da rileggere nei momenti più difficili per farci forza e incoraggiarci. Quello che non bisogna mai fare è essere troppo autocritici. Il testo che scriviamo deve racchiudere le sensazioni che stiamo vivendo in quel momento, senza essere troppo severi con sé stessi.

Nel testo da sviluppare dobbiamo scrivere quindi delle frasi che ci mettano al corrente di quello che stiamo vivendo, ma al tempo stesso ci suggeriscano una via di fuga da quella situazione, un possibile cambiamento che in qualche modo arriverà. Per esempio:

"Sto attraversando un brutto momento, davvero difficile, ma capita a tutti e fa parte della vita. Questa cosa non può durare per sempre e passerà, come sono passate tutte le altre".

Questo esempio è solo uno spunto e può essere modificato con parole proprie e situazioni personali specifiche.

Un altro esercizio mirato a volersi bene che prevede di scrivere qualcosa, consiste nell'inviarci una lettera piena d'amore e affetto verso noi stessi. Per guardare a noi stessi con maggiore compassione possiamo scrivere una lettera, come se fosse un nostro amico a scriverla per noi. Per dare un effetto credibile, immaginiamo di scriverla a una persona che amiamo o stimiamo particolarmente, oppure può essere indirizzata a un personaggio immaginario che amiamo in particolar modo, avendo cura di rivolgerci a esso, come se fossimo noi il destinatario. Per esempio, l'inizio della lettera potrebbe essere fatto in questo modo:

"Caro ''nostro nome'' ho saputo che in questo periodo ''descrizione della nostra situazione''. Mi dispiace tanto per ciò che stai vivendo e sappi che ti sono vicino e voglio ricordarti quanto tengo a te... ".

Da questo punto possiamo proseguire la storia come vogliamo, mantenendo un tono di comprensione e dolcezza per tutta la lettera.

Il Volersi Bene Può Arrivare Anche dal Fisico

Il volersi bene non è solo frutto di un lavoro mentale, ma anche curando il nostro fisico possiamo dimostrare a noi stessi di volerci bene.

Il conforto che arriva dalla cura del fisico può farci stare meglio in quei momenti di morale basso e quando siamo in compagnia di gente a cui vogliamo bene e che ci vogliono bene a loro volta: questo conforto fisico può arrivare da un abbraccio, una pacca sulla spalla, ecc..

Se siamo soli invece, possiamo adottare delle soluzioni per darci lo stesso sollievo e conforto di un abbraccio o un gesto da parte di qualcuno che amiamo.

L'esempio più semplice e immediato è quello dell'auto abbraccio. Possiamo realmente provare conforto mettendo le mani sul nostro cuore, oppure avvolgendoci nelle nostre stesse braccia, come a volere abbracciare noi stessi.

Praticare la meditazione è un buon metodo per ricevere conforto fisico e mentale. L'atteggiamento autocritico, può nel lungo termine, diventare qualcosa di automatico e difficile da controllare. In questi casi possiamo praticare la meditazione come strumento utile ad acquisire maggiore consapevolezza di ciò che pensiamo, per cercare di capire quando diventiamo troppo critici verso noi stessi e imparare a gestire determinati pensieri, invece che lasciarli prendere il sopravvento.

Bisogna avere pazienza e praticare molto la meditazione per imparare a padroneggiarla, per questo, potrebbe essere d'aiuto iscriversi a uno dei tanti corsi di meditazione con degli istruttori che spiegano il metodo corretto, oppure seguire uno dei tanti video corsi su internet, altrettanto validi per aiutare noi stessi.

Le Opinioni che Abbiamo di Noi non Equivalgono alla Realtà dei Fatti

Spesso la sensazione che abbiamo di noi non corrispondono a ciò che siamo realmente, infatti, bisogna diffidare da ciò che crediamo di sapere su noi stessi.

C'è un metodo per cambiare il modo di pensare verso noi stessi, conosciuto come metodo cognitivo-comportamentale o delle 3C:

  • controllare,
  • cogliere,
  • cambiare.

Cogliamo quei momenti in cui siamo più critici verso noi stessi, controlliamo se ciò che stiamo pensando su di noi è effettivamente così negativo e cambiamolo in qualcosa di positivo e costruttivo.

Impariamo ad Evitare le Persone Negative

Ci sono persone nella nostra vita che ci portano a pensare in modo negativo su di noi, queste sono un ostacolo per il nostro amor proprio. Se nella nostra vita riconosciamo di avere persone del genere intorno, è arrivato il momento di allontanarsi da loro.

allontanare persone negative

Tuttavia queste persone potrebbero essere soggetti difficili da allontanare, per esempio potrebbe trattarsi di un nostro amico. In questo caso dovremo allontanarlo gradualmente, anche per non soffrirne noi stessi. Possiamo allontanarlo poco per volta, per esempio contattandolo sempre di meno, smettendo di vederlo e avere sempre meno contatti con lui in maniera graduale e una volta deciso che possiamo farne a meno, possiamo anche eliminarlo dalla lista dei contatti dei nostri social o addirittura bloccarlo.

Chiudere il rapporto con qualcuno che stimiamo può essere difficile, ma se riusciamo in ciò, ne trarremo vantaggio per la nostra vita e il nostro amor proprio.

Impariamo a Tenerci alla Larga dalle Situazioni Negative

Tali situazioni possono far sorgere comportamenti negativi e accrescere l'odio verso noi stessi. Dobbiamo imparare a evitarle, eliminando le sensazioni negative che queste generano, concentrandoci sugli aspetti che possono renderci degli individui migliori.

Non perdiamo tempo a pensare alle cose che non possiamo cambiare

Un esempio banale è rappresentato dalle condizioni climatiche. Non possiamo controllare il clima, quindi a cosa serve arrabbiarsi o caricarsi di sensazioni negative per qualcosa che non dipende da noi e che non possiamo controllare? Per riportare questo esempio verso qualcosa di più personale, pensiamo al fatto che non possiamo cambiare le cose passate, le decisioni prese, ecc. Bisogna quindi focalizzarsi su quelle che siamo in grado di gestire.

Dobbiamo Ritenerci Sempre in Grado di Essere all'Altezza delle Situazioni

Spesso è il senso d'inadeguatezza che ci spinge a essere severi con noi stessi, cosa piuttosto comune se siamo soliti a essere critici nei nostri confronti.

Ovviamente non possiamo eccellere in tutto quello che facciamo, ma dobbiamo convincerci che l'imperfezione fa parte della nostra vita, poiché è parte naturale della condizione umana.

Solo quando avremo riconosciuto questo limite, potremo cominciare a volerci bene, apprezzando tutti i nostri piccoli e grandi successi.

Come Sviluppare l'Amor Proprio

Dopo che avremo imparato a capire quali sono le sensazioni negative che ci buttano giù e compreso come gestirle, possiamo cominciare a lavorare sullo sviluppo dell'amore verso noi stessi.

come sviluppare l'amore proprio

Per cominciare ci possiamo concentrare sul modificare quello che possiamo. Come detto prima, ci sono molte cose sulle quali non possiamo agire in nessun modo, ma ne esistono altrettante che possiamo cambiare. Una di queste è il nostro aspetto fisico, cosa che può essere modificata in tanti modi:

  • Come possiamo raggiungere un peso forma?
  • Come possiamo cambiare il colore dei nostri capelli?
  • Potremmo togliere gli occhiali e mettere le lenti a contatto?
  • Possiamo cambiare il nostro guardaroba?
  • Possiamo seguire dei corsi per imparare una qualsiasi abilità?

Concentriamoci su Quello che Ci Piace di Noi

Per cominciare, facciamo un elenco degli aspetti che più apprezziamo di noi stessi, partendo dalle caratteristiche fisiche. Questo metodo ci consente di concentrarci su questi e mantenerli o migliorarli. Proviamo a fare due elenchi, il primo sulle qualità fisiche e l'altro su quelle caratteriali e ricordiamo di partire dagli aspetti più semplici:

  • Ci piace il colore dei nostri occhi?
  • Ci piace il nostro sorriso?
  • Ci piace il lavoro che svolgiamo?
  • Ci piace il modo in cui affrontiamo le situazioni?

Impariamo a Ringraziare

Dobbiamo essere grati per ciò che abbiamo. Per imparare a farlo possiamo stendere una lista di cose per le quali ringraziamo la nostra vita e gli avvenimenti che ci hanno dato quello che abbiamo e che più ci piace:

  • Ringraziamo per la nostra famiglia
  • Ringraziamo per avere un animale domestico
  • Ringraziamo per la nostra casa
  • Ringraziamo per la bella giornata passata

Impariamo a parlare con le persone che amiamo, proviamo a elaborare concetti positivi sul nostro conto, pratichiamo sport e prendiamoci cura del nostro corpo e mangiamo in modo sano e infine, prendiamoci il giusto riposo, non solo dalle varie attività, ma anche le giuste ore di sonno sono importanti per imparare a volersi bene.

Cosa far per volerti bene? Come ti prendi cura di te stesso?

109 commenti

Per commentare questo articolo effettua l'accesso oppure registrati.

FrancyOFrancy

Non puoi saper amare, se non sai amare prima te stesso e nemmeno sapresti portare il bene ad altri se tu stesso non te ne vuoi ..ciò non significa essere egoisti ma sapere quanto si vale
Me la cantavano sempre le suore quando andavo all'asilo 😜
Si ci credo ma x carità, che non sia troppo incentrato e smielato, altrimenti mi viene un certo rigurgito 😝
Da giovane mi regalavo fino allo sfinimento, oggi seleziono e peso le persone x come si atteggiano dai primi istanti ..se le devo voler bene, un bene deve venirmene anche a me, nooo?
Bhe, c'è da vidè, xkè a parole siamo tutti bravi buoni ma anche grandi amori a sentire qualche esagerato personaggio
Addirittura 8 Step per imparare ad amarsi?
Ciumbia 😱 😂 😂 😂
Allora, quando da solo non ti porti del male e non ti cacci nei guai, quando non rincorri i problemi e fai di tutto xkè questi non ti raggiungano, quando ti percepisci sano e fai di tutto x rimanervici, che mai ti serve ancora x amarti?
Mi voglio bene?
Siiiiiiiii
Mi Amo?
Ma certooo
Ok, sono a posto ..vogliamo parlarne? 😜 😂 😂 😂 😝
02
carlitospd

carlitospd

35 anni, Padova (Italy)

Bello quest'articolo e condivido il suo contenuto al 100%

Ho passato molti anni della mia vita a dedicarmi agli altro, mettendo gli altri al primo posto trascurando la mia felicità.

Ma 2 anni fa circa ho capito che prima deve venite la mia felicità e poi tutto il resto...proprio Vero la prima persona da amare siamo noi stessi.
30

Michela1260

Volersi bene/coccolarsi e fare ciò che piace, tenersi lontane dalle persone negative evitando i "vampiri"energetici-quelli che ti prosciugano tutta l'energia positiva che hai, imparare a dire "grazie", imparare a dire "ti voglio bene"alle persone che amiamo senza darlo per scontato; imparare ad essere umili, a riconoscere i propri limiti; curare se stessi nel corpo e nella mente..........."ommmm" 🌿 ♥
25
Tilikum_

Tilikum_

50 anni, Venezia (Italy)

Rialzarsi e volersi bene è di vitale importanza. Prendere o riprendere il controllo di sé è indispensabile se vuoi veramente smettere di star male .
11
geppo64

geppo64

55 anni, Catania (Italy)

Per Poter Dare Qualcosa Altrui Occorre Averla Esattamente Come L'Amore ! Chi Nasce '' Narcisista '' Non Potrà Mai Dare Niente a Nessuno.....A Volte Si e Costretti ad Esserlo Per Aver Frequentato a Lungo Gente Sbagliata.....Ma....Fortunatamente Non Tutti Siamo Uguali Esattamente Come Le Nostre Dita Delle Mani,Semplicemente Occorre Indirizzare Questo Grande '' Dono '' Solamente a Chi Merita ed in Eguale Misura Ricambia....
11

Mustaine

Oh quanto mi amo...ma quanto mi amo? Mi amo al punto che ogni volta che faccio una cazzata volgo lo sguardo dall'altra parte. Anche quando mi striglio la criniera allo specchio...lo faccio ad occhi chiusi. No, non mi voglio guardare, mi nascondo da me stesso per il bene che mi voglio. Per ignorare le "bbbrrrutte perzone" che ci circondano bisogna prima imparare ad ignorare se stessi.
"Cogito ergo sum"...se non cogito, non esisto! La faccio franca! Speriamo che almeno non mi colga stitichezza. Ma per quello, fortunatamente, ci sono questi articoli lassativi che ajutano...azz...peccato che non li leggo! Allora lo capite da soli, nevvero, che è colpa mia? Me la vado proprio a cercare da solo...

p.s. e ricordate: la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo! 😜

Buon caffè ☕
04
timidocurioso

timidocurioso

39 anni, Potenza (Italy)

..non mi amo..
..non mi voglio bene..
..costretto a vivere con me stesso..
..
01
ilcapitanoamore

ilcapitanoamore

41 anni, Pesaro e Urbino (Italy)

Anche volersi bene per come si è.....
Ogniuno di noi dovrebbe accettarsi. Perché ti voglio bene. Mi piaci così.
41
dimipunk

dimipunk

45 anni, Trieste (Italy)

Tralasciando il consueto decalogo con il suo elenco di banalità, fa sorridere l'affermazione del sottotitolo, secondo cui, molte volte, saremmo portati ad essere autocritici......

Maddeche'???

Più o meno il 98% della popolazione che incontri in strada, in autobus ed al lavoro, soffre di un ego ipertrofico e, è convinta di essere Dio.

Queste persone non devono certo faticare per catalogati ed escluderti come "persona negativa" ; per diventare tale, è sufficiente contraddirli ed informarli che, Dio, non lo sono per niente.

Quanto sono contento di essere un asociale.
11

Ani79

Ossignur Muoro!!!!....😅😅😅😍..Fondamentaleeeee....Vitaleeee.....Di grande Importanza......Capischino Vadino a capire l importanza!!!! Ho un grande ego...eh lo so!! 😤😤😁😁
Scendi dal piedistallo....Seee....🙏
Ma Buongiorno!!!!!😝😜😛
Buon Lunedì piovosamente incerto 😁 😳 tendente al grigio/giallo...😎
Besitos stellariiiii
Col Quoreee
A*
Oh bedda matri!!😉😉
Ma k m n fott a mee!!???? 😉😉
32

bici34

tutto più o meno giusto, ma a patto di non eccedere nel individualismo per non rischiare di trasformarlo in narcisismo. ....Solo attraverso l'altro è con l'altro che si può migliorare e crescere, da soli non siamo un CAZZO di niente. avoglia a scriverci lettere indirizzate al noi stessi finiremo per farle diventare un testamento prima di morire. 😘
32